Bae Doona

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bae Doona

Bae Doona[1] (Seul, 11 ottobre 1979) è un'attrice e modella sudcoreana, nota a livello internazionale per i ruoli nei film di Park Chan-wook, Mr. Vendetta (2002), The Host (2006), Cloud Atlas (2012). Dal 2015 interpreta uno dei protagonisti della serie televisiva Sense8 mentre dal 2017 interpreta la detective Han Yeo-Jin nella serie televisiva Stranger.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Essendo figlia di una famosa attrice coreana, Kim Hwa-young, Bae seguiva spesso le prove teatrali della madre, imparando anche a recitare, ma nonostante ciò non fece subito di tale possibilità una professione: "La gente potrebbe affermare che sono diventata un'attrice grazie a mia madre. Probabilmente quelle esperienze hanno sortito l'effetto opposto: ho visto molti grandi attori lavorare con lei, e ho pensato che questo fosse un lavoro solo per persone dotate di uno straordinario talento"

Frequenta la Hanyang University, laureandosi nel 1998. Dopo aver concluso la scuola, fu notata da un importante agente mentre camminava per le strade di Seul: venne scelta come modella per Cooldog's, un'azienda di abbigliamento su cataloghi. Nel 1999 partecipa, debuttando alla KBS, nel TV drama School. Nello stesso anno appare nel film The Ring Virus, un remake coreano del film giapponese Ring. Sempre nel 1999 Bae, che nel tempo libero si dedica alla fotografia,[2] viene premiata come attrice più popolare della KBC.

Nel 2000 il regista Bong Joon-ho la sceglie per il film Barking Dogs Never Bite, nella quale recita anche nuda. Nel 2001 ottiene una parte nella pellicola Take Care of My Cat, film diretto da Jeong Jae-eun, e nel 2002 in Mr. Vendetta, diretto da Park Chan-wook. Nel 2003 recita anche in Tube e in Spring Bears Love. Dopo questi film decide di prendersi una pausa. Nel 2004 ha lavorato come attrice teatrale, per la produzione di Sunday Seoul[3] in co-produzione con Park Chan-wook. Nel 2005 la Bae appare in un film giapponese, Linda Linda Linda, e nel 2006 lavora con Bong Joon-ho di nuovo con The Host.

La sua carriera continua e prende finalmente il volo grazie a Cloud Atlas un film del 2012 scritto e diretto dalle sorelle Lana e Lilly Wachowski e Tom Tykwer. Tratto dal romanzo L'atlante delle nuvole di David Mitchell, è un film di fantascienza, in cui interpreta "l'artificio" Sonmi~451. Dal 2015 è una dei protagonisti della serie Netflix Sense8, dove interpreta il ruolo di una donna d'affari di Seul esperta di arti marziali, Sun Bak.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Teatro[modifica | modifica wikitesto]

  • Sunday Seoul (2004)

Presentati[modifica | modifica wikitesto]

  • Music Camp - MC (MBC, 1999)
  • Radio TenTen Club - DJ (SBS, 1999)

Video musicali[modifica | modifica wikitesto]

  • You - Fish (2000)
  • Every Time I Look at You - Kang Kyun-Sung (2007)

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Libri[modifica | modifica wikitesto]

  • Doona's London Play (2006) - Bae's Photography
  • Doona's Tokyo Play (2007) - Bae's Photography

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

  • 1999 - KBS Drama Awards: Migliore nuova attrice (School)
  • 2000 - KBS Drama Awards: Attrice più popolare (RNA)
  • 2000 - Blue Dragon Awards: Migliore nuova attrice (Barking Dogs Never Bite)
  • 2001 - Korean Critics Association Awards: Migliore attrice (Take Care of My Cat)
  • 2001 - Chunsa Film Art Awards: Migliore attrice (Take Care of My Cat)
  • 2002 - Baeksang Arts Awards: Migliore attrice (Take Care of My Cat)
  • 2002 - Pusan Film Critics Awards: Migliore attrice (Take Care of My Cat)
  • 2006 - Director's Cut Awards: Migliori esibizoni Award (The Host)

Doppiatrici italiane[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Nell'onomastica coreana il cognome precede il nome. "Bae" è il cognome.
  2. ^ Molte delle sue foto possono essere viste nel suo blog ufficiale.
  3. ^ Da non confondere con il film sudcoreano omonimo.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN66746047 · ISNI (EN0000 0001 1573 2624 · LCCN (ENno2008059320 · GND (DE1022224719 · BNF (FRcb150212978 (data)