Avatar (Fairy Tail)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avatar
gruppo
UniversoFairy Tail
Nome orig.(Avatāru)
Lingua orig.Giapponese
AutoreHiro Mashima
Studio黒魔術教団(アヴァタール)
EditoreKodansha
1ª app.Manga: Capitolo 424
Editore it.Star Comics
SpecieUmana
Formazione

Avatar (黒魔術教団(アヴァタール) Avatāru?) è un'organizzazione del manga e anime Fairy Tail di Hiro Mashima. È un culto adoratore di Zeref. Dopo lo scioglimento dell'Alleanza Balam venne creata Avatar che viene considerata l'erede delle tre gilde oscure più potenti di un tempo. Dopo che i maghi di Fairy Tail fermano il Rituale di Purificazione sconfiggono tutti i membri di Avatar e questi poi vengono arrestati dal Concilio della Magia. È la principale antagonista durante la medesima saga.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Dopo lo scioglimento dell'Alleanza Balam venne creato il culto adoratore del mago oscuro Zeref: Avatar. Essa viene considerata l'erede dell'Alleanza Balam e divenne un'organizzazione molto vasta con diverse filiali sparsi per il Regno. Il loro obiettivo era quello di sacrificare delle vite per attirare Zeref a loro, così facendo egli li avrebbe guidati alla conquista del mondo. Avatar decise di effettuare un rituale chiamato "Rituale di Purificazione" alla città di Malva. Gerard ed Elsa decisero di far infiltrare Gray nell'organizzazione. Tale organizzazione venne sconfitta alle porte della città di Malva dai maghi di Fairy Tail. Dopo la battaglia tutti i membri vengono arrestati dal Concilio della Magia e di conseguenza segnò lo scioglimento di Avatar.

Membri[modifica | modifica wikitesto]

Arlock[modifica | modifica wikitesto]

Arlock
UniversoFairy Tail
Nome orig.アーロック (Ārokku)
Lingua orig.Giapponese
AutoreHiro Mashima
1ª app.Manga: Capitolo 424
SpecieUmana
SessoMaschio
Poteri
  • Magia dei Proiettili
  • Magia delle Barriere
  • Magia dell'Evocazione

Arlock (アーロック Ārokku?) è un sacerdote del culto di Avatar. Sembra essere un uomo di mezza età ma il suo viso è coperto da una maschera che copre completamente il volto, questo perché ha stipulato un contratto con il Dio Ikusatsunagi sacrificando la sua faccia. Tale maschera è argentata e prende la forma di un uomo con un naso abbastanza grande e con dei baffi. È vestito come un prete, con tanto di cappello con sopra impresso il simbolo di Avatar. Porta sempre con sé un bastone magico che usa anche come attacco per gli incantesimi. Sembra essere il leader di Avatar e adora Zeref al punto di sacrificare anche l'intera Avatar per raggiungere il suo obiettivo. Appare la prima volta nella base di Avatar dove insieme a tutti gli altri membri si prepara per il Rituale di Purificazione. Insieme a tutta Avatar si dirige alla città di Malva per effettuare il rituale ma i maghi di Fairy Tail impediscono tale cosa ed iniziano uno scontro con essi. Arlock inizia a combattere contro Natsu ma viene sconfitto con facilità[1]. Subito dopo evoca il dio Ikusatsunagi, dicendo che il rituale può iniziare[2]. Insieme a tutti poi assiste alla distruzione del dio da parte di Natsu[3]. Viene poi arrestato dal concilio.

Abilità

Arlock quando lancia incantesimi utilizza un bastone magico che assomiglia anche ad uno scettro. Egli utilizza la Magia delle Barriere che gli dà la capacità di creare barriere molto resistenti per difendersi dagli attacchi. Tali barriere si dimostrano estremamente resistenti anche se poi Natsu riesce a distruggerle tutte. Ha dimostrato di saper utilizzare anche la Magia dell'Evocazione evocando il Dio della Guerra Ikusatsunagi. Durante lo scontro con Natsu ha dimostrato di possedere una grande resistenza riuscendo a muoversi nonostante l'attacco micidiale del dragon slayer.

