Béla II d'Ungheria

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Béla II d'Ungheria
Béla II (Chronicon Pictum 114).jpg
Béla II in una miniatura del Chronicon Pictum
Re d’Ungheria e Croazia
In carica 1º marzo 1131 - 13 febbraio 1141
Incoronazione 28 aprile 1131
Predecessore Stefano II
Successore Géza II
Nascita 1110 circa
Morte Székesfehérvár, 13 febbraio 1141
Luogo di sepoltura Basilica dell’Assunzione, Székesfehérvár
Dinastia Arpadi
Padre Álmos d’Ungheria,
figlio di Géza I
Madre Predslava di Kiev
Consorte Elena di Rascia
Figli Elisabetta
Géza II
Ladislao II
Stefano IV
Almos
Sofia
Religione Cattolicesimo

Béla II d'Ungheria detto il Cieco (1110 circa – 13 febbraio 1141) fu re d'Ungheria dal 1131 al 1141.

Il suo governo viene generalmente considerato pacifico nonostante i tragici eventi della sua gioventù.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlio del principe Álmos, fu accecato insieme al padre da suo zio Colomanno, per permettere la successione al trono d'Ungheria a Stefano II d'Ungheria, figlio di Colomanno.

Béla fu sostenuto dai nobili ungheresi e salì al trono dopo il regno di Stefano II, che lo richiamò dall'esilio in Costantinopoli.

Nel 1136 invase per la prima volta la Bosnia, instaurandoci lo stato vassallo chiamato Banato di Bosnia, che assegnò inizialmente come titolo onorifico al figlio Ladislao.

Riuscì a sconfiggere gli eserciti russi e polacchi e penetrò in Polonia. Strinse amicizia con Giovanni di Grecia e Lotario II.

Gli succedette il figlio maggiore, Géza II.

Figli[modifica | modifica wikitesto]

Sposò Elena di Rascia, con la quale ebbero sei figli:

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Nicola Asztalos, Alessandro Pethö, Storia dell'Ungheria, Milano, Genio, 1937

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore re d'Ungheria Successore Coat of arms of Hungary.png
Stefano II 1131 - 1141 Géza II
Predecessore re di Croazia, Dalmazia e Slavonia Successore
Stefano III 1131 - 1141 Géza I
Controllo di autoritàVIAF (EN311734964 · LCCN (ENno2019137592 · GND (DE1062997034 · CERL cnp02114159 · WorldCat Identities (ENlccn-no2019137592
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie