Bandiera della Felce argentata

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Silver Fern Flag
Silver Fern Flag
Proporzioni2:3
Simbolo FIAVBandiera di stato e civile
Tipologiacivile
Fotografia
Laffare1.jpg

La bandiera della Felce argentata (in inglese: Silver Fern Flag) è usata come bandiera non ufficiale in Nuova Zelanda, ed è spesso affiancata alla bandiera ufficiale. La felce rappresenta simbolicamente il cambiamento e la rinascita del popolo neozelandese. Il simbolo stesso della felce è usato sull'emblema nazionale e sulla moneta da un dollaro, oltre che essere il simbolo della nazionale di rugby a 15 e di altre società sportive. Fu usata per la prima volta sulle insegne militari neozelandesi durante la seconda guerra anglo-boera[1] (1899-1902).

Proposte di cambiamento[modifica | modifica wikitesto]

Il ministro degli affari culturali Marie Hasler propose nel 1998 l'uso della Felce argentata come bandiera ufficiale ma la proposta fu bocciata dal primo ministro Jenny Shipley. Nel 2003 la barca neozelandese all'America's Cup ha usato la bandiera della felce e una canzone con lo stesso nome. Nel 2005 l'organizzazione NZ Flag.com Trust, fondata con lo scopo di cambiare la bandiera neozelandese ha lanciato una petizione per un referendum, tuttavia raccogliendo un numero insufficiente di firme.

Nel 2014 il premier John Key annunciò un referendum sull'adozione di una nuova bandiera. La consultazione si tenne nel 2016 in due fasi. Nella prima, in cui doveva scegliersi l'alternativa alla bandiera ufficiale, una variante della felce argentata risultò l'opzione più votata. Nella seconda votazione però ottenne solo il 43.27% dei voti espressi e la bandiera del paese rimase quella con la Union Jack e la Croce del Sud.

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Badges of New Zealand. diggerhistory.info.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Vessillologia Portale Vessillologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di vessillologia