Barenatura

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La barenatura è una lavorazione meccanica con asportazione di truciolo, consiste nell'asportare materiale affinché un diametro venga aumentato ottenendo un'elevata finitura, sia di rugosità che di tolleranza. Viene definita da un moto rotatorio dell'utensile — detto Bareno o Testa d'Andrea — mentre il pezzo in lavorazione rimane fermo.

Tipo di teste[modifica | modifica sorgente]

Le teste della barenatura possono essere di vario tipo:

  • a un tagliente, utilizzata per operazioni di finitura o per operazioni di sgrossatura e finitura, in quei materiali dove il controllo del truciolo risulta essere difficile; questa soluzione è utile anche quando la potenza della macchina è ridotta;
  • a più taglienti, implica la presenza di due o tre taglienti, viene adottata per le operazioni di sgrossatura quando il volume di truciolo d'asportare è considerevole; permette un'elevata produttività dato che la velocità d'avanzamento per dente viene moltiplicata per il numero di denti, ottenendosi in tal modo lavorazioni più rapide;
  • a gradini, viene utilizzata in operazioni di sgrossatura mediante un bareno con inserti posizionati a diversi diametri e altezze assiali; permette di migliorare il controllo dei trucioli.

Caratteristiche[modifica | modifica sorgente]

La barenatura è un'operazione di finitura leggera, dove il materiale da asportare deve essere minimo, inoltre il foro da lavorare deve avere una misura specifica. Una limitazione di questa lavorazione è il diametro massimo del foro, necessariamente limitato; è quindi adatta per la lavorazione di cilindri, sedi di cuscinetto e tutto ciò che necessita di precisione particolare.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]