Auryn

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando l'amuleto de La storia infinita, vedi Universo de La storia infinita#Oggetti.
Auryn
Auryn Logo.jpg
Paese d'origineSpagna Spagna
GenerePop rock
Teen pop
Dance pop
Periodo di attività musicale2009 – 2016
EtichettaWarner Music Spain, Must Producciones
Album pubblicati4
Studio4
Sito ufficiale

Gli Auryn sono stati una boy band spagnola attiva dal 2009 al 2016 e formata da Blas Cantó Moreno, Daniel Fernández Delgado, Álvaro García-Gango Guijarro, David Martín Lafuente e Carlos Pérez Marco.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Gli Auryn sono saliti alla ribalta con la loro partecipazione a Destino Eurovisión, il processo di selezione del rappresentante spagnolo per l'Eurovision Song Contest 2011. Delle tre canzoni che hanno presentato (Evangeline, El sol brillará e Volver), l'ultima ha conquistato il podio nella finale.[1]

Poco dopo la competizione, hanno pubblicato il loro singolo di debutto Breathe in the Light, che ha anticipato l'album Endless Road, 7058 ad ottobre 2011. Il disco ha raggiunto la 4ª posizione in classifica in Spagna.[2] Il loro secondo disco Anti-Heroes, uscito nel 2013, ha conquistato la vetta della classifica degli album ed è stato certificato disco di platino per aver venduto più di 40.000 copie a livello nazionale.[3]

Gli Auryn hanno conquistato un secondo album numero uno nel 2014 con Circus Avenue, certificato disco d'oro[4] e anticipato dal singolo Puppeteer, che è diventato il loro maggiore successo, trascorrendo ventuno settimane nella top 50 spagnola e conquistandone la vetta.[5] Nel 2015 il loro quarto album Ghost Town è diventato il loro terzo numero uno in Spagna, nonché il loro secondo disco d'oro con più di 20.000 copie vendute.[6]

Il 28 luglio 2016 hanno annunciato il loro scioglimento; i cinque membri hanno intrapreso carriere da solisti.[7] In particolare, Blas Cantó è stato selezionato come rappresentante spagnolo all'Eurovision Song Contest 2020.[8]

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album[modifica | modifica wikitesto]

  • 2011 - Endless Road, 7058
  • 2013 - Anti-Heroes
  • 2014 - Circus Avenue
  • 2015 - Ghost Town

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

  • 2011 - Breathe in the Light
  • 2011 - Last Night on Earth
  • 2012 - I Don't Think So
  • 2012 - Don't Give Up My Game
  • 2012 - 1900
  • 2012 - I Met an Angel (On Christmas Day)
  • 2013 - Cuando te volveré a ver
  • 2013 - Heartbreaker
  • 2013 - Make My Day
  • 2013 - Breathe Your Fire
  • 2014 - Puppeteer
  • 2014 - Saturday I'm in Love
  • 2014 - Get Ya Flowers/Pillow Talk
  • 2015 - I'll Reach You
  • 2015 - Electric
  • 2016 - Who's Loving You (feat. Anastacia)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (ES) José Díaz, Eurovisión 2011: Lucía Pérez nos representará con 'Que me quiten lo bailao', su espinof.com. URL consultato il 6 ottobre 2019.
  2. ^ (ES) Auryn - Endless Road, 7058, su El portal de Música. URL consultato il 6 ottobre 2019.
  3. ^ (ES) Auryn - Anti-Heroes, su El portal de Música. URL consultato il 6 ottobre 2019.
  4. ^ (ES) Auryn - Circus Avenue, su El portal de Música. URL consultato il 6 ottobre 2019.
  5. ^ (ES) Auryn - Puppeteer, su El portal de Música. URL consultato il 6 ottobre 2019.
  6. ^ (ES) Auryn - Ghost Town, su El portal de Música. URL consultato il 6 ottobre 2019.
  7. ^ (ES) Auryn se separa: cinco motivos por los que echaremos de menos a la boyband española de mayor éxito, su rtve.es, RTVE. URL consultato il 6 ottobre 2019.
  8. ^ (ES) Javier Escartín, Blas Cantó representará a España en Eurovisión 2020, su cope.es. URL consultato il 6 ottobre 2019.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica