Barbara Palombelli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Barbara Palombelli durante la conduzione di Forum

Barbara Palombelli (Roma, 19 ottobre 1953) è una giornalista, conduttrice televisiva e conduttrice radiofonica italiana. È moglie del politico Francesco Rutelli.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlia di Carlo e Manuela Micheli, prima di quattro figli, inizia a lavorare nel 1968 alla scuola di danza di Mimma Testa. Nel 1973 lavora come commessa e poi come responsabile in due negozi di arredamento e opere d'arte in via Ripetta. Laureata in Antropologia culturale con Ida Magli, inizia la sua carriera in Rai, a Rai Radio 2, nella redazione della rubrica Sala F. Nel 1979 entra a L'Europeo diretto da Mario Pirani. Nel 1980 è diventata giornalista parlamentare del settimanale. Dal 1984 al 1987 ha collaborato con il quotidiano Il Giornale diretto da Indro Montanelli. Dal 1986 al 1988 è stata vicecaporedattore di Panorama (direttore Claudio Rinaldi). Nel 1989 e 1990 è stata "inviata speciale" del Corriere della Sera, dal 1991 al 2000 ha lavorato presso la Repubblica, quindi dal 2001 al 2006 è tornata come editorialista al Corriere della Sera.[1]

Per la Rai ha realizzato venti interviste a Domenica in (edizione 1987), ha partecipato con Valentino Parlato e Mauro Paissan alla prima edizione di Samarcanda e ha condotto Italiani con Andrea Barbato (edizione 1992-1993). Dal 1998 al 2000 ha condotto Se telefonando, rubrica quotidiana di Radio 2, mentre nel 2002 ha condotto una nuova serie della celebre trasmissione radiofonica di Rai Radio 2 Il gambero. Dal 2001 al 2013 ha condotto anche la rubrica quotidiana 28 minuti da lei ideata per Rai Radio 2.

Nella stagione 2003-2004 ha affiancato Giuliano Ferrara in Otto e mezzo su LA7. Nella stagione 2004-2005 è tornata in RAI come opinionista a Domenica in e nel programma Punto a capo condotto da Giovanni Masotti. Dal 2006 al 2013 ha una collaborazione con Mediaset per le rubriche del TG5, di Matrix, di Pomeriggio Cinque e di Mattino Cinque; dal 2010 è opinionista a Quarto grado su Rete 4.

Dal 9 settembre 2013 conduce Forum e Lo Sportello di Forum,[2][3] trasmessi rispettivamente da Canale 5 e Rete 4, in sostituzione della storica conduttrice Rita dalla Chiesa. Domenica 7 settembre 2014 conduce la puntata speciale di Forum dedicata ai suoi 30 anni, in onda dalle 15:45 alle 20:00; dal giorno successivo inizia il suo secondo anno nel programma ottenendo notevoli dati di ascolto rispetto al suo primo anno di conduzione.[4] Anche la stagione seguente, viene aperta da uno speciale, trasmesso su Canale 5 il 6 settembre 2015, intitolato Forum presenta la famiglia che cambia; vengono trattate tre cause che ripercorrono i cambiamenti della famiglia dai primi del 900 ad oggi.[5] Riprende in mano Forum, per il suo quarto anno consecutivo, lunedì 5 settembre nelle solite fasce orarie, in uno studio completamente rinnovato e con nuovi collaboratori; come di consueto è stata trasmessa in onda anche una puntata speciale del programma, domenica 11 settembre 2016, nel pomeriggio di Canale 5, avente come tema centrale "i nuovi diritti". Barbara Palombelli continua ad essere riconfermata alla conduzione di Forum sia per la stagione 2017-2018 che per la stagione 2018-2019, conducendo ogni anno uno speciale in onda la domenica pomeriggio, prima dell'apertura della nuova stagione.

Dal 3 settembre 2018 conduce, oltre Forum su Canale 5 e Rete 4, il programma di approfondimento politico Stasera Italia in onda alle 20:30 su Rete 4. Con 26 ore settimanali, Barbara Palombelli è la conduttrice con più ore di trasmissioni.

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1982 si è sposata con il politico Francesco Rutelli: dalla coppia è nato il figlio Giorgio. Hanno tre figli adottivi: Serena, Francisco e Monica.

L'8 maggio 1991 le viene conferita, dal Presidente della Repubblica Francesco Cossiga, l'onorificenza di Cavaliere dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana.[6]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Radio[modifica | modifica wikitesto]

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • C'era una ragazza, 1999
  • Diario di una mamma giornalista, 2001, vincitore del Premio Cimitile nel 2002
  • Famiglie d'Italia. Un secolo di personaggi e di storie, 2003
  • Registi d'Italia, 2006

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana
«Di iniziativa del Presidente della Repubblica»
— 8 maggio 1991[6]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Palombelli, Barbara, Treccani. URL consultato il 17 ottobre 2015.
  2. ^ Armando D’Avico, Forum, Barbara Palombelli spaventata dal debutto: ‘È una sfida dura’, Televisionando, 12 agosto 2013. URL consultato il 17 ottobre 2015.
  3. ^ Raffaele Di Santo, Forum 2015-2016, Barbara Palombelli torna alla conduzione da settembre su Canale 5, Televisionando, 12 maggio 2015. URL consultato il 17 ottobre 2015.
  4. ^ FORUM SPECIALE 30 ANNI, Mediaset. URL consultato il 17 ottobre 2015.
  5. ^ Forum La famiglia che cambia, Barbara Palombelli pontifica sulle sue battaglie familiari
  6. ^ a b Sito web del Quirinale: dettaglio decorato.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN85851842 · SBN IT\ICCU\PALV\040305