Battaglia di Halule

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Battaglia di Halule
parte Conquista assira di Elam
Data691 a.C.
LuogoHalule[1] (prob. presso Baghdad[2])
EsitoVittoria assira
Schieramenti
Comandanti
Voci di guerre presenti su Wikipedia

La battaglia di Halule ebbe luogo nel 691 a.C. presso la città di Halule[1] (prob. presso Baghdad)[2] tra l'Impero neo-assiro e le forze ribelli di babilonesi, Caldei, Persiani, Medi, Elamiti e Aramei.[3]

Contesto[modifica | modifica wikitesto]

Durante il regno del re Sennacherib d'Assiria, Babilonia fu in un costante stato di rivolta. Mushezib-Marduk, il principe caldeo scelto come re di Babilonia, guidò la popolazione babilonese in rivolta contro Sennacherib nel 691 a.C.

Forze ribelli[modifica | modifica wikitesto]

Achemene di Persia reclutò un esercito per aiutare i babilonesi di Mushezib-Marduk contro gli Assiri. Così come i babilonesi, le tribù aramaiche, i caldei e il re Khumban-umena III degli elamiti, e tutti gli zagros iraniani (Persia, Anzan, Ellipi, ecc.) si unirono alla ribellione contro gli assiri. Il nucleo dell'esercito era costituito da aurighi, fanteria e cavalleria elamita, media e persiana.[3]

Esito dello scontro[modifica | modifica wikitesto]

Il re assiro Sennacherib durante la sua campagna babilonese nel 689 a.C..

La battaglia fu indecisa, o almeno entrambe le parti rivendicarono la vittoria nei loro annali e tutti i governanti rimasero sui loro troni.[4]

Mushezib-Marduk perse il suo alleato quando il re elamita Humban-nimena subì un ictus più tardi nello stesso anno, un'opportunità che il re Sennacherib colse rapidamente attaccando Babilonia e alla fine catturandola dopo un assedio di nove mesi (689 a.C.): Babilonia fu distrutta da Sennacherib, mentre Persiani e Medi furono soggiogati.

Ci furono ulteriori combattimenti tra Elam e Assiria nei successivi 40 anni, fino a quando Elam fu distrutta da Assurbanipal (v.si conquista assira di Elam).

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Glassner JJ, Mesopotamian Chronicles, Society of Biblical Literature, 2004, ISBN 9781589830905. pp. 198-199.
  2. ^ a b Trevor B, The Routledge Handbook of The Peoples and Places of Ancient Western Asia, Routledge, 2009, ISBN 978-0415394857. pp. 280-281.
  3. ^ a b http://www.iranicaonline.org/articles/chaldeans-kaldu-west-semitic-tribes
  4. ^ The Encyclopedia of World History Archiviato il February 16, 2008 Data nell'URL non combaciante: 16 febbraio 2008 in Internet Archive.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]