Barbour (azienda)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
John Barbour & Sons Ltd
Logo
Logo
StatoRegno Unito Regno Unito
Forma societariaSocietà per azioni
Fondazione1894 a South Shields
Fondata daJohn Barbour
Sede principaleSouth Shields
Persone chiaveLord James Percy
SettoreModa
Prodotti
Sito webwww.barbour.com

Barbour è una casa di moda inglese fondata a South Shields nel 1894 per mano di John Barbour. L'azienda produce una moltitudine di capi pregiati di abbigliamento, calzature e accessori.[1]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Barbour è stata fondata dal designer inglese John Barbour nel 1894 tra i mercati di South Shields. I primi prodotti messi in commercio furono le famosissime giacche impermeabili, attuali ancora oggi.[1] Nel 2004, l'azienda (espansasi in oltre 120 paesi[1]) passa sotto l'alleanza di Lord James Percy. Tuttavia a seguito della prematura morte dell'erede, nel 2010 il direttorato dell'azienda passa a Margaret Barbour.[2]

Alcune tappe[modifica | modifica wikitesto]

Il primo stilista dell'azienda, ideatore dello stile Barbour, fu Malcom Barbour (figlio del fondatore): nel 1919 elaborò il primo catalogo, che raggiunse ogni angolo del Regno Unito. 
Dopo la morte di John Barbour, il 17 luglio 1918 subentrò il fratello Jack, che alcuni anni dopo si dimise; divenne presidente Malcom Barbour. 
Nel 1939 entrò in azienda anche Duncan Barbour, che disegnò una linea stilistica per motociclette. Nel 1939 Duncan andò al fronte e gli successe la moglie Nancy.
Nel 1972 Margaret Barbour fu nominata presidente. 
Nel 1974 Barbour fu insignita del Royal Warrant dal Duca di Edimburgo.
Nel 1981 l'azienda si spostò a Simonside. 
Nel 1989 nacque la filiale di Barbour in Germania. 
Nel 2008 Barbour vinse il premio come Best Shooting Clothing Product in occasione degli IPC Shooting Industry Awards.
Nel 2009 Barbour vinse il premio come Best Brand of the Year.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) Barbour, su barbour.com. URL consultato il 19 giugno 2018 (archiviato dall'url originale il 1º settembre 2018).
  2. ^ Margaret, la donna dietro il mito di Barbour, in D - la Repubblica. URL consultato il 19 giugno 2018.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Moda: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di moda