Jerome[modifica | modifica wikitesto]

Jerome
UniversoFairy Tail
Nome orig.ジェローム (Jerōmu)
Lingua orig.Giapponese
SoprannomeJerome della Spada Oscura
AutoreHiro Mashima
1ª app.Manga: Capitolo 424
SpecieUmana
SessoMaschio

Jerome (ジェローム Jerōmu?) è un membro del culto di Avatar. È soprannominato Jerome della Spada Oscura (暗黒剣のジェローム Ankokuken no Jerōmu?)[4]. È un giovane ragazzo con i capelli spettinati di color arancione. Indossa pantaloni scuri, una corazza che copre con un mantello bianco. Porta sempre con sé la sua spada nera, sua arma da combattimento. È molto serio e attento infatti è sempre stato dubbioso sulla natura di Gray. Appare la prima volta alla base di Avatar dove insieme ai suoi compagni si prepara per effettuare il Rituale di Purificazione. Quando Natsu e Lucy riescono ad infiltrarsi nella base, Jerome insieme ai suoi compagni si dirigono per fermare gli intrusi e grazie a Mary riesce a fermarli[5]. Successivamente si reca insieme a tutta Avatar alla città di Malva per effettuare il rituale ma i maghi di Fairy Tail impediscono tale cosa ed iniziano uno scontro con essi. Jerome inizia a combattere contro Elsa ma viene sconfitto con facilità[4]. Viene poi arrestato dal concilio.

Abilità

La spada di Jerome ha un potere corrosivo, che disintegra tutto ciò con cui entra in contatto, riuscendo a polverizzare qualche armatura di Elsa. La sua abilità non è tuttavia strabiliante come la maga di Fairy Tail che riesce a sconfiggerlo facilmente.

Mary[modifica | modifica wikitesto]

Mary
UniversoFairy Tail
Nome orig.メアリー (Meari)
Lingua orig.Giapponese
AutoreHiro Mashima
1ª app.Manga: Capitolo 424
SpecieUmana
SessoFemmina
PoteriMagia Virus

Mary (メアリー Meari?) è un membro del culto di Avatar. È una giovane ragazza minuta. Possiede dei capelli corti di color rosa. In testa posta una cuffietta con due orecchie a forma di gatto. È una ragazza molto carina e sembra essere sempre felice. La sua particolarità e che i suoi occhi hanno la forma di un diamante e sono di colore giallo. Sulle unghie possiede uno smalto nero. Mary indossa un semplice dolcevita nero con le maniche decorate di colore bianco. Indossa una collana a forma di mezzaluna. Crede nel rituale di purificazione ed è fedele a Zeref, ma nonostante questo ha un comportamento gioviale e felice. Quando usa la sua magia prova piacere nel vedere gli altri che soffrono per la sua magia. Appare la prima volta alla base di Avatar dove insieme ai suoi compagni si prepara per effettuare il Rituale di Purificazione. Quando Natsu e Lucy s'infiltrano nella base di Avatar, Mary con la sua magia sconfigge Lucy[5]. Successivamente si reca insieme a tutta Avatar alla città di Malva per effettuare il rituale ma i maghi di Fairy Tail impediscono tale cosa ed iniziano uno scontro con essi. Mary inizia un nuovo scontro contro Lucy mettendola in ginocchio ma la sua magia viene annullata da Wendy, così facendo Lucy riesce a sconfigge Mary con un pugno violento[1]. Viene poi arrestata dal concilio.

Abilità

Mary utilizza una forma molto sinistra e pericolosa di una magia appartenente alla categoria delle Arti Nere, chiamata Virus. Tale magia le permette di creare col puro pensiero un virus all'interno del corpo dei suoi nemici provocandogli enormi sofferenze e portarle addirittura alla morte se lo crea dentro o intorno a punti vitali come il cervello e il cuore. Nonostante il corpo minuto ha dimostrato di possedere una notevole resistenza riuscendo a rimanere cosciente dopo essere stata sconfitta da Lucy in Forma Tauros.

