Bahrain-Merida

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Bahrain-Merida Pro Cycling Team)
Jump to navigation Jump to search
Bahrain-Merida
Ciclismo Cycling (road) pictogram.svg
Bahrain Merida 2017-Vuelta a San Juan.jpg
Informazioni
Codice UCI TBM
Nazione Bahrein Bahrein
Debutto 2017
Specialità Strada
Status UCI World Tour
Biciclette Merida
Sito ufficiale Bahrain-Merida
Staff tecnico
Gen. manager Brent Copeland
Dir. sportivi Gorazd Štangelj
Tristan Hoffman
Vladimir Miholjević
Harald Morscher
Paolo Slongo
Rik Verbrugghe
Alberto Volpi
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Divisa

La Bahrain-Merida (codice UCI: TBM) è una squadra maschile bahreinita di ciclismo su strada. Attiva nel professionismo dal 2017, ha licenza UCI World Tour, che le consente di partecipare alle gare dell'omonimo calendario.

La squadra è finanziata da un consorzio di imprese del Bahrain, e dall'azienda taiwanese di biciclette Merida.[1]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Bahrain-Merida Pro Cycling Team 2017.

La Bahrain-Merida nasce nel 2016, con l'obiettivo di debuttare nel World Tour nella stagione 2017. La direzione della struttura viene affidata al general manager Brent Copeland[2], affiancato a livello tecnico dall'ex ciclista Gorazd Štangelj[3]; nella squadra di Štangelj entrano tra gli altri Mario Chiesa, Alberto Volpi, Tristan Hoffman[4] e Paolo Slongo[5].

La prima vittoria nella storia del team arriva già nel gennaio 2017 a opera di Ramūnas Navardauskas, che si impone in una tappa della Vuelta a San Juan. La stagione di esordio vede comunque protagonista soprattutto Vincenzo Nibali, capitano della squadra per i grandi giri, che si classifica terzo al Giro d'Italia, secondo alla Vuelta a España, vincendo peraltro una tappa in entrambe le corse, e conquista infine anche il successo al Giro di Lombardia. Il velocista di punta, Sonny Colbrelli, si aggiudica invece una tappa alla Parigi-Nizza, la Freccia del Brabante e la Coppa Bernocchi.

Il 2018 vede 2 rinforzi importanti per il team, Gorka Izaguirre e Domenico Pozzovivo. La prima vittoria importante arriva con Mohoric che vince il Gran Premio Industria e Artigianato. La prima vittoria nel World Tour arriva con Nibali che vince la Milano-Sanremo, seconda classica monumento per il team.

Cronistoria[modifica | modifica wikitesto]

Annuario[modifica | modifica wikitesto]

Anno Codice Nome Cat. Biciclette Dirigenza
2017 TBM Bahrein Bahrain-Merida WT Merida Manager: Brent Copeland
Dir. sportivi: Gorazd Štangelj, Paolo Artuso, Mario Chiesa, Tristan Hoffman, Philippe Mauduit, Vladimir Miholjević, Harald Morscher, Paolo Slongo, Alberto Volpi
2018 TBM Bahrein Bahrain-Merida WT Merida Manager: Brent Copeland
Dir. sportivi: Gorazd Štangelj, Tristan Hoffman, Vladimir Miholjević, Harald Morscher, Paolo Slongo, Rik Verbrugghe, Alberto Volpi

Classifiche UCI[modifica | modifica wikitesto]

Aggiornato al 31 dicembre 2017.[6]

Anno Class. Pos. Migliore cl. individuale
2017 World Tour 14º Italia Vincenzo Nibali (5º)

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Aggiornato al 15 maggio 2018.

Grandi Giri[modifica | modifica wikitesto]

Partecipazioni: 2 (2017, 2018)
Vittorie di tappa: 2
2017: 1 (Vincenzo Nibali)
2018: 1 (Matej Mohorič)
Vittorie finali: 0
Altre classifiche: 0
Partecipazioni: 1 (2017)
Vittorie di tappa: 0
Vittorie finali: 0
Altre classifiche: 0
Partecipazioni: 1 (2017)
Vittorie di tappa: 1
2017: 1 (Vincenzo Nibali)
Vittorie finali: 0
Altre classifiche: 0

Classiche monumento[modifica | modifica wikitesto]

2018 (Vincenzo Nibali)
2017 (Vincenzo Nibali)

Campionati nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Cronometro: 2017 (Tsgabu Grmay)
In linea: 2017 (Feng Chun Kai)
Cronometro: 2017 (Feng Chun Kai)

Organico 2018[modifica | modifica wikitesto]

Aggiornato al 7 gennaio 2018.[7]

Staff tecnico[modifica | modifica wikitesto]

Naz. Ruolo Sportivo
Sudafrica GM Brent Copeland
Slovenia DS Gorazd Štangelj
Paesi Bassi DS Tristan Hoffman
Croazia DS Vladimir Miholjević
Austria DS Harald Morscher
Italia DS Paolo Slongo
Belgio DS Rik Verbrugghe
Italia DS Alberto Volpi

