Ball Aerospace & Technologies

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Ball Aerospace & Technologies
Logo
StatoStati Uniti Stati Uniti
Fondazione1956
Sede principaleBoulder
SettoreAerospazio
Prodottiveicoli spaziali e componenti aerospaziali civili, commerciali e militari e strumenti per la difesa.
Sito web

Ball Aerospace & Technologies (comunemente noto come Ball Aerospace) è un produttore statunitense di veicoli spaziali e componenti aerospaziali civili, commerciali e militari e strumenti per la difesa nazionale. Fondata nel 1956, la società è una consociata interamente controllata di Ball Corporation (NYSE: BLL), con sede principale a Boulder, Colorado. Nel 2010 aveva 2.700 dipendenti ed ha registrato un fatturato di $ 713.7 milioni.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Ball Aerospace ha iniziato a costruire sistemi di controllo missilistico militare nel 1956 e in seguito ha vinto un contratto per costruire una delle prime sonde NASA, l'Orbiting Solar Observatory[1]. Nel corso degli anni, la società ha diretto numerosi progetti tecnologici e scientifici e ha continuato a fornire ingegneria aerospaziale alla NASA tra cui lubrificanti, sistemi ottici, sensori stellari e antenne.

Nel 2005 le è stato titolato l'asteroide 4808 Ballaero.[2]

Nel 2011 la società si è classificata al 98º posto delle più grandi società di difesa in tutto il mondo.

Collaborazioni[modifica | modifica wikitesto]

Ball Aerospace è un fornitore di attrezzature spaziali altamente specializzate, in particolare nel campo dell'ottica. Ha collaborato alla costruzione di satelliti spaziali quali il satellite Kepler[3], il telescopio spaziale James Webb, il Wide-field Infrared Survey Explorer, il telescopio Hubble, lo strumento HiRISE del Mars Reconnaissance Orbiter oltre a numerose collaborazioni di alto profilo ingegneristico[4]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) About From Jars to the Stars, su earthviewmedia.com. URL consultato il 17 marzo 2018 (archiviato dall'url originale il 18 marzo 2018).
  2. ^ (EN) MINOR PLANET CIRCULARS/MINOR PLANETS AND COMETS (PDF), su minorplanetcenter.net, 35 gennaio 2005. URL consultato il 17 marzo 2018.
  3. ^ (EN) LEADING THE SEARCH FOR OTHER EARTHS, su ball.com. URL consultato il 17 marzo 2018.
  4. ^ (EN) Ball Aaerospace programs, su ball.com. URL consultato il 17 marzo 2018.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Sito web Ball Aerospace & Technologies
Controllo di autoritàVIAF (EN122973896 · ISNI (EN0000 0001 2105 0603 · LCCN (ENno2006058366 · WorldCat Identities (ENno2006-058366