Azadamard

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Azadamard in armeno Ազատամարտ
StatoImpero Ottomano
Linguaarmeno
Periodicitàquotidiano
Generepolitico sociale
Formatofolio
FondatoreRupen Zartarian
Fondazione10 giugno 1909, 1918
Chiusura1914, 1921
SedeCostantinopoli
Diffusione cartaceaImpero ottomano
DirettoreRupen Zartarian, Kegham Parseghian
Sito webCollezione di «Azadamard» nella Biblioteca Nazionale di Yerevan
 

Azadamard (Ազատամարտ) è stato un quotidiano politico-sociale armeno a Costantinopoli. Fu uno degli organi di stampa del partito 'Dashnaktsutiun' o Federazione Rivoluzionaria Armena. La sua pubblicazione ebbe due fasi: 1909-1914 e 1918-1921. Direttori furono Rupen Zartarian, Kegham Parseghian. La prima stagione cessò le pubblicazioni nel 1914, con l'approssimarsi del Genocidio Armeno. Fu ripreso dopo nel 1918 e cambiò il nome in "Ardaramart" poi in "Ariamart" . Il primo numero fu pubblicato il 10 giugno 1909. Tra i principali collaboratori ricordiamo: Avedis Aharonian, Yeghishe Topchyan, Garegin Barsamian, Yonan Tavtian, Liparit Nazariants, John Iwsufian, Mikayel Varandian, Leo, Hovhannes Tumanjan. Nel secondo periodo la "Azatamart" ha pubblicò molti materiali sul Genocidio degli Armeni, coprendo gli avvenimenti del 1920-1921 in Cilicia e occupandosi della situazione dei profughi armeni in Grecia e Medio Oriente.

Riviste coeve in lingua armena[modifica | modifica wikitesto]

A Costantinopoli furono pubblicate:

A Smirne furono pubblicate:

  • «Արևելեան մամուլ» Arevelean mamul (Stampa Orientale),
  • «Հայ գրականութիվն» Hay grakanutivn (Letteratura Armena),

a Mosca:

  • «Գարուն» Garun (La Primavera)

a Bucarest:

  • «շեփոր» Shepor (La Tromba)

a Boston:

  • «Հայրենիք» Hayrenik (La Patria)
  • «Փիւնիկ» Piunik (La Fenice)

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàBNF (FRcb32709336v (data)