Xavier Woods

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Austin Watson)
Austin Watson
Xavier Woods nel marzo 2015
Xavier Woods nel marzo 2015
Nome Austin Watson
Ring name Consequences Creed
Xavier Woods
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Nascita Columbus
4 settembre 1986 (29 anni)
Residenza Marietta
Altezza dichiarata 175 cm
Peso 80 kg
Peso dichiarato 92 kg
Allenatore Brodie Ray Chase[1]
Rob Adonis
Debutto 2005[1]
Federazione WWE
Progetto Wrestling

Austin Watson (Columbus, 4 settembre 1986) è un wrestler statunitense sotto contratto con la WWE, dove si esibisce con il ring name di Xavier Woods ed è l'attuale detentore del WWE Tag Team Championship insieme a Big E e Kofi Kingston come membro del New Day.

Ha lavorato per la Total Nonstop Action Wrestling con il ring name di Consequences Creed[1] e ha vinto il TNA World Tag Team Championship con Jay Lethal nel tag team chiamato "Lethal Consequences". Il suo personaggio era basato su quello di Apollo Creed della serie di film Rocky.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

NWA Anarchy (2005–2007)[modifica | modifica wikitesto]

Creed come campione di coppia della NWA Anarchy con Hayden Young

Mentre studia alla Furman University, Creed inizia ad allenarsi per diventare un wrestler professionista nella scuola di Rob Adonis.

Durante la sua permanenza in NWA Anarchy, Creed forma un tag team con Hayden Young chiamato "Awesome Attraction". Insieme vinsero i titoli di coppia della federazione e, ancora oggi, detengono il regno più duraturo per quella cintura. Nel 2006 viene votato dai fans come migliore wrestler NWA.

Deep South Wrestling (2007)[modifica | modifica wikitesto]

Il 12 luglio 2007 Creed sconfigge Murder-One conquistando il DSW Heavyweight Championship.

Total Nonstop Action Wrestling (2007–2010)[modifica | modifica wikitesto]

Creed appare per la prima volta in TNA al PPV Bound of Glory 2007 combattendo in coppia con Ron Killings sostituendo l'infortunato Adam "Pacman" Jones. Inizia la sua carriera come Rasheed Lucius "Consequences" Creed. L'unione dei nomi con Ron "Truth" Killings ha dato vita ad un gioco di parole che formerà poi il nome del loro tag team Truth and Consequences (tradotto in italiano "Verità e conseguenze"). Il 21 ottobre viene ufficializzata la notizia che Creed ha firmato un contratto con la TNA.

Il 10 febbraio 2008, Creed combatte in un dark match prima del PPV Against All Odds in squadra con Sonjay Dutt sconfiggendo i Rock 'n Rave Infection in un tag team match. Il 13 marzo, ad Impact!, Creed appare in un promo dove dice che ritornerà al PPV Lockdown. La settimana successiva viene cambiata la data del suo ritorno e viene fissata per il 10 aprile. Nell'edizione di Impact! del 10 aprile, Creed fa il suo debutto sconfiggendo il membro della Rock 'n Rave Infection Jimmy Rave e qualificandosi per l'Xscape match a Lockdown. Partecipa al match Xscape dove riesce ad eliminare Shark Boy ma viene successivamente eliminato da Curry Man.

Al PPV Hard Justice, Creed sfida Petey Williams per il TNA X Division Championship, ma viene sconfitto per interferenza di Sheick Abdul Bashir. A Impact! il 4 settembre 2008, sconfigge Bashir laureandosi 1st contender per l'X Division Championship detenuto sempre da Williams. Il match viene tuttavia trasformato in un triple treath match che includeva Creed, Williams e Bashir dove è quest'ultimo a prevalere conquistando il titolo. Il 30 ottobre 2008, ad Impact!, forma un team con Samoa Joe, A.J. Styles, Jay Lethal, Petey Williams, Eric Young, ODB e The Motor City Machineguns che si chiamerà The Frontline, opposti ai Main Event Mafia. Il 9 gennaio 2009, Lethal sceglie Creed fra i membri della fazione come suo tag team partner e incassando la valigetta Feast or Fired, conquista i TNA World Tag Team Championship sconfiggendo i Beer Money, Inc. (Robert Roode e James Storm). Creed e Lethal vengono riconosciuti con il nome di "Lethal Consequences". Tuttavia, solo tre giorni dopo a Genesis, i due perdono i titoli in un three-way match contro i Beer Money, Inc. Il 1º ottobre 2009, Creed e Lethal partecipano al 5-man ladder match per decretare il primo sfidante al X Division Championship ma a vincere è stato Amazing Red. Il 29 marzo 2010, la TNA rilascia Creed.

World Wrestling Entertainment/WWE[modifica | modifica wikitesto]

Territori di sviluppo (2010–2013)[modifica | modifica wikitesto]

Il 22 luglio 2010, Watson firma un contratto di sviluppo con la World Wrestlign Entertainment (WWE) e fa il suo debutto la settimana successiva nella Florida Championship Wrestling (FCW) in un tag team match con il nome di Xavier Woods insieme a Percy Watson, ma viene sconfitto da Donny Marlow e Brodus Clay. Dopo qualche mese di anonimato, il 4 novembre 2010, in coppia con Wes Brisco, sconfigge Derrick Bateman e Johnny Curtis conquistando l'FCW Florida Tag Team Championship. La settimana successiva difendono i titoli dall'assalto di Trent Baretta e Caylen Croft. Il 20 novembre, difendono ancora i titoli dall'assalto di Jinder Mahal e Jacob Novak. Il 3 dicembre 2010, Wes Brisco subisce un infortunio e Woods è costretto a rendere anch'egli il titolo vacante che viene vinto successivamente da Titus O'Neil e Damien Sandow. Il 16 gennaio, ha l'opportunità di laurearsi primo sfidante all'FCW Florida Heavyweight Championship, detenuto da Mason Ryan, partecipando ad una battle royal ma viene eliminato per quart'ultimo da Calvin Raines. Il 2 febbraio, viene sconfitto da Damien Sandow. Nei tapings FCW del 7 marzo, Woods partecipa ad un triple treath match insieme a Calvin Raines e Jacob Novak ma il match viene vinto da quest'ultimo che schiena proprio Woods. Il 28 marzo, viene sconfitto da Brett DiBiase. Nei tapings FCW del 7 marzo, viene battuto da Husky Harris ma il 28 aprile, riesce a sconfiggere Michael Tarver. Il 26 maggio, perde contro Brad Maddox. Il 4 giugno, all'FCW Port Charlotte Show, Xavier Woods vince un match di coppia insieme a Trent Baretta contro Damien Sandow e Rick Victor. Nei tapings del 30 giugno, Xavier Woods perde un match contro Leo Kruger. Dopo essere stato qualche mese lontano dal ring, ritorna nei tapings del 2 novembre sconfiggendo Rick Victor. Chiude il 2011 con una vittoria ai danni di Colin Cassady. Il 2012, invece, si apre con una sconfitta per mano di Rick Victor. Il 2 febbraio, Woods affronta il talento OVW Antoni Polaski, venendo sconfitto mentre il 23 febbraio, perde per KO contro il debuttante Kassius Ohno. Nei tapings del 15 marzo, fa coppia con Jason Jordan e CJ Parker, battendo in un 6-man tag team match Jake Carter, Corey Graves e Brad Maddox. All'Orlando Show del 21 marzo, batte il rientrante Conor O'Brian. Tuttavia, al Lakeland Show, perde insieme a Jason Jordan contro Kenneth Cameron e lo stesso O'Brian. A fine mese, perde insieme a Richie Steamboat contro Jake Carter e Corey Graves. All'Orlando Show del 18 maggio, insieme a Mike Dalton, perde contro Big E. Langston e James Bronson. Dopo aver sconfitto, insieme a CJ Parker, per due volte Corey Graves e Jake Carter, Woods vince anche un 6-man tag team match insieme a Parker e Seth Rollins, battendo Joel Redman, Rick Victor e Garrett Dylan. Il 28 giugno, vince anche 8-man Elimination Tag Team Match insieme a Rollins, Dalton e Leakee contro Leo Kruger, Brad Maddox, Erick Rowan e Luke Harper. Il 1º agosto, a Bull Bash VI, Woods batte Byron Saxton. Il giorno dopo, la FCW viene chiusa e tutti i talenti vengono spostati nel roster di NXT Wrestling.