Braiya[modifica | modifica wikitesto]

Braiya
UniversoFairy Tail
Nome orig.ブライヤ (Buraiya)
Lingua orig.Giapponese
AutoreHiro Mashima
1ª app.Manga: Capitolo 424
SpecieUmana
SessoFemmina
Poteri
  • Magia dei Cloni
  • Capacità di creare onde d'urto

Braiya (ブライヤ Buraiya?) è un membro del culto di Avatar. È una ragazza con un fisico snello, slanciato e formoso. Possiede una carnagione scura. I suoi capelli sono rivolti verso l'alto con un ciuffo simile alla Elvis Presley. Indossa una mantello con diversi disegni. Indossa un reggiseno molto piccolo lasciando molto scoperto il suo seno. Indossa un perizoma molto piccolo lasciando scoperto molto del suo corpo. Indossa degli orecchini a forma di cuore. È una persona molto tranquilla. Ha l'abitudine di dare dei soprannomi alle persone, ad esempio chiama Jerome "Capellone", Mary la chiama "Stupida nanetta". Appare la prima volta alla base di Avatar dove insieme ai suoi compagni si prepara per effettuare il Rituale di Purificazione[6]. Successivamente si reca insieme a tutta Avatar alla città di Malva per effettuare il rituale ma i maghi di Fairy Tail impediscono tale cosa ed iniziano uno scontro contro di essi. Braiya inizia uno scontro contro Gray non sopportando l'idea che lui era solo un infiltrato. Quando utilizza la sua Magia dei Cloni, un suo clone viene sconfitto facilmente da Juvia mentre i restanti vengono sconfitti velocemente da Gray[1]. Viene poi arrestata dal concilio.

Abilità

Braiya utilizza un tipo di magia chiamata Magia dei Cloni che gli dà la capacità di creare cloni di se stessa che però rappresentano un suo stato emotivo: amore, rabbia, tristezza e felicità. Ella ha dimostrato anche di creare onde d'urto che scaglia contro i nemici e di possedere una grande resistenza e velocità riuscendo a schivare gli attacchi nemici.

Goumon[modifica | modifica wikitesto]

Goumon
UniversoFairy Tail
Nome orig.豪門(ゴウモン) (Gomon)
Lingua orig.Giapponese
AutoreHiro Mashima
1ª app.Manga: Capitolo 424
SpecieUmana
SessoMaschio
PoteriTelecinesi

Goumon (豪門(ゴウモン) Gomon?) è un membro del culto di Avatar. È un uomo di mezza età. È calvo, possiede delle sopraciglia molto spesse rivolte verso l'alto, un pizzetto che copre solo la bocca. Sulla fronte ha tatuato un Kanji, che lui crede sia quello di Zeref, ma in realtà non è così. Indossa un kimono nero. Va in giro sempre con gli occhi chiusi e raramente li apre. È molto rispettoso e tiene ai suoi compagni. Ha l'abitudine di inchinarsi molte volte anche se non c'è nessuno di fronte a lui. Appare la prima volta alla base di Avatar dove insieme ai suoi compagni si prepara per effettuare il Rituale di Purificazione. Quando Natsu e Lucy s'infiltrano nella base di Avatar si reca da loro per fermarli ma viene sconfitto con un solo attacco da Natsu[7]. Successivamente dopo che vengono catturati, si reca nella loro gabbia per torturarli. Alla fine però decide di uccidere Lucy ma viene fermato da Gray che lo congela completamente[8]. Successivamente viene trovato legato nudo dal Concilio della Magia accanto a un messaggio lasciato da Gray. Viene poi arrestato dal concilio[9].

Abilità

Goumon utilizza la Telecinesi durante gli scontri per muovere oggetti contro i nemici. La sua telecinesi è molto sviluppata riuscendo a muovere molti oggetti contemporaneamente. Ha dimostrato di possedere una grande resistenza durante lo scontro contro Natsu.

