Atti impuri all'italiana

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Atti impuri all'italiana
Paese di produzioneItalia
Anno1976
Durata95 min
Generecommedia, erotico
RegiaOscar Brazzi
Interpreti e personaggi

Atti impuri all'italiana è un film italiano del 1976 diretto da Oscar Brazzi.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

A Montecatini Terme, morto il medico del paese, giunge la dottoressa Elia Bonvicini che coglie tutti di sorpresa per il fatto di essere donna, giovane e attraente. L'ambulatorio comunale, in completo stato di abbandono, viene subito ripulito e si affolla tanto di donne quanto di uomini, tutti malati di sessualità frustrata. La Bonvicini, moderna e senza scrupoli, con adeguati consigli e con personali esempi di liberalizzazione sessuale, rimette tutti in carreggiata. Don Firmino, un anziano di larghe vedute, non ostacola la situazione, anzi, quando nel consiglio comunale l'omosessuale Occhiofino si fa promotore di una mozione per l'allontanamento di Elia, Don Firmino si schiera con il sindaco Gedeone e ottiene l'unanimità per la riconferma.

Intanto, essendo la dottoressa ospite della casa del sindaco, può favorire le nozze tra Rosanna, figlia di Gedeone, e Cecco, figlio di un comunista accanito: lo strumento per l'operazione consigliato dalla dottoressa è quello del fatto compiuto. Ma anche Gedeone, vedovo da molto tempo, ottiene la sua vittoria, sposando la Bonvicini. Il figlio del sindaco, Roberto, a sua volta spasimante della dottoressa, si trasferisce a Milano e in occasione di una vacanza di riposo si trova nel letto la matrigna.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Il Morandini - Dizionario del film, Zanichelli 2013.
  • Il Farinotti - Dizionario di tutti i film, Newton Compton 2013.
Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema