Auand Records

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Auand Records
StatoItalia Italia
Fondazione2001
Fondata daMarco Valente
Sede principaleBisceglie
SettoreMusica
Sito web

La Auand Records è un'etichetta discografica di Bisceglie, in Puglia, fondata nel 2001 da Marco Valente[1]. Il significato del nome vuol dire "agguanta" e "attento"; il logo, che è di colore verde e nero[2], rappresenta una mano con un buco nero in mezzo[3].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il primo disco prodotto è stato X-Ray, debutto del trombonista barese Gianluca Petrella[4]. Nel 2003 fu pubblicato Virus di Francesco Bearzatti.[5]. Nel 2009 è stata inaugurata Auand Family.

Ad oggi sono stati pubblicati 29 dischi e altri 4 nella piano series[6]; oltre ad essere conosciuta in Italia, è conosciuta anche all'estero[7].

La casa discografica produce maggiormente jazz[8]. Ha prodotto gli album di musicisti italiani ed esteri, fra i quali: David Binney, Paolo Angeli, Antonello Salis, Francesco Bearzatti, Gianluca Petrella, Bobby Previte, Giancarlo Tossani, Caterina Palazzi, Simone Graziano e Gaetano Partipilo.

Nel 2011 la casa festeggia i suoi 10 anni di vita con un festival a New York (Auand Meets NYC) a cui collaborano Francesco Bearzatti (al clarinetto e sassofono tenore), Ohad Talmor (al sassofono tenore), Giancarlo Tossani (al Fender Rhodes), Dan Weiss (alla batteria) e diversi altri musicisti italiani e americani.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Auand Records su Rateyourmusic
  2. ^ a b Auand 10th Anniversary 10tet 2001-2011
  3. ^ Auand sito ufficiale
  4. ^ Recensione: X-Ray su Italia-allaboutjazz
  5. ^ Virus su Jazzitalia
  6. ^ Piano Series su Auand
  7. ^ Nasce l'Auand Family, esempio di imprenditoria glocale su Bisceglielive
  8. ^ Speciale Auand Records su Chitarraedintorni