Au hasard Balthazar

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Au hasard Balthazar
Au Hasard Balthazar.png
Una scena del film.
Titolo originaleAu hasard Balthazar
Paese di produzioneFrancia, Svezia
Anno1966
Durata95 min
Dati tecniciB/N
Generedrammatico
RegiaRobert Bresson
SceneggiaturaRobert Bresson
FotografiaGhislain Cloquet
MontaggioRaymond Lamy
MusicheJean Wiener
ScenografiaPierre Charbonnier
Interpreti e personaggi

Au hasard Balthazar è un film del 1966 del regista Robert Bresson.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Balthazar è un asino di proprietà di Jacques, un ragazzino francese. Trascorre però gran parte del suo tempo con Maria che, in seguito a contrasti con Jacques, lo vende a Gèrard, un poco di buono che lo maltratta per poi cederlo a sua volta ad Arnold, un alcolizzato. Lavora in un circo in cui risolve operazioni matematiche e successivamente gira la ruota di un pozzo agli ordini di imprenditore che ha come unico amore il denaro. Alla fine ritorna nella casa in cui era cresciuto, ma Maria non è più una bambina, la vita l'ha cambiata e non si interessa più a Balthazar, l'unica che si preoccupa per lui è la madre della ragazza. Stanco e vecchio, viene rubato durante la notte da Gèrard che lo vuole usare per il trasporto di merci di contrabbando, e preso a bastonate per l'ultima volta dato che gli agenti della dogana iniziano a sparare contro il ragazzo ed il suo amico. Scappano, Balthazar viene ferito e il film si conclude con l'animale stremato, in mezzo a un gregge di pecore, che si lascia andare a terra.

Critica[modifica | modifica wikitesto]

L'opera è universalmente riconosciuta come una delle migliori espressioni del cinema mondiale.

Il dizionario del cinema Il Morandini gli assegna cinque stelle su cinque.[1].

Tale gradimento è dimostrato anche dal pubblico, nonostante non si tratti di un film "da botteghino". Gli utenti del sito Internet movie database hanno giudicato la pellicola con una media pesata vicina all'8, e di essi ben un terzo si è espresso con il voto massimo di 10.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Morando Morandini, Morandini Laura, Morandini Luisa, Il Morandini 2004. Dizionario dei film, Milano, Zanichelli, 2007, ISBN 978-88-08-05585-9.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN250831211 · GND (DE7635090-3 · BNF (FRcb14557959f (data) · WorldCat Identities (EN250831211
Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema