Banlieue 13 Ultimatum

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Banlieue 13 Ultimatum
Banlieue 13 Ultimatum.jpg
Leïto salta da un palazzo all'altro
Lingua originalefrancese
Paese di produzioneFrancia
Anno2009
Durata96 min
Rapporto2.35:1
Genereazione
RegiaPatrick Alessandrin
SoggettoLuc Besson
SceneggiaturaLuc Besson
ProduttoreLuc Besson
Produttore esecutivoLuc Besson
Casa di produzioneEuropaCorp
Distribuzione (Italia)Novembre 2011
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Banlieue 13 Ultimatum è un film del 2009 diretto da Patrick Alessandrin.

Seguito di Banlieue 13 del 2004 e prodotto da Luc Besson, è conosciuto anche come District 13 Ultimatum nella versione in lingua inglese[1].

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Tre anni dopo gli eventi narrati in Banlieue 13, la pace nel riottoso e autogestito distretto 13 è ancora sfuggente. Le autorità non hanno mantenuto la promessa di distruggere il muro e riaprire il quartiere, lasciando recintati come in un ghetto tutti gli abitanti della Banlieue, che dopo la morte del boss Taha, si sono divisi in cinque fazioni. Leïto e Damien tornano nel quartiere per cercare di fermarne l'imminente distruzione per ordine dello stesso Presidente della Repubblica, manipolato da Walter Gassman, capo della sezione militare DISS.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema