Aurora Mardiganian

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Aurora Mardiganian in un francobollo armeno del 2013.

Aurora Arshaluys Mardiganian (in armeno: Աուրորա Արշալոյս Մարտիկանեան?; Çemişgezek, 12 gennaio 1901Los Angeles, 6 febbraio 1994) è stata un'attrice e scrittrice armena naturalizzata statunitense, superstite del genocidio armeno, autrice del libro Ravished Armenia (Auction of Souls) e attrice nel cast del film ispirato a quest'ultimo.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Aurora Mardiganian era figlia di una famiglia armena benestante di Çemişgezek, 32 km a nord di Harput, nella Turchia ottomana. A quattordici anni fu testimone dell'uccisione di tutta la sua famiglia. Fu risparmiata perché venne considerata buona 'merce' a causa del suo bell'aspetto, ma fu fatta prigioniera e costretta a marciare per oltre 2 300 km; rapita e venduta al mercato di schiavi dell'Anatolia, riuscì a fuggire a Tiflis (l'attuale Tbilisi in Georgia), poi a San Pietroburgo, da dove viaggiò verso Oslo e, infine, a New York.

Ravished Armenia (Auction of Souls)[modifica | modifica wikitesto]

Poster/volantino del film del 1919 ''Auction of Souls'' (Anime all'asta)
Frammento del film muto Ravished Armenia, dove la stessa Aurora lavorò come attrice; all'epoca delle scene girate, aveva 17 anni

A New York fu avvicinata da Harvey Gates, un giovane scrittore che l'aiutò a scrivere e pubblicare il racconto delle sue memorie, appunto Ravished Armenia (titolo completo: Ravished Armenia; the Story of Aurora Mardiganian, the Christian Girl, Who Survived the Great Massacres (1918).[1] Per le efferate violenze narrate, frutto non di fantasia ma autentiche, nel film omonimo (del quale sopravvive solo una parte) alcune scene furono tagliate, o descritte in modo alterato.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Balakian, Peter (2003) The Burning Tigris: The Armenian Genocide and America's Response.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN18151776799418012165 · ISNI (EN0000 0003 9385 1981 · LCCN (ENnr88003467 · GND (DE106104484X · BNF (FRcb13497294j (data) · WorldCat Identities (ENlccn-nr88003467