Bashar Warda

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Bashar Warda, C.SS.R.
arcieparca della Chiesa cattolica
BISHOP warda bechara 2016.jpg
Mons. Warda a Lodi, alla vigilia di Pentecoste, 14 maggio 2016
Template-Archbishop.svg
 
TitoloArbil
Incarichi attualiArcieparca di Arbil
 
Nato15 giugno 1969 (50 anni) a Baghdad
Ordinato presbitero8 maggio 1993
Nominato arcieparca24 maggio 2010 da papa Benedetto XVI
Consacrato arcieparca3 luglio 2010 dal cardinale Emmanuel III Delly
 

Bashar Matti Warda (in arabo: بشار متي وردة‎; Baghdad, 15 giugno 1969) è un arcivescovo cattolico iracheno.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato nel 1969 a Baghdad, è entrato nel seminario caldeo di San Pietro nella sua città ed è stato ordinato sacerdote nel 1993. Nel 1997 ha emesso i voti solenni ed è entrato nella Congregazione del Santissimo Redentore, nelle Fiandre. Laureatosi presso l'Università Cattolica di Lovanio, è tornato in Iraq nel 1999.

È stato amministratore apostolico dell'eparchia di Zākhō dal luglio 2007 fino al giugno 2013.

Nel 2009 il sinodo dei vescovi della Chiesa cattolica caldea lo ha eletto arcivescovo[1] dell'arcieparchia di Arbil[2]. Dopo il consenso di papa Benedetto XVI, è stato consacrato il 3 luglio 2010 dal cardinale Emmanuel III Delly[3][4].

È stato "grande patrocinatore" dell'Università Cattolica di Arbil, inaugurata l'8 dicembre 2015 ad Ankawa[5];[6].

Genealogia episcopale[modifica | modifica wikitesto]

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Iraqi archbishop: The plight of fleeing Christians makes him 'quarrel with God', su tempi.it, 28 agosto 2015. URL consultato il 16 maggio 2016 (archiviato dall'url originale il 25 aprile 2016).
  2. ^ «Noi siamo odiati perché ci ostiniamo a esistere come cristiani», su tempi.it, 11 agosto 2015. URL consultato il 16 maggio 2016.
  3. ^ Those who've stayed – what now for Christians in Syria and Iraq?, su catholicnewsagency.com. URL consultato il 16 maggio 2016.
  4. ^ Warda: aiutate i cristiani perseguitati d'Iraq, su avvenire.it. URL consultato il 16 maggio 2016.
  5. ^ Iraq: l'8 dicembre si inaugura l'Università cattolica di Erbil, su radiovaticana.va, 2 dicembre 2015. URL consultato il 26 maggio 2016.
  6. ^ Christians disappearing from Iraq, bishops lament, su angelusnews.com, 24 luglio 2014. URL consultato il 6 giugno 2016 (archiviato dall'url originale il 5 giugno 2016).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) David M. Cheney, Bashar Warda, in Catholic Hierarchy. Modifica su Wikidata
Controllo di autoritàVIAF (EN370144783113596879816 · GND (DE1138839361 · WorldCat Identities (ENviaf-370144783113596879816