Aurelio Samorì

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Aurelio Samorì (Faenza, 20 gennaio 1946) è un compositore e didatta italiano.

La vita[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver completato gli studi al Conservatorio Gioachino Rossini di Pesaro (dove attualmente è titolare della cattedra di composizione), studiando, tra gli altri, con Boris Porena, si è perfezionato a Darmstadt con Stockhausen, Pousseur e Ligeti e a Roma con Franco Donatoni. Ed è proprio il pensiero di Franco Donatoni a costituire un importante punto di riferimento, nonché il punto di partenza principale della ricerca musicale di Samorì, autore che si esprime principalmente attraverso la musica da camera e di brani per strumento solista.

La sua musica si è imposta in concorsi internazionali di composizione: nel 1979 gli venne assegnato il Premio Varese, mentre nel 1986 si affermò al Concorso Ennio Porrino di Cagliari. Suoi brani sono editi da Suvini Zerboni e Ricordi.

Nel 2006 ha ricoperto il ruolo di Presidente della Giuria del Concorso internazionale di composizione "2 Agosto" a Bologna.[1]

Nel 2015 è stato Presidente della Giuria del 34º Concorso Internazionale di Violino "Premio Rodolfo Lipizer" di Gorizia[2].

Alcune opere significative[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Concorso Internazionale di Composizione "2 Agosto" - Edizione 2006, su concorso2agosto.it.
  2. ^ 34° Concorso Internazionale di Violino 'Premio Rodolfo Lipizer', su Associazione Culturale "Maestro Rodolfo Lipizer" ONLUS. URL consultato il May 20, 2016.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN15039418 · ISNI (EN0000 0000 0296 6432 · GND (DE1012525821 · BNF (FRcb14842452r (data)