Battaglia di Castricum

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Battaglia di Castricum
parte della guerra della seconda coalizione
Battle castricum.jpg

Data 6 ottobre 1799
Luogo Nei pressi di Castricum, in Olanda
Esito Vittoria franco-batava
Schieramenti
Comandanti
Effettivi
25 700 uomini 26 400 uomini
Perdite
1 382 morti 2 536 morti
11 cannoni
Voci di battaglie presenti su Wikipedia

La battaglia di Castricum, avuta luogo in Olanda, nei pressi di Castricum, il 6 ottobre 1799, vide le forze franco-batave contrapposte allo schieramento anglo-russo. Lo scontro va inquadrato nella guerra della seconda coalizione, avente come motivo di discordia la rivoluzione francese; francesi e batavi facevano capo ai generali Guillaume Marie-Anne Brune e Herman Willem Daendels, mentre lo schieramento opposto era comandato dal Duca di York, Federico Augusto di Hannover, da Sir Ralph Abercromby e da Guglielmo I dei Paesi Bassi.

Preludio[modifica | modifica sorgente]

Guillaume Marie-Anne Brune, comandante delle truppe francesi.

Il 27 agosto 1799, una delle forze anglo-russe, forte di 32.000 uomini, sbarcò in Olanda e bloccò la flotta batava dapprima nei pressi della città di Den Helder, il 30 agosto, e successivamente, il 3 ottobre, vicino alla città di Alkmaar. Seguirono dunque diversi scontri nei pressi di Mons, il 19 settembre, e vicino ad Alkmaar, il 2 ottobre; quattro giorni dopo, le truppe si imbatterono nella resistenza franco-batava.

Battaglia[modifica | modifica sorgente]

Durante la battaglia, Castricum passò alternativamente in mano alle truppe franco-batave e a quelle anglo-russe. Ma queste ultime si ritirarono, perdendo 2536 uomini e 11 cannoni; le perdite franco-batave si attestarono invece a 1382 caduti. La sconfitta anglo-russa convinse il Duca a constatare l'impossibilità di tenere la città. Dopo la ritirata, talmente disordinata che vennero "dimenticati" due ospedali da campo, il 10 ottobre i due schieramenti firmarono la Convenzione di Alkmaar.

Herman Willem Daendels, comandante delle truppe batave, vincitore della battaglia insieme a Brune.

Conseguenze[modifica | modifica sorgente]

Gli inglesi e i russi furono dunque costretti a ritirarsi, ma non pagarono alcun risarcimento; inoltre le truppe portarono con sé tutto ciò che avevano razziato. Come segno di gratitudine per i favori concessi, Brune ricevette dei cavalli da parte del Duca Di York. A partire dal 19 novembre tutte le truppe inglesi e russe furono imbarcate e la campagna ebbe termine. Negli anni seguenti, furono costruite in Olanda delle linee difensive per proteggere Amsterdam da possibili invasioni.

Commemorazione[modifica | modifica sorgente]

Nella "Huis met de Kogel", la casa delle palle di cannone, a Castricum, è possibile vedere un proiettile di cannone conficcatosi nella cinta muraria della città; una targhetta[1] ricorda la battaglia. Diversi toponimi locali ricordano la battaglia, come le duna Russenbergen e la strada Doodelaan. A Mons è invece il Russisch Monument. La vittoria francese viene ricordata persino sull'Arco di Trionfo, con il nome di "Alcmaer".

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ La targhetta della battaglia (a metà pagina).