Woods debutta ad NXT nell'episodio del 31 ottobre, quando viene sconfitto da Leo Kruger, dopo un buon match. Il 28 novembre, vince il suo primo match in WWE, battendo Memo Montenegro. Al Royal Rumble Fan-Axxess, partecipa al torneo fra talenti di NXT nel quale il vincitore avrebbe potuto partecipare alla Royal Rumble stessa, ma non riesce a vincere. Il 20 febbraio, sconfigge El Local.

Il 18 novembre 2013 debutta a Raw in coppia con R-Truth battendo i 3MB. Nella puntata di Raw del 25 novembre sconfigge Heath Slater. Nella puntata di SmackDown del 29 novembre Xavier Woods e R-Truth vengono sconfitti dai Tons of Funk. Nella puntata di WWE Main Event dell'11 dicembre Woods e R-Truth perdono nuovamente contro i Tons of Funk.

The New Day (2014–presente)[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: The New Day.
Woods (a destra) come membro del New Day

Nella puntata di SmackDown del 28 novembre, debutta nella stable New Day insieme a Kofi Kingston e Big E, sconfiggendo Curtis Axel, Heath Slater e Titus O'Neil. A Extreme Rules hanno sconfitto Cesaro e Tyson Kidd e sono riusciti a vincere i WWE Tag Team Championships. A Payback hanno difeso con successo i titoli contro Kidd e Cesaro. A Elimination Chamber hanno nuovamente difeso con successo i titoli contro Cesaro e Kidd, i Los Matadores, i Lucha Dragons (Kalisto e Sin Cara), The Ascension e i Prime Time Players (Darren Young e Titus O'Neil) in un Elimination Chamber match. A Money In the Bank del 14 giugno Big E e Woods perdono le cinture contro i Prime Time Players.

I New Day riconquistano poi le cinture il 23 agosto a SummerSlam in un Fatal Four-Way Tag Team match che includeva anche i Lucha Dragons, i Los Matadores e i Prime Time Players. Dopo aver sconfitto i Prime Time Players nella puntata di Raw del 14 settembre,[2] il New Day ha poi iniziato una faida con i rientranti Dudley Boyz (Bubba Ray e D-Von Dudley), che hanno affrontato in tre diverse occasioni: a Night of Champions[3] e a WWE Live from Madison Square Garden,[4] dove hanno perso entrambi i match per squalifica e pertanto sono rimasti campioni; a Hell in a Cell, invece, Big E e Kingston hanno sconfitto i Dudley Boyz.[5] Woods ha avuto l'opportunità di conquistare lo United States Championship affrontando il campione John Cena il 28 settembre a Raw ma il match è stato vinto da quest'ultimo per squalifica a causa dell'intervento di Big E e Kingston ai suoi danni. Alle Survivor Series, insieme a King Barrett e Sheamus, il New Day è stato sconfitto in un Survivor Series elimination tag team match dagli Usos e i Lucha Dragons e Ryback.[6] Big E e Kingston hanno difeso con successo il titolo anche a TLC: Tables, Ladders and Chairs, dove hanno sconfitto gli Usos e i Lucha Dragons in un triple threat tag team ladder match.[7] Dopo aver difeso con successo il titolo in match separati contro i Lucha Dragons (nella puntata di SmackDown! del 22 dicembre)[8] e gli Usos (alla Royal Rumble),[9]

