Barry Ferguson

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Barry Ferguson
BarryFerguson Augsburg.jpg
Ferguson al Birmingham City nel 2009.
Nazionalità Scozia Scozia
Altezza 178 cm
Peso 74 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Centrocampista
Ritirato 2015 - giocatore
Carriera
Giovanili
1992-1995 Rangers
Squadre di club1
1995-2003 Rangers 153 (24)
2003-2005 Blackburn 36 (3)
2005-2009 Rangers 137 (20)
2009-2011 Birmingham City 72 (0)
2011-2012 Blackpool 61 (1)[1]
2012-2013 Fleetwood Town 6 (0)
2013-2014 Blackpool 11 (0)
2014-2015 Clyde 1 (0)
Nazionale
1996-1998 Scozia Scozia U-21 12 (0)
1998-2009 Scozia Scozia 45 (3)
Carriera da allenatore
2014 Blackpool
2014-2017 Clyde
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Barry Ferguson (Glasgow, 2 febbraio 1978) è un allenatore di calcio ed ex calciatore scozzese.

Dal 17 giugno 2006 è membro dell'Ordine dell'Impero britannico.[2]

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Calciatore dotato di una buona tecnica individuale,[3] ma soprattutto di resistenza e controllo di palla.[3] Poteva essere impiegato sia nel ruolo di regista che in quello di mezzala.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Rangers[modifica | modifica wikitesto]

Nativo di Glasgow, ha sempre militato come centrocampista nei Rangers fin dalle giovanili, fatta eccezione per un biennio trascorso nella Premier League inglese con la maglia del Blackburn.

È il più giovane capitano della storia dei Rangers. Analogo ruolo riveste nella Nazionale scozzese, nella quale esordì nel 1999.

Da sempre tifoso dei Rangers, Ferguson esordì in prima squadra a 19 anni, nell'ultima giornata del campionato 1996/97 contro gli Hearts: la sua prestazione gli valse il riconoscimento di Man of the Match. Il nuovo tecnico Dick Advocaat, che arrivò nell'estate del 1998 al club, fece di Ferguson uno dei punti fermi della squadra, della quale a 23 anni divenne capitano e, con la fascia al braccio, condusse al double Coppa di Lega / Coppa di Scozia e, l'anno seguente, con McLeish in panchina, addirittura al treble.

Blackburn Rovers[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2003 Barry Ferguson fu di fatto costretto a trasferirsi, a causa della crisi finanziaria cui la gestione economica di Advocaat aveva condotto i Rangers. Il capitano firmò un contratto biennale con gli inglesi del Blackburn, che pagarono al club scozzese una buonuscita di 7,5 milioni di sterline (circa 11 milioni di euro). L'inizio a Blackburn fu difficile, ma dopo una vittoria a Birmingham contro il City nel dicembre 2003, conseguita anche con un suo goal, sembrò che le cose potessero migliorare sia per il giocatore che per la squadra. Invece, poche settimane dopo, nel corso di un incontro vinto al St. James's Park di Newcastle contro lo United, Ferguson si procurò una gravissima lesione al ginocchio che gli fece saltare l'intero prosieguo di stagione.

Lo scozzese Graeme Souness, allenatore del Blackburn, assegnò nell'estate del 2004 la fascia da capitano al suo connazionale Ferguson. Questi si adattò bene al calcio della Premier League nonostante i limiti tecnici della squadra e il cambio di tecnico in corsa (Souness venne rimpiazzato da Mark Hughes).

Ritorno ai Rangers[modifica | modifica wikitesto]

Nel gennaio del 2005 Ferguson chiese alla società del Blackburn di essere ceduto e di poter tornare a giocare in Scozia. Poco dopo i Rovers trovarono un accordo con i Rangers sulla base di sette milioni di euro ed il calciatore tornò quindi nel suo club di origine.[4] Tra i motivi del ritorno in Scozia, Ferguson addusse anche quello per cui «nessun derby del Lancashire avrà mai il fascino dell'Old Firm».[5]

Ferguson tornò in campo in tempo per vincere il double del 2005, anche se per quella stagione non vestì la fascia da capitano, che non gli fu riassegnata fino alla stagione successiva. Nel frattempo Berti Vogts, all'epoca commissario tecnico, lo fece capitano della nazionale scozzese.

