Basilico (album)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Basilico
Copertina album basilico.jpg
Artista Buio Pesto
Tipo album Studio
Pubblicazione Aprile 2004
Durata 73:39
Dischi 1
Tracce 20
Genere Folk
Etichetta Grigua Dischi
Produttore Massimo Morini, Massimo Bosso
Registrazione 2004
Buio Pesto - cronologia
Album precedente
(2002)
Album successivo
(2006)

Basilico è un album discografico pubblicato nel 2004 dal gruppo musicale genovese dei Buio Pesto.

Il disco contiene canzoni inedite del gruppo con speciali partecipazioni, come quella di Elio e le Storie Tese in Capitan Baxeicò (Capitan Basilico, traccia 4), e di Marco Masini, in una rivisitazione dialettale della sua Perché lo fai (qui diventata Perché ti o fae).

In copertina, innumerevoli foglie di basilico campeggiano dietro la sagoma della Liguria, anch'essa colorata con il colore verde del popolare ortaggio.

Nel brano Pasiensa fa la sua comparsa il "Bandrillon", originale strumento a corde pizzicate ideato e brevettato dai Buio Pesto.L'album ha venduto 12,000 copie risultando il cd più venduto dalla band

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

  1. Rumenta – 4:23
  2. I Mastrussi – 4:00
  3. Dagghe de mascae – 5:43
  4. Capitan Baxeicò – 3:34, con Elio e le Storie Tese (sulla base di Shpalman® di Elio e le Storie Tese)
  5. O Mugugno – 3:21
  6. Scio mego - 3:22
  7. Mia un po – 3:35
  8. Pasiensa – 2:13
  9. Resato – 3:38
  10. No ghe n'è – 4:24, sulla base di Dragostea Din Tei degli O-Zone
  11. Perché ti o fae – 4:24, sulla base di Perché lo fai (con la partecipazione di Marco Masini)
  12. Bagasciona – 2:39, sulla base di My Sharona dei The Knack
  13. Unn-a figgia – 4:19, sulla base di Bitter Sweet Symphony dei Verve
  14. Ancon d'assae – 3:34, sulla base di Asereje delle Las Ketchup
  15. No se peu – 3:17, sulla base di Lose Yourself di Eminem
  16. O mae violin – 3:05, sulla base di Rock On degli The Hunter
  17. Tre parolle – 3:12, sulla base di Tre parole di Valeria Rossi
  18. Löa – 6:38
  19. Inno Genovese – 1:31, sulla base dell'Inno di Mameli
  20. Disco Rumenta – 3:00, versione remix di Rumenta

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]