Nel mese di febbraio, a partire da Fastlane, durante il Cutting Edge Peep Show condotto da Edge e Christian i membri della New Day hanno iniziato a prendere in giro quelli della League of Nations (Alberto Del Rio, King Barrett, Rusev e Sheamus), effettuando di fatto un turn face: ciò ha portato i membri della League of Nations a interrompere il segmento.[10] Big E e Kingston hanno difeso con successo il titolo anche nella puntata di Raw del 7 marzo, quando hanno sconfitto AJ Styles e Chris Jericho.[11] Nel mese di marzo i membri del New Day hanno continuato a prendere in giro quelli della League of Nations attraverso dei video parodia[12] e le due fazioni si sono sfidate in un tag team match valido per il WWE Tag Team Championship a Roadblock, dove Big E e Kingston hanno sconfitto Sheamus e Barrett,[13] ripetendosi anche la sera dopo a Raw, quando Big E e Woods hanno sconfitto Rusev e Del Rio, il che ha portato la League of Nations ad attaccare il New Day al termine del match,[14] con la rivalità tra le due fazioni che è culminata a WrestleMania 32 (il 15 marzo era stato annunciato un handicap match tra le due fazioni e non era chiaro se il WWE Tag Team Championship fosse in palio o no),[15] dove Big E, Kingston e Woods sono stati sconfitti da Sheamus, Del Rio e Rusev in un match non titolato,[16] rifacendosi però nella puntata di Raw successiva, quando Big E e Kingston hanno nuovamente difeso con successo il titolo contro Sheamus e Barrett.[17]

Chiusa la faida con la League of Nations, il New Day ne ha iniziata una con i debuttanti Vaudevillains (Aiden English e Simon Gotch), i quali hanno sconfitto (a tavolino) Enzo Amore e Colin Cassady a Payback il 1° maggio, diventando i contendenti n°1 ai titoli di coppia. Il New Day ha dunque iniziato a prendere in giro i Vaudevillains nella puntata di Raw del 16 maggio e questi due hanno attaccato il trio. Il 22 maggio a Extreme Rules Big E e Woods hanno difeso con successo i titoli contro i Vaudevillains.[18] Nella puntata di Raw del 30 maggio Kingston e Big E hanno sconfitto i Vaudevillains per squalifica a causa dell'intervento di Karl Anderson e Luke Gallows ai loro danni. Infatti, nella puntata di Raw del 6 giugno, il New Day ha affrontato il The Club (composto oltre che da Gallows e Anderson anche da AJ Styles) in un 6-man Tag Team match ma è stato sconfitto. Il 19 giugno a Money in the Bank Kingston e Big E hanno difeso con successo i titoli in un Fatal 4-Way Tag Team match che includeva anche Karl Anderson e Luke Gallows, Enzo Amore e Big Cass e i Vaudevillains.[19] Il 19 luglio il New Day ha raggiunto e superato il record del regno più lungo come campioni con 340 giorni; il precedente primato apparteneva a Paul London e Brian Kendrick (331 giorni).

Con la Draft Lottery avvenuta nella puntata di SmackDown del 19 luglio, il New Day è stato trasferito nel roster di Raw e con tutto il gruppo anche i WWE Tag Team Championships. Il 24 luglio a Battleground il New Day è stato sconfitto dalla Wyatt Family (Bray Wyatt, Braun Strowman e Erick Rowan) in un match non titolato.

Giovinezza[modifica | modifica wikitesto]

Watson è nato a Columbus, Georgia nel 1986 e si è diplomato alla Sprayberry High School di Marietta nel 2004. Quello stesso anno ha cominciato a studiare psicologia e filosofia alla Furmkan University di Greenville, dove si è laureato nel 2008.

Nel wrestling[modifica | modifica wikitesto]

Mosse finali[modifica | modifica wikitesto]

Mosse caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Soprannomi[modifica | modifica wikitesto]

  • "Awesome"
  • "Awesome Consequences"
  • "Consequences"
  • "The Valedictorian"

Musiche d'ingresso[modifica | modifica wikitesto]

Titoli e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

1 Woods ha difeso il titolo con entrambi sotto la Freebird Rule.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Watson gestisce il canale YouTube "UpUpDownDown" con il nickname "Austin Creeds".

