Baby Firefly

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vera-Ellen Wilson
Casadeldiavolo gip.jpg
Baby Firefly assieme a Capitan Spaulding (al centro) e Otis B. Driftwood nel film La casa del diavolo
Saga La casa dei 1000 corpi e La casa del diavolo
Soprannome
  • Baby Firefly
  • Angel
  • Baby Jane
  • Bunny
Autore Rob Zombie
1ª app. 2003 – 2005
1ª app. in La casa dei 1000 corpi
Ultima app. in La casa del diavolo
Interpretato da Sheri Moon Zombie
Voce italiana Rossella Acerbo
Specie Caucasica
Sesso femminile
Data di nascita 12 settembre 1948

« Cinese, giapponese...mutande scese...tette appese »

(da La casa del diavolo)

Baby Firefly è un personaggio fittizio creato da Rob Zombie per i film La casa dei 1000 corpi e La casa del diavolo. È stata interpretata in entrambe le pellicole da Sheri Moon Zombie, moglie del regista.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Per promuovere l'uscita dei film sulla famiglia Firefly, il regista ha creato dei retroscena riguardanti i protagonisti (Baby, Otis e Spaulding) sul sito web ufficiale, usando vecchie fotografie degli attori e finti ritagli di giornali per renderli più realistici.

Baby è una giovane donna che ama sequestrare e uccidere persone insieme alla sua famiglia. Mostra molta dimestichezza con le armi da fuoco e da taglio, prediligendo soprattutto l'utilizzo di queste ultime. La sua penale comprende omicidio di primo grado, rapina a mano armata, furto aggravato d'auto e prostituzione.

È una persona molto solare, estroversa e apparentemente docile, fattore che trae molto spesso in inganno le sue potenziali vittime, le quali si fidano facilmente della donna. Baby è molto legata alla sua famiglia, e ha un forte legame soprattutto con il fratellastro Otis.

Baby appare come una giovane donna sotto i trent'anni molto attraente, di statura longilinea, lunghi capelli riccioluti e biondi e gli occhi azzurri.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Baby, all'anagrafe Vera-Ellen Wilson, nasce il 12 settembre del 1948 nella comunità rurale immaginaria di Ruggsville, in Texas, dalla relazione tra Mother Firefly e Capitano Spaulding. Fin dall'infanzia, Baby mostra comportamenti maniacali e psicotici: in apparenza calma e serena, Baby sfocia rapidamente in forti ascessi di violenza e all'età di sette anni colpisce un compagno di scuola in un occhio con un coltellino rudimentale che la bambina si era costruita da sola. Il motivo del suo gesto resta sconosciuto.

Nel 1965, quando Baby ha circa sedici anni, suo padre porta a casa Otis, che viene integrato alla famiglia. Tra Baby e Otis, che la soprannomina Angel Baby, si forma un forte legame quasi simbiotico. Verso gli anni settanta Baby e Otis partono insieme, commettendo una serie di omicidi in tutto il paese, che documentano nei dettagli in una serie di album e diari.

Nell'inverno del 1976 Baby torna a Ruggsville da sola e riprende la sua vita nella fattoria dei Firefly.

La casa dei 1000 corpi[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1978 Baby attira un gruppo di quattro ragazzi, Bill, Jerry, Mary e Denise, fingendo di necessitare di un passaggio in auto. Durante il viaggio, suo fratello Rufus spara ad uno pneumatico, obbligando i ragazzi a scendere dall'auto. Baby li conduce presso la sua abitazione con la falsa promessa di aiutarli a chiamare un carro attrezzi, e la sua famiglia li ospita per cena.

Sul tardi, i Firefly organizzano uno spettacolo e Baby si esibisce cantando e ballando I Wanna Be Loved by You. Durante la sua performance Baby flirta con Jerry, scatenando l'ira della fidanzata Mary, che furiosa esorta il suo gruppo ad andarsene, ma vengono bloccati da Otis e Rufus. Baby fa lo scalpo a Jerry e accoltella a morte Mary, che tenta invano la fuga.

La casa del diavolo[modifica | modifica wikitesto]

Sei mesi dopo i Firefly vengono scoperti e braccati dalle autorità locali. Presso la fattoria avviene una sparatoria nella quale Rufus viene ucciso e Mamma catturata. Baby sgattaiola velocemente fuori dalla casa insieme a Otis, rubano un'auto a una donna che uccidono li a poco con un espediente e raggiungono una cabina telefonica dalla quale contattano il Capitano Spaulding. In attesa dell'uomo, Baby e Otis prendono in ostaggio quattro persone in un motel, che vengono torturate e uccise da questi.

Spaulding li raggiunge e insieme si recano da Charlie, fratellastro di Spaulding, che offre rifugio ai tre nel suo bordello. Tuttavia, lo sceriffo John Wydell e la sua squadra li intercettano, uccidono Charlie, i suoi amici e le sue due prostitute, tenendo per se Otis, Baby e Spaulding. Il trio viene torturato dallo sceriffo, che sul punto di ucciderli viene fermato ed ucciso da Tiny, che libera i suoi familiari per poi lasciarsi morire nella casa, che viene bruciata.

Il mattino seguente il trio scappa a bordo di un'auto e vengono inseguiti dalla polizia, che culmina con una sparatoria. nei suoi ultimi istanti di vita, baby spara all'impazzata contro un posto di blocco, per poi morire crivellata di colpi insieme al padre ed il fratellastro.

Baby Firefly secondo Sheri Moon[modifica | modifica wikitesto]

Baby Firefly è il primo ruolo cinematografico sostenuto da Sheri Moon, moglie di Rob Zombie dal 2002 e presente in molti videoclip del marito (da solista e con i White Zombie). Appassionata del cinema horror (tra i suoi film preferiti Shining, Frankenstein, Amityville Horror),[1] Sheri è stata subito eccitata dall'idea di interpretare al suo debutto un personaggio allo stesso tempo angelico e maniacale come Baby.[1] Il clima sul set è sempre stato piacevole e l'attrice ha stabilito un legame di profonda amicizia soprattutto con Karen Black (sua madre in La casa dei 1000 corpi), cosa che l'ha aiutata ad entrare nel personaggio.[2]

Ancor più stimolante per Sheri Moon è stato interpretare Baby Firefly di nuovo nel sequel. Rispetto al primo film, in La casa del diavolo l'attrice si è sentita più sicura di se stessa e questo l'ha aiutata nei cambiamenti che ha apportato al personaggio. Baby è cresciuta diventando un personaggio più duro, realistico e maniacale, meno appariscente ma dal carattere più sfaccettato. Ci sono momenti in cui Baby è molto tranquilla e silenziosa, quasi docile ma basta lo schioccare delle dita e si vede il male nei suoi occhi. E poi per la prima volta Baby passa da carnefice a vittima in La casa del diavolo e anche questo è un aspetto che l'attrice ha trovato interessante nell'evoluzione del personaggio.[1] Sheri Moon ammette però che lavorare al sequel è stata molto dura ed è stato molto più impegnativo rispetto al primo film, anche fisicamente date le molte scene d'azione, le location volutamente anguste e polverose ed il caldo. Oltretutto l'attrice ha voluto recitare personalmente in molte scene pericolose, lasciandone solo alcune alla controfigura.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d Intervista a Sheri Moon, www.freewebs.com. URL consultato l'11 settembre 2007.
  2. ^ Intervista a Sheri Moon, www.horror.com. URL consultato l'11 settembre 2007.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cinema