Baia della Gyda

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Baia della Gyda
Parte di Mare di Kara
Stato Russia Russia
Circondario federale Urali
Soggetto federale Flag of Yamal-Nenets Autonomous District.svg Circondario autonomo Jamalo-Nenec
Coordinate 71°27′N 75°54′E / 71.45°N 75.9°E71.45; 75.9Coordinate: 71°27′N 75°54′E / 71.45°N 75.9°E71.45; 75.9
Dimensioni
Lunghezza 200 km
Larghezza 62 km
Profondità massima 5-8 m
Idrografia
Immissari principali Gyda, Juribej
Mappa di localizzazione: Federazione Russa
Baia della Gyda
Baia della Gyda
Kara seaKHB.PNG

La baia della Gyda (in russo: Гыда́нская губа́?, Gydanskaja guba) è un'insenatura lungo la costa settentrionale russa, nel Circondario autonomo Jamalo-Nenec. È situata nella parte centro-meridionale del mare di Kara.

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

La baia si trova nella parte settentrionale della penisola di Gyda, stretta tra le penisole Javaj (Явай) e Mamont (полуостров Мамонта). Ha una forma ad L, con una lunghezza di circa 200 km e una larghezza di 62 km nel punto più largo[1] La profondità massima è di 5–8 m, con flussi di marea di circa un metro.[1] Vi sfociano i fiumi Gyda e Juribej (река Юрибей). È ricoperta di ghiaccio per la maggior parte dell'anno.

In passato era una pianura, sommersa durante l'innalzamento globale degli oceani. Le coste sono basse, composte di depositi marini e glaciali, e coperte da muschi, licheni e cespugli della tundra.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (RU) Гыданская губа. In: Geografia. Moderna Enciclopedia Illustrata - M. Rosman. A cura di prof. A.P. Gorkina, 2006.
Controllo di autoritàVIAF (EN7811151595788905470001