Bargiglio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Il tacchino è un animale dotato di bargiglio.

Il bargiglio (plurale bargigli) è un'appendice di carne che presentano alcuni volatili sulla testa e/o sul collo, generalmente di colore acceso[1].

I bargigli sono zone senza piume, di estensione variabile, che possono localizzarsi intorno agli occhi e le gote, oppure coprire totalmente la testa o il collo. Possono formare protuberanze di natura eretta, come le creste, e altre di tipo pendente, generalmente ubicate sulla gola o sul collo[2][3].

Bargiglio è un derivato da bargliglione, a sua volta derivato dal latino *margelliō, -ōnis, a sua volta da margella, «perla», dal greco antico: μάργαρον, márgaron, da confrontare con il calabrese màrgari, «bargigli della capra»; la b- è dovuta all'accostamento a barba[4]; un'ipotesi alternativa è che derivi dal latino medievale bargilla che significa «bisaccia»[5]. In francese il bargiglio si dice caroncule (cfr. caruncola, l'inglese caruncle e lo spagnolo carúncula) e proviene dal latino caruncula, «verruca», diminutivo di carō, carnis, «carne».

Solitamente i bargigli sono considerati caratteri sessuali secondari, essendo più grossi negli esemplari maschi, con colorazioni intense (ad esempio le creste dei galli sono maggiori di quelle delle galline).

I bargigli si sviluppano totalmente o raggiungono la pigmentazione definitiva solo con la maturità sessuale.

Funzione[modifica | modifica wikitesto]

Il bargiglio dei volatili è un elemento ornamentale usato dai maschi per attrarre le femmine durante il corteggiamento. Possedere bargigli grandi o molto colorati indica alti livelli di testosterone, una buona alimentazione e una grande capacità di eludere i predatori, mostrando così la buona qualità dei propri geni.

Si è proposta, inoltre, l'idea che questi organi siano associati con i geni che codificano la resistenza alle malattie[6]. Ulteriore credenza è che i volatili che vivono in regioni tropicali usino il bargiglio come un elemento termoregolatore, che consente al sangue di raffreddarsi più rapidamente quando vi scorre attraverso.

Volatili con bargiglio[modifica | modifica wikitesto]

Molte specie di volatili di diverse famiglie presentano bargigli. Fra questi si trovano:

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (ES) Carúncula, 1ª definición RAE, su wordreference.com.
  2. ^ (EN) Richard Bowdler Sharpe, Catalogue of the Birds in the British Museum, Londra, British Natural History Museum Department of Zoology, 1888.
  3. ^ (EN) John James Audubon, Dean Amadon e John L. Bull, The Birds of America, New York, Dover Publications, 1967.
  4. ^ Carlo Battisti e Giovanni Alessio, Dizionario etimologico italiano, Firenze, Barbera, 1950-57, p. I, 440, SBN IT\ICCU\LIA\0963830.
  5. ^ Bargiglio, in Treccani.it – Vocabolario Treccani on line, Istituto dell'Enciclopedia Italiana.
  6. ^ (EN) Mariella Baratti, Martina Ammannati, Claudia Magnelli, Alessandro Massolo e Francesco Dessì-Fulgheri, Are large wattles related to particular MHC genotypes in the male pheasant?, in Genetica, vol. 138, n. 6, 2010, pp. 657-665, DOI:10.1007/s10709-010-9440-5, ISSN 1573-6857 (WC · ACNP).