Bādarāyaṇa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Bādarāyaṇa (III-II sec. a.c.? I sec. d.C. ? – III-II sec. a.c.? I sec. d.C. ?) è stato un teologo e filosofo indiano presunto autore del Brahmasūtra (conosciuto anche come Vedāntasūtra, Uttaramīmāṃsāsūtra o Śārīrakamīmāṃsāsūtra).

Bādarāyaṇa è spesso associato, nella tarda tradizione hindū, al mitico saggio Vyāsa (il "Compilatore", appellativo di Kṛṣṇa Dvaipāyana[1]) autore del poema religioso Mahābhārata.

Il nome Bādarāyaṇa è già presente comunque nel Mīmāṃsāsūtra[2] di Jaimini (IV-II secolo a.C.) segnatamente al I,5 riferendosi espressamente a un Ṛṣi.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Da notare che questo nome ricorre anche nella Chāndogya Upaniṣad III,17,6.
  2. ^ Composto di 2621 aforismi che affrontano 890 argomenti inerenti al Veda, ai suoi rituali e ai comportamenti consoni.
Controllo di autoritàVIAF (EN173583954 · ISNI (EN0000 0003 7494 7873 · LCCN (ENn80150291 · GND (DE118701983 · BNF (FRcb13195252m (data) · NLA (EN35847718 · BAV ADV10081075 · CERL cnp00398458