Attilio Papis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Attilio Papis
Nazionalità Italia Italia
Altezza 178 cm
Peso 73 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex difensore)
Ritirato 1987 (giocatore)
Carriera
Squadre di club1
1974-1975 Legnano 4 (0)
1975-1976 Torino 0 (0)
1976-1977 Spoleto 28 (0)
1977-1978 Mantova 1 (0)
1977-1984 Empoli 183 (3)
1984-1985 Varese 35 (1)
1985-1987 Messina 22 (1)
Carriera da allenatore
2004-2005 Saronno[1]
2005-2006 Caronnese[2]
2006-2007 Tradate[3]
2013-2014 Nero Bianco e Blu.svg Fenegrò[4]
2014-2015 600px bisection vertical HEX-FF0000 White.svg Copreno[5]
2015-2016 Rosso e blu (strisce) 2.svg Lentatese[6]
2016-2017 Meda[7]
2018- Guanzatese
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Attilio Papis (Bizzarone, 14 giugno 1957) è un allenatore di calcio ed ex calciatore italiano, di ruolo difensore.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Dopo qualche apparizione in Serie C con il Legnano nel 1974 ed un anno nelle giovanili del Torino, passa allo Spoleto in Serie D per un anno prima di approdare all'Empoli.

Con i toscani gioca per sette stagioni, vincendo il campionato di Serie C1 1982-1983 e debuttando così in Serie B, dove disputa 34 gare. Nel 1984 passa al Varese disputando altre 35 partite in Serie B e chiude la carriera da professionista a Messina, dove vince il campionato di Serie C1 1985-1986 e gioca altre 14 partite tra i cadetti.[8]

Conclusa la carriera di calciatore, ha intrapreso quella di allenatore nelle categorie dilettantistiche lombarde. Dal 2017 è direttore tecnico del Meda[9].

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Empoli: 1982-1983

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Arrigo Beltrami (a cura di), Almanacco illustrato del Calcio, Modena, Edizioni Panini, 1985, p. 56.
  • Arrigo Beltrami (a cura di), Almanacco illustrato del Calcio, Modena, Edizioni Panini, 1986, p. 249.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]