Bandiera della Repubblica Socialista Sovietica Lituana

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Lietuvos TSR vėliava
(Bandiera RSS lituana)
Lietuvos TSR vėliava (Bandiera RSS lituana)
Proporzioni1:2
Simbolo FIAVBandiera civile e di stato, bandiera navale civile e di stato
ColoriUna bandiera rossa con falce e martello con una stella sopra dal bordo dorato e rossa all’interno: in basso, una sottile striscia bianca e sul fondo una in verde
UsoBandiera di stato e civile
Adozione1953
Cessazione1988
NazioneFlag of the Lithuanian Soviet Socialist Republic (1953–1988).svg RSS Lituana
Bandiera di guerraBandiera di guerra

La prima bandiera della repubblica socialista sovietica lituana fu adottata nel 1940. Il vessillo, utilizzato dal 15 luglio 1953 al 1988, era composto dal classico sfondo rosso comune a tutti i Paesi dell’URSS con la falce e martello dorati e il contorno dorato di una stella rossa al di sopra di essi. Nella parte inferiore erano visibili una sottile striscia bianca e, alla base, una più ampia in verde. Fu disegnata da Antanas Žmuidzinavičius.[1]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nella prima RSS lituana, il vessillo adottato corrispose a una semplice bandiera in tinta completamente rossa, corrispondente a quella più in futuro adottata dalla RSS Lituano-Bielorussa.[2]

La prima bandiera adottata dalla seconda RSS lituana fu adottata il 30 luglio 1940. Essa era rossa con la falce e martello sul lato superiore sinistro e la scritta dorata in alfabeto latino LIETUVOS TSR (RSS lituana in lituano) in carattere sans-serif.[3]

Il 15 luglio 1953, fu adottata una nuova bandiera. Furono apportate le modifiche anche per tutte le altre repubbliche socialiste sovietiche, come richiesto dal governo di Mosca.[4] La parte rossa occupava i 2⁄3 del vessillo, compresi gli spazi occupati dalla falce e martello e dalla stella rossa. La parte inferiore poteva invece essere personalizzata da ogni repubblica.[5] La Lituania aggiunse una piccola striscia bianca (1 ⁄ 12 di grandezza rispetto alla bandiera totale) e una più ampia in verde (1 / 4 di grandezza). Le due strisce dovevano rappresentare gli spazi verdi e le foreste del Paese, le quali costituivano la base per la produzione agricola e quella industriale e coprivano, come anche attualmente, gran parte del territorio nazionale.

Il 18 novembre 1988, fu adottato il tricolore della Lituania, assolutamente simile a quello ad oggi adottato dal Paese baltico: tale adozione avvenne dunque persino prima della dichiarazione d’indipendenza del marzo 1990. Il Soviet Supremo della RSS Lituana, ispirandosi agli schemi del movimento indipendentista Sąjūdis, modificò la costituzione e adotto la bandiera tricolore della Lituania utilizzata nel periodo interbellico: dal 1920 al 1940, la Repubblica di Lituania fu infatti Stato sovrano.[6]

Bandiera della Repubblica socialista sovietica lituana dal 1940 al 1953
Bandiera della RSS lituana fino al 1988
Bandiera della RSS lituana dal 1988 e della Lituania indipendente dal 1990 al 1991

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (LT) Antanas Žmuidzinavičius - Biografia dell’artista, su Daile. URL consultato il 25 luglio 2019 (archiviato dall'url originale il 13 luglio 2019).
  2. ^ (EN) Eidintas Alfonsas; Vytautas Žalys; Alfred Erich Senn (1999). Lithuania in European Politics: The Years of the First Republic, 1918–1940 (Paperback ed.). New York: St. Martin's Press. p. 36. ISBN 0-312-22458-3.
  3. ^ (EN) Rimša, Edmundas (2005). Heraldry: Past to Present. Versus aureus. p. 92. ISBN 9955-601-73-6.
  4. ^ (EN) Rimša, Edmundas (2005). Heraldry: Past to Present. Versus aureus. p. 93. ISBN 9955-601-73-6.
  5. ^ (EN) Rimša, Edmundas (2005). Heraldry: Past to Present. Versus aureus. p. 94. ISBN 9955-601-73-6.
  6. ^ (EN) The Lituanian State flag, su Seimas of the Republic of Lithuania. URL consultato il 25 luglio 2019.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Vessillologia Portale Vessillologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di vessillologia