I problemi non terminarono per Ferguson dopo il suo ritorno ai Rangers. A parte un infortunio alla caviglia che si stava trascinando già dai tempi del Blackburn, e per il quale aveva dichiarato nel maggio 2006 che avrebbe dovuto operarsi già da tempo,[6] il nuovo tecnico Le Guen, in carica per soli sei mesi dal luglio 2006 al gennaio 2007, mal sopportando la leadership del giocatore, gli tolse il 1º gennaio 2007 la fascia di capitano e lo mise fuori squadra con l'accusa di minare la sua autorità in seno alla squadra e di boicottare il suo progetto tecnico.[7] Ferguson, che nel frattempo era stato insignito dell'onorificenza di Membro dell'Impero Britannico,[8] ricevette la solidarietà del compagno di squadra Kris Boyd al termine dell'incontro vinto contro il Motherwell per 1-0. Questi mostrò il segno 6 con le dita, il numero di gara di Ferguson.[9] Dopo le dimissioni - avvenute il 4 gennaio - di Le Guen, il nuovo tecnico Walter Smith ridiede subito a Ferguson la fascia di capitano. Il 14 maggio 2008, nella finale di Coppa UEFA perse contro lo Zenit S. Pietroburgo, Ferguson ha collezionato la sua 400ª presenza con la maglia dei Rangers.[10]

Il 3 aprile 2009, la società gli ha tolto la fascia di capitano e lo ha sospeso per 2 settimane, senza stipendio, in seguito ai comportamenti scorretti tenuti da Ferguson dopo la partita persa 3-0 dalla Nazionale scozzese contro i Paesi Bassi.[11]

Birmingham City[modifica | modifica wikitesto]

Il 17 luglio 2009 venne acquistato per circa due milioni di euro dal Birmingham City, club militante in Premier League.[12] Fece il suo esordio con la nuova maglia il 16 agosto seguente, nella partita persa 0-1 sul campo del Manchester United.[13]

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Conta 45 presenze di cui 28 indossando la fascia di capitano e 3 gol con la selezione del suo Paese. Non ha ancora preso parte alla fase finale del campionato del mondo o d'Europa.

In Nazionale Ferguson fece il suo esordio il 28 settembre 1998 contro la Lituania all'età di 20 anni.

Un infortunio gli impedì di giocare altre partite con la Nazionale per quasi un anno. Tornò il 4 settembre 1999 in una partita contro la Bosnia ed Erzegovina.

È sempre stato considerato bandiera ed elemento fondamentale di questa squadra, nel 2004 venne eletto capitano e mantenne l'incarico fino al 3 aprile 2009 quando è stato bandito per sempre dalla Nazionale scozzese in seguito a molteplici comportamenti antisportivi.[11]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Aggiornate al 7 dicembre 2013

