Baitullah Mehsud

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Baitullah Mehsud (1975 circa – Makeen, 5 agosto 2009[1]) è stato un militare afghano.

È stato il comandante leader del Movimento telebano del Pakistan o TTP nella zona tribale a nord-ovest presso il confine afgano. Membro della tribù mehsud del Waziristan del Nord .

Combattè contro i sovietici negli anni ottanta , con i telebani negli anni novanta e contro le forze Usa e Nato dopo il 2001.

Baitullah è stato ucciso con altre 9 persone tra le quali la moglie e la suocera , il 5 agosto 2009 da un drone statunitense a Makeen nel Waziristan [2]: era stato accusato dal governo Pervez Musharraf di essere il mandante dell'omicidio di Benazir Bhutto. Accusa di cui si era sempre dichiarato innocente .

Il suo successore Hakimullah Mehsud verrà ucciso anche lui in Pakistan da un drone statunitense nel 2013 [3].

Note[modifica | modifica wikitesto]