Barapasaurus tagorei

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Barapasaurus
Immagine di Barapasaurus tagorei mancante
Stato di conservazione
Fossile
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Archosauria
Superordine Dinosauria
Ordine Saurischia
Sottordine Sauropodomorpha
Infraordine Sauropoda
Famiglia Vulcanodontidae
Genere Barapasaurus
Specie
  • Barapasaurus tagorei

Il barapasauro (Barapasaurus tagorei) era un genere di grandi dinosauri sauropodi erbivori, vissuti nel Giurassico inferiore, in quella che attualmente è l'India.

Etimologia[modifica | modifica wikitesto]

Il nome Barapasaurus ("lucertola dalle grandi zampe") è derivato da "bara" che significa 'grande' e da "pa" che significa 'gamba' in diverse lingue indiane, mentre "sauros" parola greca, che significa 'lucertola'[1]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Il barapasauro fa parte di quel gruppo di dinosauri noti come sauropodi, grandi erbivori dotati di collo e coda lunghi che ebbero una grande diffusione nel corso del Giurassico. Tra le forme più primitive figura proprio il barapasauro, il quale può essere considerato il primo vero sauropode gigante: la lunghezza dell'animale, infatti, raggiungeva i 18 metri. Il collo era molto allungato, così come la coda, mentre le zampe colonnari erano alte e slanciate, in particolare quelle anteriori. Poco si conosce del cranio (soprattutto denti a forma di bastoncino) e quindi è impossibile ricostruirlo, anche se potrebbe essere stato piuttosto corto, compatto e alto, come quello di molti sauropodi primitivi (Omeisaurus, ad esempio). Il barapasauro era di certo il più grande animale del suo ecosistema, e probabilmente viveva in branchi che erano virtualmente privi di predatori. Un altro sauropode simile, ma molto più piccolo e primitivo, viveva negli stessi luoghi e nella stessa epoca, il Kotasaurus.

Nel Giurassico inferiore l'India, dove sono stati ritrovati i resti del barapasauro, non era congiunta al resto dell'Asia come nell'epoca attuale, ma faceva parte ancora del supercontinente meridionale, detto Gondwana, insieme ad Africa, Sudamerica, Antartide, Australia e Madagascar. Proprio in questa gigantesca terra si svilupparono i primi veri sauropodi, detti vulcanodontidi, che in seguito colonizzarono il resto del mondo e si svilupparono in varie forme. Il barapasauro era il più grande tra i vulcanodontidi, e anche uno dei meglio conosciuti.

Albero filogenetico[modifica | modifica wikitesto]

Cladogramma dei sauropodi

 Sauropoda 
 

 Jingshanosaurus


 
 

 Antetonitrus


 
 

 Chinshakiangosaurus


 
 

 Kotasaurus


 
 

 Barapasaurus


 
 

 Vulcanodon


 
 Eusauropoda 
 

 Shunosaurus


 
 

 Camarasaurus


 

 Omeisaurus











Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ S. L. Jain, T. S. Kutty, T. Roy-Chowdhury, S. Chatterjee, The Sauropod Dinosaur from the Lower Jurassic Kota Formation of India, in Proceedings of the Royal Society of London. Series B. Biological Sciences, vol. 188, nº 1091, 18 febbraio 1975, pp. 221–228, DOI:10.1098/rspb.1975.0014, ISSN 0962-8452, 1471-2954 (WC · ACNP). URL consultato il 13 ottobre 2012.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]