Ballate per piccole iene

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ballate per piccole iene
Afterhours ballate pp iene.jpg

Artista Afterhours
Tipo album Studio
Pubblicazione 2005
Durata 44 min : 13 s
Dischi 1
Tracce 10
Genere Alternative rock
Etichetta Mescal
Produttore Manuel Agnelli, Greg Dulli
Registrazione The Cave (Catania), Officine Meccaniche (Milano), Noise Factory (Milano) da Daniele Grasso, Paolo Mauri, Tommaso Colliva, Paolo Pasquariello
Note Esiste una versione in inglese dell'album intitolata Ballads for Little Hyenas
Afterhours - cronologia
Album precedente
(2002)

Ballate per piccole iene, pubblicato nel 2005, è il settimo album del gruppo italiano Afterhours.

Il disco[modifica | modifica wikitesto]

L'album è coprodotto dal musicista statunitense Greg Dulli, ex leader degli Afghan Whigs, che ha anche registrato diverse parti dell'album e ha partecipato attivamente alla tournée relativa, e porta con sé atmosfere più cupe, ma non per questo prive di forza, rispetto agli album precedenti, più votati alla sperimentazione rock.

Pubblicato nel 2005, il disco ha superato il record del precedente Quello che non c'è, raggiungendo il secondo posto nelle classifiche di vendita; prima del tour negli Stati Uniti del 2006 è uscita una versione in inglese dell'album, Ballads for Little Hyenas, contenente un inedito.

L'album ha 4 copertine differenti che rappresentano le sagome dei componenti del gruppo con le loro compagne/mogli[1]; le foto sono state oscurate su suggerimento di Manuel Agnelli. La fotografia è stata curata da Guido Harari e da Thomas Berloffa[1].

Stile[modifica | modifica wikitesto]

In questo album vengono ripresi i temi del precedente Quello che non c'è, quali il senso di vuoto e di sconfitta, la rassegnazione, la malinconia, che avevano già rimpiazzato l'ironia e l'irriverenza dei primi lavori. I testi sono ancora più espliciti, ancora più netti, ancora più crudi: "Ora che sei vera/sai la verità/siamo vivi per usarci" con queste parole (La sottile linea bianca) si apre l'album, e l'intento è chiaro.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

  1. La sottile linea bianca - 5:27
  2. Ballata per la mia piccola iena - 4:52
  3. È la fine la più importante - 2:57
  4. Ci sono molti modi - 4:25
  5. La vedova bianca - 4:22
  6. Carne fresca - 5:04
  7. Male in polvere - 3:57
  8. Chissà com'è - 4:02
  9. Il sangue di Giuda - 5:04
  10. Il compleanno di Andrea - 4:03

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Gruppo[modifica | modifica wikitesto]

Altri musicisti[modifica | modifica wikitesto]

  • Greg Dulli - pianoforte, percussioni, batteria elettronica, organo Hammond, mellotron, coproduzione del disco[2]
  • Hugo Race - chitarra slide su Ballata per la mia piccola iena[3]
  • John Parish - chitarra su Ballata per la mia piccola iena e missaggio[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Rock Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rock