Augusto Tretti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Augusto Tretti (Verona, 19 giugno 1924Verona, 7 giugno 2013[1]) è stato un regista, sceneggiatore e attore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Arruolato da poche settimane, s'imbatte nell'8 settembre presso una caserma di Verona, dove verrà catturato dalle truppe tedesche. Fugge ed entra nella Resistenza nella zona del Garda.[2] Frequenta la facoltà di giurisprudenza, ma l'ambiente universitario si rivela estraneo alla sua indole e durante quegli anni inizia la sua carriera di cineasta, realizzando brevi cortometraggi "anti-religiosi", andati perduti. Intenzionato a perseguire la carriera di regista, si trasferisce a Roma a metà degli anni cinquanta, dove frequenta gli ambienti culturali della capitale, che in quel periodo vedevano la presenza di nomi molto noti del cinema italiano, quali Ennio Flaiano, Federico Fellini e Michelangelo Antonioni.

Notato da Federico Fellini, verrà da questi chiamato a collaborare al suo film Il bidone, che fu considerato un flop commerciale.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Viva Augusto Tretti!, rapportoconfidenziale.org, 11 giugno 2013
  2. ^ Augusto Tretti e la Resistenza [trascrizione integrale], su rapportoconfidenziale.org.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN90371890 · SBN IT\ICCU\TO0V\429613 · BNF (FRcb171310919 (data) · WorldCat Identities (ENviaf-90371890