D-6[modifica | modifica wikitesto]

D-6
UniversoFairy Tail
Nome orig.ディー6 (D-6)
Lingua orig.Giapponese
AutoreHiro Mashima
1ª app.Manga: Capitolo 424
SpecieUmana
SessoMaschio

D-6 (ディー6 D-6?) è un membro del culto di Avatar. È un uomo enorme coperto completamente da un'armatura nera. Sulle spalle possiede degli spallacci a forma di testa di demone. Sull'armatura è impresso un teschio con due mani. Indossa un elmo che copre completamente il viso. Appare la prima volta alla base di Avatar dove insieme ai suoi compagni si prepara per effettuare il Rituale di Purificazione. Quando Natsu e Lucy s'infiltrano nella base di Avatar si reca da loro per fermarli ma viene sconfitto con un solo attacco da Natsu[10]. Successivamente si reca insieme a tutta Avatar alla città di Malva per effettuare il rituale ma i maghi di Fairy Tail impediscono tale cosa ed iniziano uno scontro contro di essi. Appena giunge il concilio sul posto viene sconfitto con un solo attacco da Phanter Lily[11]. Viene poi arrestato dal concilio.

Abilità

Non si conosce nulla sulle abilità di D-6. L'unica cosa che si sa e che possiede una grande resistenza mostrata durante lo scontro contro Natsu.

Abel[modifica | modifica wikitesto]

Abel
UniversoFairy Tail
Nome orig.ア ベ ル (Aberu)
Lingua orig.Giapponese
AutoreHiro Mashima
1ª app.Manga: Capitolo 424
SpecieUmana
SessoMaschio
PoteriUshi no Koku Mairi

Abel (アベル Aberu?) è un membro del culto di Avatar. È un individuo molto piccolo. È vestito come un praticante voodo. Indossa un turbante attorno alla testa. Un vestito molto decorato. Gli occhi sono decorati di nero a forma di diamante. Indossa dei pantaloni larghi e scarpe a punta. Appare la prima volta alla base di Avatar dove insieme ai suoi compagni si prepara per effettuare il Rituale di Purificazione. Quando Natsu e Lucy s'infiltrano nella base di Avatar si reca da loro per fermarli ma viene sconfitto con un solo attacco da Natsu[12]. Successivamente si reca insieme a tutta Avatar alla città di Malva per effettuare il rituale ma i maghi di Fairy Tail impediscono tale cosa ed iniziano uno scontro con essi. Appena giunge il concilio sul luogo viene sconfitto da Gajil con un singolo attacco[13]. Viene poi arrestato dal concilio.

Abilità

Abel utilizza un tipo di magia delle Arti Nere, precisamente Ushi no Koku Mairi che gli permette di controllare i corpi altrui tramite una bambola se a questa viene infilato un capello della persona che si vuole controllare (la stessa magia di Kain di Grimoire Heart). Ha dimostrato di possedere una grande resistenza dopo che viene colpito da Natsu.


Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Manga di Fairy Tail, capitolo 432
  2. ^ Manga di Fairy Tail, capitolo 433
  3. ^ Manga di Fairy Tail, capitolo 434
  4. ^ a b Manga di Fairy Tail, capitolo 431
  5. ^ a b Manga di Fairy Tail, capitolo 428
  6. ^ Manga di Fairy Tail, capitolo 424
  7. ^ Manga di Fairy Tail, capitolo 427
  8. ^ Manga di Fairy Tail, capitolo 429
  9. ^ Manga di Fairy Tail, capitolo 435
  10. ^ Manga di Fairy Tail, capitolo 427
  11. ^ Manga di Fairy Tail, capitolo 435
  12. ^ Manga di Fairy Tail, capitolo 427
  13. ^ Manga di Fairy Tail, capitolo 435

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Anime e manga Portale Anime e manga: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di anime e manga