Bachmut

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Bachmut
comune
(UK) Бахмут
Bachmut – Stemma
Bachmut – Bandiera
Bachmut – Veduta
Bachmut – Veduta
Localizzazione
StatoUcraina Ucraina
Oblast'Flag of Donetsk Oblast.svg Donec'k
DistrettoBachmut
Territorio
Coordinate48°35′29″N 38°04′50″E / 48.591389°N 38.080556°E48.591389; 38.080556 (Bachmut)
Altitudine200 m s.l.m.
Superficie74 km²
Abitanti77 620 (2013)
Densità1 048,92 ab./km²
Altre informazioni
LingueUcraino e russo
Cod. postale84500–84510
Prefisso(+380) 6274
Fuso orarioUTC+2
Cartografia
Mappa di localizzazione: Ucraina
Bachmut
Bachmut
Sito istituzionale

Bachmut (in ucraino: Бахмут?) è una città dell'Ucraina orientale sita nell'oblast' di Donec'k e capoluogo dell'omonimo distretto.

Bachmut e il suo distretto, in particolare la città di Soledar, sono particolarmente attivi nell'industria alimentare; in città vi sono stabilimenti per la produzione di liquori e vini mentre nei pressi di Soledar vi è un importante deposito salino utilizzato almeno dal 1881.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Bachmut è situata nella porzione nord-orientale dell'oblast' di Donec'k sulle alture del Donec ed è attraversata dal fiume Bachmutka e dal Kamenuvatyj Jar.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Mappa di Bachmut e delle sue fortificazioni datata probabilmente al XVII secolo e conservata presso l'Archivio nazionale svedese

La prima menzione della città risale al 1571 quando qui fu creato un posto di guardia del Regno russo, anche se è probabile che l'area fosse già abitata.

Nel corso del XVII secolo fu potenziata come fortezza russa contro le scorrerie dei tatari di Crimea e nel 1701 fu istituita la prima miniera per l'estrazione del sale; la città fu distrutta dalla ribellione di Bulavin.[1] Tra il 1753 e il 1764 fu capitale della Slavo-Serbia. Nel 1783 le fu assegnato il titolo di città.

Nel 1924 la città fu ribattezzata in Artemivs'k, in onore del rivoluzionario Fëdor Andreevič Sergeev, meglio noto col nome di battaglia Artëm, e divenne capitale del Governatorato di Donec'k.

Durante la seconda guerra mondiale Artemivs'k fu protagonista nel 1942 di una strage ad opera dei soldati nazisti; tornò nelle mani dell'Unione Sovietica nel 1943.

Durante la guerra del Donbass la città è stata brevemente controllata dalla milizia della Repubblica Popolare di Doneck fino al 7 luglio 2014, giorno in cui l'esercito ucraino ne ha rivendicato la liberazione; successivamente nel 2016 nell'ambito della decomunistizzazione del paese ha riassunto il toponimo originale di Bachmut.

Nel corso dell'invasione russa dell'Ucraina del 2022 la città è diventata uno dei principali obiettivi dell'esercito russo.

La battaglia è una delle più sanguinose dall'inizio dell'invasione e le forze russe sono sempre più vicine alla cattura della città.[2]

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Ferrovie[modifica | modifica wikitesto]

La città è servita da quattro stazioni ferroviarie: Bachmut, Bachmut I e Maloilyšivs'ka per il servizio passeggeri e Stupky per il trasporto merci.

Mobilità urbana[modifica | modifica wikitesto]

La rete di trasporto pubblico locale è formata da una rete filoviaria di otto linee e da alcune autolinee urbane gestite dalla municipalizzata Bachmutelektrotrans.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Bakhmut, in Enciclopedia Britannica, Encyclopædia Britannica, Inc. URL consultato il 27 ottobre 2022.
  2. ^ Giorgia Crolace, Putin vuole conquistare a tutti i costi Bakhmut, ecco perché è una «città strategica», in Il Messaggero, 27 ottobre 2022. URL consultato il 27 ottobre 2022.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN142248559 · LCCN (ENno2004115803 · WorldCat Identities (ENlccn-no2004115803
  Portale Ucraina: accedi alle voci di Wikipedia che parlano dell'Ucraina