Baruch Goldstein

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Baruch Goldstein (New York, 9 dicembre 1956Hebron, 25 febbraio 1994) è stato un medico statunitense-israeliano.

Noto per essere l'autore del massacro di Hebron del 1994, che causò la morte di 29 musulmani palestinesi in preghiera e il ferimento di altri 125.[1][2] È stato ucciso dai superstiti del massacro.

Il governo israeliano ha condannato il massacro e ha risposto arrestando seguaci di Meir Kahane, rendendo illegale il movimento Kach e i movimenti affiliati, vietando ad alcuni coloni israeliani di entrare in città e vietando che i coloni possano girare armati, anche se ha respinto la richiesta dell'OLP che tutti i coloni in Cisgiordania dovevano essere disarmati e la creazione di una forza internazionale di pace per proteggere i palestinesi.

La tomba di Goldstein è diventata un luogo di pellegrinaggio per gli estremisti ebrei. Nel 1999 l'esercito israeliano ha smantellato il santuario che era stato costruito per Goldstein presso il luogo della sua sepoltura. La lapide e il suo epitaffio che definisce Goldstein martire con le mani pulite ed il cuore puro, è stata lasciata intatta.

La tomba di Baruch Goldstein

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ "CIA paper cites Jewish acts of terrorism", JTA, 26 August 2010
  2. ^ Hillel Kutler, "US report cites increase in terrorism deaths in Israel", Jerusalem Post, 30 April 1995

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN297633514 · ISNI (EN0000 0004 0238 1206 · GND (DE119270366