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Austin Creed profile, Online World of Wrestling. URL consultato il 19-08-2008.
  2. ^ (EN) Anthony Benigno, WWE Tag Team Champions The New Day def. The Prime Time Players, su wwe.com, WWE, 14 settembre 2015. URL consultato il 14 settembre 2015.
  3. ^ (EN) John Clapp, The Dudley Boyz def. WWE Tag Team Champions The New Day by Disqualification, su wwe.com, WWE, 20 settembre 2015. URL consultato il 20 settembre 2015.
  4. ^ (EN) WWE.com Staff, The Dudley Boyz def. The New Day by Disqualification, su wwe.com, WWE, 3 ottobre 2015. URL consultato il 3 ottobre 2015.
  5. ^ (EN) Kara A. Medalis, The New Day def. The Dudley Boyz (WWE Tag Team Championship Match), su wwe.com, WWE, 25 ottobre 2015. URL consultato il 25 ottobre 2015.
  6. ^ (EN) Jeff Laboon, Ryback, The Usos & The Lucha Dragons def. The New Day, Sheamus & King Barrett (Traditional Survivor Series Elimination Match), su wwe.com, WWE, 22 novembre 2015. URL consultato l'8 marzo 2016.
  7. ^ (EN) James Wortman, WWE Tag Team Champions The New Day def. The Usos and The Lucha Dragons in a Triple Threat Ladder Match, su wwe.com, WWE, 13 dicembre 2015. URL consultato il 13 dicembre 2015.
  8. ^ (EN) Anthony Benigno, WWE Tag Team Champions The New Day def. The Lucha Dragons, su wwe.com, WWE, 22 dicembre 2016. URL consultato l'8 marzo 2016 (archiviato dall'url originale l'8 marzo 2016).
  9. ^ (EN) Kevin Powers, WWE Tag Team Champions The New Day def. The Usos, su wwe.com, WWE, 24 gennaio 2016. URL consultato l'8 marzo 2016.
  10. ^ (EN) Greg Adkins, The New Day courts controversy on 'The Cutting Edge Peep Show', su wwe.com, WWE, 21 febbraio 2016. URL consultato il 22 febbraio 2016.
  11. ^ (EN) Anthony Benigno, WWE Tag Team Champions The New Day def. Chris Jericho & AJ Styles, su wwe.com, WWE, 7 marzo 2016. URL consultato l'8 marzo 2016.
  12. ^ (EN) Anthony Benigno, The New Day presents: The League of Nations' plot against The New Day, su wwe.com, WWE, 3 marzo 2016. URL consultato il 3 marzo 2016.
  13. ^ (EN) John Clapp, WWE Tag Team Champions Big E & Kofi Kingston def. Sheamus & King Barrett, su wwe.com, WWE, 12 marzo 2016. URL consultato il 13 marzo 2016.
  14. ^ (EN) Anthony Benigno, The New Day def. Alberto Del Rio & Rusev, su wwe.com, WWE, 14 marzo 2016. URL consultato il 15 marzo 2016.
  15. ^ (EN) John Clapp, The New Day vs. The League of Nations, su wwe.com, WWE, 15 marzo 2016. URL consultato il 15 marzo 2016.
  16. ^ (EN) Michael McAvennie, The League of Nations def. The New Day (Non-Title Match), su wwe.com, WWE, 3 aprile 2016. URL consultato il 4 aprile 2016.
  17. ^ (EN) John Clapp, WWE Tag Team Champions The New Day def. Sheamus & King Barrett, su wwe.com, WWE, 4 aprile 2016. URL consultato il 4 aprile 2016.
  18. ^ (EN) John Clapp, WWE Tag Team Champions The New Day vs. The Vaudevillains, su WWE.com, WWE, 2 maggio 2016. URL consultato il 06 maggio 2016.
  19. ^ (EN) James Caldwell, 6/19 WWE MITB PPV Results – Caldwell's Complete Live Report, su pwtorch.com, Pro Wrestling Torch, 19 giugno 2016. URL consultato il 20 giugno 2016.
  20. ^ (EN) WWE Wrestler(s) of the Year: The New Day, su rollingstone.com, Rolling Stone, 14 dicembre 2015. URL consultato il 22 gennaio 2016.
  21. ^ (EN) Dave Meltzer, Wrestling Observer Newsletter: 2015 awards issue w/ results & Dave’s commentary, Conor McGregor, and much more, in Wrestling Observer Newsletter, vol. 10839593, 22 gennaio 2015, p. 46.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]