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

Naz. Sportivo Anno
Italia Valerio Agnoli[8] 1985
Giappone Yukiya Arashiro[9] 1984
Italia Manuele Boaro[10] 1987
Slovenia Grega Bole[11] 1985
Italia Niccolò Bonifazio[12] 1993
Slovenia Borut Božič[13] 1980
Italia Sonny Colbrelli[14] 1990
Taiwan Feng Chun Kai[15] 1988
Spagna Iván García Cortina[16] 1995
Italia Enrico Gasparotto[17] 1982
Australia Heinrich Haussler[11] 1984
Spagna Gorka Izagirre 1987
Spagna Jon Izagirre 1989
Slovenia Kristijan Koren 1986
Slovenia Matej Mohorič 1994
Lituania Ramūnas Navardauskas[18] 1988
Italia Antonio Nibali 1992
Italia Vincenzo Nibali[19] 1984
Slovenia Domen Novak 1995
Ucraina Mark Padun 1996
Italia Franco Pellizotti 1978
Slovenia David Per 1995
Austria Hermann Pernsteiner 1990
Slovenia Luka Pibernik[20] 1993
Italia Domenico Pozzovivo 1982
Bielorussia Kanstancin Siŭcoŭ[13] 1982
Italia Giovanni Visconti[10] 1983
Cina Wang Meiyin 1988

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Confermata la nascita del Bahrain Cycling Team, in Cicloweb.it, 27 luglio 2016. URL consultato il 30 agosto 2016.
  2. ^ La nuova squadra araba si chiama Bahrain Merida Pro Cycling Team. Copeland general manager, in Cicloweb.it, 1º agosto 2016. URL consultato il 30 agosto 2016.
  3. ^ Bahrain-Merida, nello staff arrivano Stangelj e Chiesa, in SpazioCiclismo, 22 agosto 2016. URL consultato il 6 settembre 2016 (archiviato dall'url originale il 13 settembre 2016).
  4. ^ (NL) Hoffman wordt ploegleider bij nieuwe Bahrein-Merida, in Sporza.be, 5 settembre 2016. URL consultato il 5 settembre 2016.
  5. ^ BAHRAIN MERIDA. Slongo sarà il capo allenatore, in TuttoBiciWeb.it, 24 agosto 2016. URL consultato il 6 settembre 2016.
  6. ^ (EN) Ranking - Cycling - Road, su Uci.ch. URL consultato il 7 gennaio 2018.
  7. ^ (EN) BAHRAIN - MERIDA, su uci.ch. URL consultato il 7 gennaio 2018.
  8. ^ Valerio Agnoli segue Vincenzo Nibali al Bahrain-Merida, in Cicloweb.it, 12 settembre 2016. URL consultato il 12 settembre 2016.
  9. ^ Yukiya Arashiro firma un biennale con il Bahrain-Merida, in Cicloweb.it, 19 settembre 2016. URL consultato il 19 settembre 2016.
  10. ^ a b Arrivano Visconti e Boaro alla Bahrain-Merida, in La Gazzetta dello Sport, 11 agosto 2016. URL consultato il 30 agosto 2016.
  11. ^ a b Bahrain-Merida, ecco gli innesti di Heinrich Haussler e Grega Bole, in Cicloweb.it, 1º settembre 2016. URL consultato il 1º settembre 2016.
  12. ^ Niccolò Bonifazio lascia la Trek-Segafredo: per lui c’è la Bahrain-Merida, in Cicloweb.it, 10 settembre 2016. URL consultato il 12 settembre 2016.
  13. ^ a b Altre due pedine per la Bahrain-Merida: ecco Siutsou e Bozic, in Cicloweb.it, 25 agosto 2016. URL consultato il 30 agosto 2016.
  14. ^ Bahrain Merida sempre più italiana: ingaggiato Sonny Colbrelli, in Cicloweb.it, 28 agosto 2016. URL consultato il 30 agosto 2016.
  15. ^ Chun Kai Feng, un taiwanese per il Bahrain-Merida, in Cicloweb.it, 7 settembre 2016. URL consultato il 7 settembre 2016.
  16. ^ Lo spagnolo Iván García Cortina passa professionista con il Bahrain-Merida, in Cicloweb.it, 10 settembre 2016. URL consultato il 12 settembre 2016.
  17. ^ Enrico Gasparotto firma con il Bahrain-Merida, in Cicloweb.it, 9 settembre 2016. URL consultato il 9 settembre 2016.
  18. ^ Due acquisti per il Bahrain-Merida: ingaggiati Grmay e Navardauskas, in Cicloweb.it, 20 settembre 2016. URL consultato il 20 settembre 2016.
  19. ^ Ufficiale, Nibali alla Bahrain-Merida dal 2017, in La Gazzetta dello Sport, 3 agosto 2016. URL consultato il 30 agosto 2016.
  20. ^ Luka Pibernik firma con il Bahrain-Merida Team, in Cicloweb.it, 29 agosto 2016. URL consultato il 30 agosto 2016.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Ciclismo Portale Ciclismo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di ciclismo