Baklava

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Baklava
Baklava - Turkish special, 80-ply.JPEG
Origini
Luogo d'origine Impero Ottomano Impero Ottomano
Diffusione Asia Centrale, Turchia, Iran, Caucaso, Paesi arabi, Israele, Penisola Balcanica
Dettagli
Categoria dolce
Ingredienti principali Pasta sfoglia, sciroppo di zucchero con un goccio di limone (o miele), noci o pistacchi, burro, cannella
 

Il (o anche la) baklava o baclava (turco: baklava) è un dessert ricco di zucchero (o miele) e frutta secca originario della Turchia. È molto popolare in quella cucina e in quasi tutte le cucine dell'Asia sud-occidentale, centrale e balcaniche. Oltre a quella turca, esistono diverse versioni, fra le quali quelle albanesi (bakllava), arabe (بقلاوة baqlāwa), armene (փախլավա pʼaḫlava), bosniache (baklava), bulgare (баклава), greche (μπακλαβά), israeliane (בַּקְלָוָה, בקלווה baqlava), persiane (باقلوا baqlavā), serbe (baklava/баклава), tunisine (بقلاوة baklewa).

Origini La Baklava è un dolce servita con panna e pistacchi. La storia della baklava non è ben documentata. È stato rivendicato da molti gruppi etnici, ma molto probabilmente si tratta di un piatto turco proveniente dall'Asia Centrale, il quale è stato sviluppato nella sua forma attuale nelle cucine imperiali. Molti dolci ottomani, utilizzando pasta, grano, sesamo, noci e frutta, sono simili a dolci analoghi della cucina bizantina, alcuni dei quali erano simili. SPEROS VRYONIS identifica la baklava, il "piatto preferito dai bizantini".

Ma sebbene il gastris ,un piatto simile alla baklava, contenesse un ripieno di noci e miele, i suoi strati esterni non contenevano alcuna pasta, ma piuttosto una miscela di miele

Perry ha raccolto prove per dimostrare che pani a strati sono stati creati dai popoli turchi dell'Asia centrale, e sostiene che "l'anello mancante" tra i pani piegati e stratificati dell'Asia centrale (che non contengono noci) e la pasticceria moderna a base di pasta sfoglia utilizza strati di pasta e noci. La pasta fillo sottile come quella usata oggi, probabilmente è stata sviluppata nelle cucine del Palazzo Topkapi. Altre ipotesi sulle origini del baklava comprendono: che esso risalga all'antica Mesopotamia ,e sia stato menzionato in un libro di cucina mesopotamica sui piatti a base di noce; che Muhammad la descriva nel suo libro di cucina del XIII secolo; che si tratti di un dolce popolare bizantino. In questo dolce, strati di pasta fillo sovrapposti sono bagnati uno ad uno in latte riscaldato con lo zucchero. Esso si serve con noci e melograno fresco e generalmente viene mangiato durante il Ramadan.

Varietà[modifica | modifica wikitesto]

Ciascuna regione possiede la sua variante. Si tratta di un piatto molto dolce costituito di pasta fillo, sciroppo di zucchero (il quale può essere sostituito con il miele) e, in base alle ricette di pistacchi, noci o nocciole.

Preparazione[modifica | modifica wikitesto]

Antep baklavası / Gaziantep baklavas
Baklava and Pistachios for Sale - Gaziantep.jpg
Baklava in vendita nel un negozio della provincia di Gaziantep
Origini
Luogo d'origine Turchia Turchia
Regione Provincia di Gaziantep
Dettagli
Categoria dolce
Riconoscimento I.G.P.
Ingredienti principali Pasta sfoglia, pistacchio di Antep, burro, crema di semola e sciroppo
 

Il baklava è un dolce complesso e stratificato, di sottili sfoglie di pasta fillo, proprio come foglie o fogli di carta, imburrate e appoggiate in una teglia: noci tritate più o meno finemente (le quali possono essere sostituite da pistacchi), vengono sparse sui vari strati, che vengono poi cotti al forno, prima di essere imbevuti con una soluzione di zucchero e succo di limone o miele e spezie con acqua di rose. Nelle tradizioni greca e turca, a questo punto viene tagliato in triangoli, quadrati o rettangoli, in Libano la forma prediletta è quella del diamante/rombo o sempre in Turchia, arrotolato e tagliato in fette circolari. Come quasi tutti i piatti molto diffusi, quasi ogni regione, o forse quasi ogni famiglia, ne conserva una ricetta diversa.

Tradizionalmente secondo gli Ortodossi il numero di strati che compongono il baklava ammonta a 33, in riferimento agli anni della vita di Cristo.[1]

Marchio IGP[modifica | modifica wikitesto]

La Antep baklavası o Gaziantep Baklavas è una denominazione che designa un tipo di baklava il cui ingrediente principale è il pistacchio di Antep[2] (Antep fıstığı) e prodotta nella provincia di Gaziantep in Turchia. Conosciuta per i suoi pistacchi, la città di Gaziantep ha più di un centinaio di pasticcerie e ha la fama di produrre il miglior baklava di tutta la Turchia.[3]

Nel dicembre 2013, a livello europeo, la denominazione Antep Baklavası / Gaziantep Baklavas è stata riconosciuta indicazione geografica protetta (IGP).[4]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cucina Portale Cucina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cucina