Batin (Islam)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Batin (Arabo: باطن) significa letteralmente "dentro", "interiore", "nascosto". Il Corano, per l'appunto, ha un significato nascosto in contrasto a quello apparante, lo Zahir. I Sufi credono che ogni singolo individuo abbia un batin nel mondo delle anime. Rappresenta l'io interiore della persona; quando purificato con la luce di una guida spirituale, eleva una persona spiritualmente.[1][2] Questo concetto è connesso all'attributo di Allah come "Il Nascosto", che non può essere visto ma esiste in ogni regno.

Alcuni gruppi musulmani credono che il batin[3] possa essere compreso completamente soltanto da una figura dalle conoscenze esoteriche. Per glii sciiti, rappresenta l'Imam del tempo.

In generale, questo è il significato o la realtà interiore che si cela dietro tutta l'esistenza, l'essere Zahir della forma e del significato apparente.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Daftary, Farhad (2000).
  2. ^ Gleave, Robert (2011).
  3. ^ B. Radtke, BĀṬEN, Encyclopedia Iranica. URL consultato il 9 luglio 2014.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Islam Portale Islam: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Islam