Aulacorhynchus prasinus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Tucanetto smeraldino
Aulacorhynchus prasinus -perching on branch-8a.jpg
Aulacorhynchus prasinus
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Superphylum Deuterostomia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Infraphylum Gnathostomata
Superclasse Tetrapoda
Classe Aves
Ordine Piciformes
Famiglia Ramphastidae
Genere Aulacorhynchus
Specie A. prasinus
Nomenclatura binomiale
Aulacorhynchus prasinus
(Gould, 1834)

Il tucanetto smeraldino (Aulacorhynchus prasinus (Gould, 1834)) è un uccello della famiglia Ramphastidae.[2]

Detto smeraldino per il suo piumaggio, questo uccello riesce a mimetizzarsi nell'ambiente tropicale.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Il tucanetto smeraldino ha colori brillanti ed un grande becco. L'adulto ha una lunghezza di 30-35 cm e il peso può variare dai118 g ai 230 g[3][4]. Entrambi i sessi hanno un aspetto simile, sebbene la femmina in genere sia più piccola e con un corpo leggermente più corto. È, come altri membri del genere Aulacorhynchus, principalmente di color verde. Il sottocoda e la coda sono rossicci. Il becco è nero e giallo sulla mandibola superiore (con veriazioni fra le sottospecie) e, a differenza delle sottospecie A. p. volcanius e A. p. virescens, non ha una banda bianca alla base del becco.

Le cerchie degli occhi vanno dal blu al rosso, in alcune sottospecie sono molto scure, tanto che appaiono quasi nerastre da una certa distanza; l'iride è nera. Le gambe sono grigiastre.

I giovani hanno colori più spenti rispetto agli adulti, compresa la gola, e, a seconda della sottospecie, le aree nere del becco possono essere brune oppure il becco interamente giallo.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Questa specie è presente in America Centrale (Belize, Costa Rica, Ecuador, El Salvador, Guatemala, Honduras, Messico, Nicaragua e Panama) e Sudamerica (Bolivia, Brasile, Colombia, Perù e Venezuela).[1]

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

Il tucanetto smeraldino era originariamente attribuito al genere Pteroglossus. Viene chiamato anche "tucanetto smeraldino messicano".

Sottospecie[modifica | modifica wikitesto]

Sono riconosciute quattro sottospecie[2]:

  • Aulacorhynchus prasinus warneri Winker, 2000, Messico sud-orientale.
  • Aulacorhynchus prasinus prasinus Gould, 1833, Messico orientale e sud-orientale, nel Belize e nel nord del Guatemala.
  • Aulacorhynchus prasinus virescens Ridgway, 1912, dal Guatemala orientale all'Honduras e al nord del Nicaragua.
  • Aulacorhynchus prasinus volcanius Dickey & van Rossem, 1930, El Salvador orientale.

Conservazione[modifica | modifica wikitesto]

La IUCN Red List classifica questa specie come a basso rischio di estinzione (Least Concern).[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) BirdLife International 2012, Aulacorhynchus prasinus, su IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2018.1, IUCN, 2017.
  2. ^ a b (EN) Gill F. and Donsker D. (eds), Family Ramphastidae, in IOC World Bird Names (ver 6.2), International Ornithologists’ Union, 2016. URL consultato il 14 maggio 2014.
  3. ^ (EN) Ramphastidae (Toucans, Toucanets, & Aracaris), Zoo di Nashville. URL consultato il 1º aprile 2018 (archiviato dall'url originale il 19 agosto 2007).
  4. ^ (EN) Lester L. Short, Toucans, barbets, and honeyguides : Ramphastidae, Capitonidae, and Indicatoridae, 1ª ed, Oxford University Press, 2001, ISBN 0198546661, OCLC 45460945.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Uccelli Portale Uccelli: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di uccelli