Stagione Squadra Campionato Coppa nazionale Europa Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
1995-1996 Scozia Rangers SPL 0 0 SC+SLC 0+0 0+0 UCL 1 0 - - - 1 0
1996-1997 SPL 1 0 SC+SLC 0+0 0+0 - - - - - - 1 0
1997-1998 SPL 7 0 SC+SLC 3+0 0+0 - - - - - - 10 0
1998-1999 SPL 23 1 SC+SLC 3+4 0+1 CU 10 0 - - - 40 2
1999-2000 SPL 31 4 SC+SLC 5+1 1+0 UCL+CU 10+2 0+0 - - - 49 5
2000-2001 SPL 30 2 SC+SLC 3+3 1+1 UCL+CU 10+1 0+0 - - - 47 4
2001-2002 SPL 22 1 SC+SLC 5+3 2+1 UCL+CU 2+7 0+2 - - - 39 6
2002-2003 SPL 36 16 SC+SLC 6+4 2+0 CU 2 0 - - - 48 18
2003-2004 SPL 3 0 SC+SLC 0+0 0+0 UCL 2 0 - - - 5 0
2003-2004 Inghilterra Blackburn PL 15 1 FACup+CdL 0+1 0+0 - - - - - - 16 1
2004-2005 PL 21 2 FACup+CdL 1+0 0+0 - - - - - - 22 2
Totale Blackburn 36 3 2 0 38 3
2004-2005 Scozia Rangers SPL 13 2 SC+SLC 0+1 0+0 - - - - - - 14 2
2005-2006 SPL 32 5 SC+SLC 2+2 0+0 UCL 10 0 - - - 46 5
2006-2007 SPL 32 4 SC+SLC 1+0 0+0 CU 8 3 - - - 41 7
2007-2008 SPL 38 7 SC+SLC 3+3 0+1 UCL+CU 10+8 1+0 - - - 62 9
2008-2009 SPL 22 2 SC+SLC 3+2 0+0 - - - - - - 27 2
Totale Rangers 290 44 57 10 83 6 344 49
2009-2010 Inghilterra Birmingham City PL 37 0 FACup+CdL 5+1 2+0 - - - - - - 43 2
2010-2011 PL 35 0 FACup+CdL 1+5 0+0 - - - - - - 41 0
Totale Birmingham City 72 0 12 2 84 2
2011-2012 Inghilterra Blackpool FLC 42+3 1+0 FACup+CdL 0+0 0+0 - - - - - - 45 1
2012-gen. 2013 FLC 19 0 FACup+CdL 0+1 0+0 - - - - - - 20 0
gen.-giu. 2013 Inghilterra Fleetwood Town FL2 6 0 FACup+CdL 2+0 0+0 - - - - - - 8 0
2013-2014 Inghilterra Blackpool FLC 11 0 FACup+CdL 0+1 0+0 - - - - - - 12 0
Totale Blackpool 72+3 1+0 2 0 77 1
Totale carriera 476+3 48+0 75 12 83 6 637 66

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Rangers: 1995-1996, 1996-1997, 1998-1999, 1999-2000, 2002-2003, 2004-2005, 2008-2009.
Rangers: 1995-1996, 1998-1999, 1999-2000, 2001-2002, 2002-2003, 2007-2008, 2008-2009.
Rangers: 1996-1997, 1998-1999, 2001-2002, 2002-2003, 2004-2005, 2008-2009.
Birmingham City: 2010-2011

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

1999
2000, 2003
2003

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Membro dell'Ordine dell'Impero Britannico - nastrino per uniforme ordinaria Membro dell'Ordine dell'Impero Britannico
— 2006

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 64 (1) Se si comprendono i Play-Off.
  2. ^ (EN) Thorpe/Ferguson head honours list, BBC Sport, 16 giugno 2006.
  3. ^ a b (EN) The top 50 Rangers players, Timesonline.co.uk, 27 maggio 2009.
  4. ^ (EN) «Ferguson clinches Rangers return», da BBC Sport, 1º febbraio 2005.
  5. ^ (EN) «Ferguson turned off by Rovers tie», da BBC Sport, 16 febbraio 2005.
  6. ^ (EN) «Ferguson relief at Le Guen plans», da BBC Sport, 18 maggio 2006.
  7. ^ (EN) «Le Guen points blame at Ferguson», da BBC Sport, 2 gennaio 2007.
  8. ^ (EN) «Thorpe/Ferguson head honours list», da BBC Sport, 16 giugno 2006.
  9. ^ (EN) «Boyd makes point as Barry sideshow engulfs Rangers», da Evening Times, 3 gennaio 2007.
  10. ^ (EN) Zenit St Petersburg 2-0 Rangers, BBC Sport, 14 maggio 2008.
  11. ^ a b Alcol e gestacci in panchina, la Scozia sceglie la linea dura, Gazzetta.it, 3 aprile 2009.
  12. ^ UFFICIALE: Barry Ferguson al Birmingham, TMW.com, 17 luglio 2009.
  13. ^ (EN) Man Utd 1 - 0 Birmingham, BBC Sport, 16 agosto 2009.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN39342781 · ISNI (EN0000 0000 5310 8294 · LCCN (ENnr2007005340