Auxis thazard thazard

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Tombarello
Autha u0.png
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Actinopterygii
Ordine Scombriformes
Famiglia Scombridae
Genere Auxis
Specie A.thazard thazard
Nomenclatura binomiale
Auxis thazard thazard
(Lacepède, 1800)
Nomi comuni

Tombarello, biso.

Il Biso o Tombarello[1] (Auxis thazard[2] o Auxis thazard thazard[3]) è un pesce di mare della famiglia Scombridae.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

È una specie cosmopolita e lungo le coste europee sale a nord fino alla Manica, nel mar Mediterraneo è molto comune e così anche in tutti i mari italiani.

È un pesce pelagico e si può trovare sia in acque costiere che al largo.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

È molto simile al tonno come aspetto generale ma si può riconoscere dagli altri membri della famiglia sia per le dimensioni, che non superano il mezzo metro ed il kg e mezzo di peso che per le due pinne dorsali separate ampiamente e per i disegni neri irregolari sul dorso simili a quelli dello sgombro, che arrivano poco più avanti della punta della pinna pettorale.

Il colore generale è blu scuro che sfuma nel grigio piombo sul ventre e sui fianchi. La pinna anale è bianca, le altre pinne grigie. La struttura è quella di un tonno in miniatura piuttosto che di uno sgombro, così la pinna caudale falcata, le pinne pettorali e ventrali sono piccole, la bocca relativamente piccola, ecc.

Le scaglie sono presenti solo nella zona toracica (corsaletto) e lungo la linea laterale.

Alimentazione[modifica | modifica wikitesto]

Si ciba esclusivamente di altri pesci, soprattutto clupeidi.

Alcuni esemplari pescati

Riproduzione[modifica | modifica wikitesto]

Avviene in estate, uova e larve sono pelagiche.

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Vive in banchi fittissimi.

Pesca[modifica | modifica wikitesto]

Si cattura in gran numero sia con le lenze a traina che con tonnare e reti da circuizione. È apprezzato dai pescatori sportivi per la resistenza che oppone alla cattura, meno per le carni che, seppur buone, per alcune persone sono un po' indigeste e, talvolta, addirittura lassative perché oleose e sanguinolente. Viene di solito venduto fraudolentemente come tonnetto.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Mipaaf - Decreto Ministeriale n°19105 del 22 settembre 2017 - Denominazioni in lingua italiana delle specie ittiche di interesse commerciale, su www.politicheagricole.it. URL consultato il 21 febbraio 2018.
  2. ^ (EN) Auxis thazard summary page, su FishBase. URL consultato il 21 febbraio 2018.
  3. ^ (EN) WoRMS - World Register of Marine Species - Auxis thazard thazard (Lacepède, 1800), su www.marinespecies.org. URL consultato il 21 febbraio 2018.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Costa F. Atlante dei pesci dei mari italiani Mursia 1991 ISBN 88-425-1003-3
  • Louisy P., Trainito E. (a cura di) Guida all'identificazione dei pesci marini d'Europa e del Mediterraneo. Milano, Il Castello, 2006. ISBN 88-8039-472-X

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Pesci Portale Pesci: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pesci