Barriera di Coulomb

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La barriera coulombiana

La barriera di Coulomb (o anche barriera coulombiana) è una barriera di potenziale riferita al potenziale di una carica elettrica. Descrive l'energia necessaria, espressa in MeV, affinché una qualsiasi reazione nucleare, tra isotopi o tra isotopi e particelle, possa effettivamente avvenire.

È necessario che il reagente in oggetto abbia almeno energia eguale o maggiore di quella di barriera: tale necessità e dovuta al superamento della repulsione coulombiana tra i nuclei. Una formulazione empirica di tale energia è la seguente:

dove Z sono i numeri atomici e A i numeri di massa.

Un sensibile surplus energetico rispetto a Eb (7-10 MeV) determina l'emissione di una ulteriore piccola particella. Usando energia ancora più elevate si producono molti piccoli nuclidi per spallazione. Con i moderni acceleratori di particelle è possibile produrre un'ampia gamma di reazioni nucleari sfruttando vari livelli di energia.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Fisica Portale Fisica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di fisica