Austria Anteriore

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Austria Anteriore
Austria Anteriore - Stemma
Dati amministrativi
Nome ufficialeVorderösterreich
Lingue parlateTedesco
Politica
Nascitadopo il 1082
Causainvestitura a conte di Asburgo di Werner I d'Asburgo
Fine1805
CausaPace di Presburgo
Territorio e popolazione
Territorio originaleSvevia meridionale
Autriche antérieure.png
I possedimenti degli Asburgo tra il Lago di Costanza e l'Alsazia (1780)
Evoluzione storica
Preceduto daArms of Swabia.svg Ducato di Svevia
Succeduto daEarly Swiss cross.svg Confederazione svizzera

Baden Arms.svg Elettorato di Baden
Stemma Ducato Wurttemberg.png Elettorato del Württemberg
Armoiries électeurs de Palatinat.svg Elettorato di Baviera
France moderne.svg Regno di Francia

Austria Anteriore (in tedesco Vorderösterreich o die Vorlande) era il nome collettivo con cui, in età moderna, si indicavano i vecchi possedimenti degli Asburgo, sparsi nella Germania sud-occidentale, nell'antica Svevia.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

I possedimenti degli Asburgo in Svevia (1315)

L'espansione degli Asburgo in Svevia[modifica | modifica wikitesto]

Gli Asburgo presero il nome da una cittadina nel sud della Svevia, di cui furono nominati conti alla fine dell'XI secolo. A partire dalla propria contea, gli Asburgo si espansero progressivamente, acquisendo diversi piccoli potentati tra l'Alsazia, il Vorarlberg e la Svizzera. L'espansione durò fino al XVIII secolo, anche se in età moderna gli Asburgo acquisirono nella Germania meridionale soltanto qualche territorio di minore importanza, come Tettnang.

La nascita dell'Austria Anteriore[modifica | modifica wikitesto]

Questi territori rimasero il cuore dei possedimenti della casata fino all'elezione di Rodolfo I a re dei Romani, che concesse alla propria famiglia il ben più prestigioso ducato d'Austria. Pertanto, l'espressione "Austria Anteriore" venne utilizzata per indicare i possedimenti originario degli Asburgo nel ducato di Svevia, in opposizione all'Austria propriamente detta. Con la partizione dei territori asburgici sancita dal trattato di Neuberg del 25 settembre 1379, i territori della cosiddetta Austria Anteriore e della contea del Tirolo furono assegnati al ramo leopoldino della dinastia. Per questo motivo, talvolta nella definizione di Austria Anteriore veniva incluso anche il Tirolo.

La fine dell'Austria Anteriore[modifica | modifica wikitesto]

A partire dalla fine del XIII secolo la presenza asburgica nel sud-ovest della Germania venne progressivamente ridotta dalla nascita della Confederazione svizzera, che finì per sottrarre ai loro antichi signori gran parte dei territori meridionali della Svevia entro il XVI secolo. Con la pace di Vestfalia del 1648 il Sundgau divenne parte della Francia, mentre la Fricktal divenne parte della Svizzera nel 1802. La pace di Presburgo del 1805 porto alla dissoluzione definitiva dell'Austria Anteriore e i vecchi possedimenti asburgici vennero spartiti tra la Baviera, il Baden, e il Württemberg.

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

Pietra di confine del 1768 con lo stemma dell'Austria Anteriore ("Vorderösterreich" (VO)) a Salhöhe in Svizzera

L'Austria Anteriore era composta da alcuni territori sparsi a macchia di leopardo nella Svevia, quali l'Argovia, il Sundgau (l'Alsazia meridionale), a Brisgovia ad est del Reno (compresa Friburgo in Brisgovia dopo il 1386), gran parte del Vorarlberg e altri territori minori, il più grande dei quali era il margraviato di Burgau, nell'area tra Augusta e Ulma. Gran parte dei loro possedimenti a sud del Reno e del Lago di Costanza, eccetto la Fricktal, che rimase possedimento degli Asburgo fino alle guerre napoleoniche, vennero persi nel XIV secolo a vantaggio della Vecchia Confederazione Svizzera, dopo le battaglie di Morgarten (1315) e Sempach (1386).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN245646641 · GND (DE4063961-7 · WorldCat Identities (ENviaf-245646641
Storia Portale Storia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di storia