Baiso

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Baiso
comune
Baiso – Stemma Baiso – Bandiera
Baiso – Veduta
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Emilia-Romagna-Stemma.svg Emilia-Romagna
ProvinciaProvincia di Reggio Emilia-Stemma.png Reggio Emilia
Amministrazione
SindacoFabrizio Corti (lista civica) dal 26-5-2014
Territorio
Coordinate44°30′07″N 10°36′17″E / 44.501944°N 10.604722°E44.501944; 10.604722 (Baiso)Coordinate: 44°30′07″N 10°36′17″E / 44.501944°N 10.604722°E44.501944; 10.604722 (Baiso)
Altitudine542 m s.l.m.
Superficie75,55 km²
Abitanti3 225[1] (31-12-2019)
Densità42,69 ab./km²
FrazioniAntignola, Borgo Visignolo, Ca' del Pino, Ca' Dorio, Caliceto, Calita, Capagnano, Carano, Casale, Casella, Casone Marcuzzo, Cassinago, Castagneto, Castelvecchio, Ca' Talami, Cerreto, Corciolano, Debbia, Fontanella, Gavia, Granata, Guilguella, Levizzano, Lucenta, Lugagnana, Lugara, Lugo, Maestà, Magliatica, Masere, Melegaro, Montefaraone, Muraglione, Osteria Vecchia, Paderna, Piola, Ponte Secchia, Riviera, San Cassiano, San Romano, Sasso Gattone, Teneggia, Torrazzo, Tresinara, Villa
Comuni confinantiCarpineti, Castellarano, Prignano sulla Secchia (MO), Toano, Viano
Altre informazioni
Cod. postale42031
Prefisso0522
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT035003
Cod. catastaleA586
TargaRE
Cl. sismicazona 3 (sismicità bassa)
Nome abitantibaisani
Patronosan Lorenzo
Giorno festivo10 agosto
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Baiso
Baiso
Baiso – Mappa
Posizione del comune di Baiso nella provincia di Reggio Emilia
Sito istituzionale

Baiso (Baîṣ in dialetto reggiano[2]) è un comune italiano di 3 225 abitanti della provincia di Reggio Emilia in Emilia-Romagna.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

Il territorio comunale di Baiso è situato nel medio Appennino reggiano, grossomodo a cavallo delle vallate del Tresinaro a nord-ovest e del Secchia a sud est. Confina a nord con Viano, ad est con Castellarano e con il comune modenese Prignano sulla Secchia, a sud con Toano e ad ovest con Carpineti.

Il capoluogo comunale Baiso è situato su un crinale a cavallo delle valli del Tresinaro e del torrente Lucenta e dista 33 km a sud dal capoluogo provinciale Reggio Emilia.

Clima[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Stazione meteorologica di Baiso.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Risale al 954 la prima menzione di Bagisium e la troviamo nella «Vita Mathildis» di Donizone quando parla dell'assedio di Canossa. In quegli anni la storia di Baiso è legata alla famiglia Baisi che prese appunto il nome dalla località. I componenti di tale famiglia furono spesso al seguito della contessa Matilde di Canossa e nelle contese si schierarono sempre dalla parte della Chiesa, ottenendo dai vescovi di Reggio in feudo tutto il territorio della Pieve di Baiso, espandendosi poi nel 1144 anche verso l'abbazia di Marola, ed occupando terre a destra e a sinistra del Secchia. L'unità del feudo si spezzò e nel 1174 i Baisi perdettero la giurisdizione delle terre d'oltre Secchia. Al feudo rimasero le ville di Baiso, San Romano, Lorano Maiatica e Canicchia. Nel 1256 Baiso passò completamente sotto i Fogliani e nel 1315 risultava come comune iscritto nel "Libro dei fuochi" e contava 37 famiglie proprietarie ed altre 46 residenti. Il castello fu al centro di varie contese, perso e ripreso dai Fogliani, dai Baisi e dai reggiani, ma alla fine prevalsero i Fogliani che lo tennero sino al 1472, anno in cui la famiglia perse tutti i suoi beni in montagna. Subentrarono gli Estensi fino al 1553. Dopo alterne vicende, nel 1641 ne furono investiti i Levizzani, titolari anche del feudo di Levizzano. Caduti i feudi, nel 1796, Baiso fu comune fino al 1807 quando divenne frazione di Carpineti. Ritrovò nuova autonomia col decreto Farini che nel 1859, alla vigilia della nascita del Regno d'Italia, ripristinò l'antico comune.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Architetture militari[modifica | modifica wikitesto]

Il castello di Baiso visto dal castello delle Carpinete.
  • Castello di Baiso

Architetture religiose[modifica | modifica wikitesto]

  • Chiesa di San Lorenzo
  • Chiesa di Santa Maria Assunta, situata nella frazione di Visignolo.
  • Chiesa dei Santi Quirico e Giuditta, situata nella frazione di San Romano.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[3]

Etnie e minoranze straniere[modifica | modifica wikitesto]

Al 31 dicembre 2019 gli stranieri residenti nel comune sono 327, ovvero il 10,1% della popolazione. Di seguito sono riportati i gruppi più consistenti[4]:

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
12 maggio 1985 5 maggio 1990 Gianni Merli Partito Socialista Italiano Sindaco [5]
6 maggio 1990 22 aprile 1995 Eliano Battistini Partito Socialista Italiano Sindaco [5]
23 aprile 1995 12 giugno 2004 Alberto Ovi Partito Popolare Italiano, centro-sinistra Sindaco [5]
13 giugno 2004 6 giugno 2009 Paolo Bargiacchi centro-sinistra Sindaco [5]
7 giugno 2009 24 maggio 2014 Alberto Ovi lista civica Sindaco [5]
25 maggio 2014 in carica Fabrizio Corti lista civica Baiso insieme Sindaco [6]

Sport[modifica | modifica wikitesto]

Proprio nella cittadina ha termine la corsa ciclistica riservata alla categoria juniores Reggiolo-Baiso.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2019.
  2. ^ AA. VV., Dizionario di toponomastica. Storia e significato dei nomi geografici italiani, Milano, GARZANTI, 1996, p. 57.
  3. ^ Statistiche I.Stat ISTAT  URL consultato in data 28-12-2012.
  4. ^ Bilancio Demografico e popolazione residente straniera al 31 dicembre 2019 per sesso e cittadinanza, ISTAT.
  5. ^ a b c d e http://amministratori.interno.it/
  6. ^ http://www.comune.baiso.re.it/wp-content/uploads/2014/05/Proclamazione-degli-eletti.pdf

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Emilia Portale Emilia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Emilia