Atypical

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Atypical
Atypical.PNG
Titolo originaleAtypical
PaeseStati Uniti d'America
Anno2017 – in produzione
Formatoserie TV
Generecommedia
Stagioni2
Episodi18
Durata26-38 min (episodio)
Lingua originaleinglese
Rapporto16:9
Crediti
IdeatoreRobia Rashid
RegiaSeth Gordon
Interpreti e personaggi
Doppiatori e personaggi
ProduttoreJennifer Jason Leigh
Produttore esecutivoRobia Rashid, Seth Gordon, Mary Rohlich
Casa di produzioneExhibit A, Weird Brain, Inc., Sony Pictures Television
Prima visione
Distribuzione originale
Data11 agosto 2017
DistributoreNetflix
Distribuzione in italiano
Data11 agosto 2017
DistributoreNetflix

Atypical è una serie televisiva statunitense che ha debuttato l'11 agosto 2017 in tutti i paesi in cui il servizio on demand Netflix è disponibile.[1] Il 13 settembre 2017 la serie è stata rinnovata per una seconda stagione di dieci episodi,[2] che è stata pubblicata il 7 settembre 2018.[3] Ad ottobre 2018 la serie è stata rinnovata per una terza stagione, anch'essa di dieci episodi.[4]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Giunto alla soglia dei 18 anni, Sam, un ragazzo con la Sindrome di Asperger,[5] un disturbo pervasivo dello sviluppo imparentato con l'autismo, sente che è arrivato il momento per lui di trovare l'amore e reclamare la propria indipendenza. Preso di mira dai coetanei perché considerato «strano», aiutato dalla sua terapeuta Julia, Sam intraprende un viaggio divertente ed emozionante alla ricerca di se stesso, portando la madre apprensiva Elsa, il padre comprensivo Doug e la sorella sconclusionata Casey a fronteggiare i cambiamenti che ne derivano.

Episodi[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Episodi Pubblicazione USA Pubblicazione Italia
Prima stagione 8 2017 2017
Seconda stagione 10 2018 2018

Personaggi e interpreti[modifica | modifica wikitesto]

Principali[modifica | modifica wikitesto]

  • Elsa Gardner (stagione 1-in corso), interpretata da Jennifer Jason Leigh, doppiata da Chiara Colizzi.
    La madre di Casey e Sam. È una donna molto protettiva nei riguardi di suo figlio, infatti per lei non sarà facile la ricerca dell'indipendenza del ragazzo. Avrà una relazione extraconiugale con Nick, un affascinante barista a cui non riesce a resistere, che tuttavia deciderà di mollare per amore dei figli.
  • Sam Gardner (stagione 1-in corso), interpretato da Keir Gilchrist, doppiato da Alex Polidori.
    Ragazzo di 18 anni con un forte interesse per i pinguini e l'Antartide. Ha la Sindrome di Asperger. Viene giudicato da tutti un ragazzo strano per via della sua condizione ed è cosciente del fatto che la gente si prenda gioco di lui. È molto più sensibile di quanto si pensi e, quando capisce che qualcuno è arrabbiato, ne prova subito una forte empatia e cerca in tutti i modi di rimediare. È alla forte ricerca di un'indipendenza.
  • Casey Gardner (stagione 1-in corso), interpretata da Brigette Lundy-Paine, doppiata da Joy Saltarelli.
    Giovane sorella di Sam. È un'atleta e corre nella squadra della scuola, venendo considerata la più forte delle sue compagne tanto da venire scelta per una scuola molto prestigiosa. Non ha un buon rapporto con la madre, da cui si sente poco considerata rispetto a Sam, ma ha una forte empatia con suo padre.
  • Julia Sasaki (stagione 1-in corso), interpretata da Amy Okuda, doppiata da Eleonora Reti.
    È la terapista di Sam, di cui il ragazzo si innamorerà. Ha scelto di intraprendere la professione per via di suo fratello, anche lui autistico. È fidanzata con Miles, un ragazzo di cui resterà incinta.
  • Doug Gardner (stagione 1-in corso), interpretato da Michael Rapaport, doppiato da Stefano Benassi.
    Padre di Casey e Sam, nonché marito di Elsa. Ha avuto grandi difficoltà nel socializzare con Sam, tuttavia inizia ad avvicinarsi a lui quando il ragazzo chiede consigli su come conquistare delle ragazze. Le grandi difficoltà sono dovute anche al fatto che l'uomo aveva abbandonato la famiglia per otto mesi quando Sam era piccolo. È in buoni rapporti con la figlia Casey, di cui è molto fiero e geloso, non apprezzando all'inizio il fidanzato di quest'ultima.

Ricorrenti[modifica | modifica wikitesto]

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Sviluppo[modifica | modifica wikitesto]

La serie educativa, originariamente denominata come "Antarctica", è stata creata e scritta da Robia Rashid, colui che in precedenza aveva lavorato a How I Met Your Mother e The Goldbergs come produttore.[6][7][8] Per una rappresentazione più meticolosa, egli si consultò con Michelle Dean, una professoressa della California State University che lavorò al Centro UCLA trattamenti e ricerca dell'Autismo.[9][10]

Il 13 Settembre 2017, Atypical venne rinnovata per una seconda stagione composta da dieci episodi. David Finch, un ragazzo autistico si unì alla squadra di scrittura.[11][12] Otto attori autistici di The Miracle Project hanno avuto ruoli secondari nella seconda stagione come membri di un gruppo di sostegno pari a Sam. La produzione esecutiva Mary Rohlich disse inoltre che lo spettacolo è stato introdurre più registe e diversità femminili.[13][14] 7 su 10 episodi sono stati diretti da donne e metà del gruppo di scrittura erano donne. Il 24 Ottobre 2018, Atypical è stata rinnovata per una terza stagione anch'essa composta da 10 episodi.[15][16]

Promozione[modifica | modifica wikitesto]

La prima stagione è stata pubblicata l'11 Agosto 2017 su Netflix, composta da otto episodi.[17][18] Mentre la seconda stagione è stata rilasciata il 7 Settembre 2018 composta da dieci episodi.[19][20]

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Metacritic, nella prima stagione della serie assegna una valutazione di 66 basata su 20 recensioni, indicando "le recensioni sono generalmente favorevoli". [21] Mentre Rotten Tomatoes ha ricevuto un punteggio medio di 5,32 su 10.[22] Viene discussa la performance di Gilchrist, che nonostante è stata ben accolta, alcuni hanno criticato gli ambienti inaccurati e stereotipati.[23][24] Oltre a ciò si nota la mancanza di persone autistiche nel cast, che è stata subito messa in dubbio.[25][26]

Premi e nomination[modifica | modifica wikitesto]

Anno Premio Categoria Candidatura Risultato Fonte.
2018 Satellite Award Miglior serie televisiva commedia o musicale Atypical Candidato/a [27]


Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Atypical, la nuova serie Netflix ad Agosto, Corriere dello Sport, 18 luglio 2017. URL consultato il 2 novembre 2017.
  2. ^ (EN) 'Atypical' Renewed for Season 2 at Netflix, in The Hollywood Reporter. URL consultato il 10 dicembre 2017.
  3. ^ Netflix annuncia la seconda stagione di Atypical, in uscita il 7 settembre, su tvserial.it. URL consultato il 22 agosto 2018.
  4. ^ (EN) Atypical: Netflix rinnova la serie con Keir Gilchrist per una terza stagione. URL consultato il 26 novembre 2018.
  5. ^ Atypical: la forza dell´ironia è sottovalutata., su spazioasperger.it. URL consultato il 22 agosto 2018.
  6. ^ Issue Cover (October 2016), in Traffic, vol. 17, nº 10, 13 settembre 2016, pp. 1059–1060, DOI:10.1111/tra.12367. URL consultato il 16 febbraio 2019.
  7. ^ Kathrina Glitre, Hollywood romantic comedy States of the union, 1934–65, Manchester University Press, 16 maggio 2016, ISBN 9781847791702. URL consultato il 16 febbraio 2019.
  8. ^ Grain Transportation Report, August 10, 2017, U.S. Department of Agriculture, Agricultural Marketing Service, 10 agosto 2017. URL consultato il 16 febbraio 2019.
  9. ^ Carroll L. Estes, Critical Gerontology Comes of Age, Routledge, pp. 19–31, ISBN 9781315209371. URL consultato il 16 febbraio 2019.
  10. ^ Rosemary Ashton, One Hot Summer, Yale University Press, 18 luglio 2017, ISBN 9780300227260. URL consultato il 16 febbraio 2019.
  11. ^ New York Times New York City Poll, September 2003, su ICPSR Data Holdings, 21 aprile 2004. URL consultato il 16 febbraio 2019.
  12. ^ October Earthquake, Routledge, 5 luglio 2017, pp. 13–13, ISBN 9781315125466. URL consultato il 16 febbraio 2019.
  13. ^ Resoundingly Human: September 2018, su ORMS Multimedia Group, 11 ottobre 2018. URL consultato il 16 febbraio 2019.
  14. ^ Itunuayo V. Ayeni, Women's Voices in Psychiatry, Oxford University Press, 2018-06, pp. 202–204, ISBN 9780198785484. URL consultato il 16 febbraio 2019.
  15. ^ Siân Reynolds, Marriage and Revolution, Oxford University Press, 7 giugno 2012, pp. 191–203, ISBN 9780199560424. URL consultato il 16 febbraio 2019.
  16. ^ Crossword: October Solution, in Pharmacy Today, vol. 24, nº 10, 2018-10, pp. e1, DOI:10.1016/j.ptdy.2018.09.039. URL consultato il 16 febbraio 2019.
  17. ^ Carroll L. Estes, Critical Gerontology Comes of Age, Routledge, pp. 19–31, ISBN 9781315209371. URL consultato il 16 febbraio 2019.
  18. ^ Daniela Treveri Gennari, A Regional Charm: Italian Comedy versus Hollywood, in October, vol. 128, 2009-05, pp. 51–68, DOI:10.1162/octo.2009.128.1.51. URL consultato il 16 febbraio 2019.
  19. ^ Support for SEND in schools looks ‘bleak’, in Practical Pre-School, vol. 2018, nº 213, 2 ottobre 2018, pp. 20–20, DOI:10.12968/prps.2018.213.20. URL consultato il 16 febbraio 2019.
  20. ^ Timothy Havens, From Networks to Netflix, Routledge, 3 gennaio 2018, pp. 321–331, ISBN 9781315658643. URL consultato il 16 febbraio 2019.
  21. ^ Metacritic: film, in Choice Reviews Online, vol. 40, nº 12, 1º agosto 2003, pp. 40Sup–0167-40Sup-0167, DOI:10.5860/choice.40sup-0167. URL consultato il 16 febbraio 2019.
  22. ^ Eduardo Villarreal e Joe Zein, 1441, in Critical Care Medicine, vol. 46, 2018-01, pp. 704, DOI:10.1097/01.ccm.0000529443.11746.21. URL consultato il 16 febbraio 2019.
  23. ^ INSAR President's Message - August 2017, in Autism Research, vol. 10, nº 8, 2017-08, pp. 1453–1454, DOI:10.1002/aur.1840. URL consultato il 16 febbraio 2019.
  24. ^ August Strindberg, Twelve Major Plays, 28 luglio 2017, DOI:10.4324/9781351301008. URL consultato il 16 febbraio 2019.
  25. ^ August Strindberg, Twelve Major Plays, 28 luglio 2017, DOI:10.4324/9781351301008. URL consultato il 16 febbraio 2019.
  26. ^ INSAR President's Message - August 2017, in Autism Research, vol. 10, nº 8, 2017-08, pp. 1453–1454, DOI:10.1002/aur.1840. URL consultato il 16 febbraio 2019.
  27. ^ Esme Douglas, Teen Choice Awards 2018: See the full list of winners, su EW. URL consultato il 13 agosto 2018 (archiviato dall'url originale il 13 agosto 2018).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Televisione