Attenti a quei P2

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Attenti a quei P2
Attenti a quei P2.jpg
L'affiliazione dell'on. Forlotti
Titolo originaleAttenti a quei P2
Lingua originaleitaliano
Paese di produzioneItalia
Anno1982
Durata96 min
Generecommedia
RegiaPier Francesco Pingitore
SoggettoPier Francesco Pingitore
SceneggiaturaPier Francesco Pingitore
ProduttoreGiovanni Di Clemente
Casa di produzioneClemi Cinematografica
Distribuzione (Italia)Medusa
FotografiaGiancarlo Ferrando
MontaggioMauro Bonanni
MusicheJohn Sposito
Interpreti e personaggi

Attenti a quei P2 è un film comico del 1982 diretto da Pier Francesco Pingitore. È una parodia satririca della vicenda giudiziaria riguardante la loggia massonica P2 che ebbe il suo picco nei primi anni ottanta.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Nel film il capo della loggia massonica P2, Licio Belli, fa credere ai suoi affiliati che il Presidente del Consiglio, l'onorevole Forlotti, sia diventato loro confratello. In realtà il Belli ha truccato da Forlotti un poveraccio che si arrangia a vendere giocattoli usati, Tonio Tatarella, promettendogli di fargli assegnare un alloggio nelle case popolari.

Questi però rilascia un'intervista senza senso ad un giornalista de Il Messaggero, portando alla crisi di governo e costringendo il Belli ad accelerare i tempi per assicurarsi un lucroso appalto con lo sceicco Kasheri, importante fornitore petrolifero.

Tra un attentato e ricatti vari, qualcosa va storto e l'intervento di un improbabile poliziotto contribuisce a far scoppiare lo scandalo P2. Il fascicolo però, viene abbandonato nella stanza degli "affari urgenti", dove si trovano altri faldoni relativi alle inchieste sui petroli, Sindona, il Belice, l'Italcasse.

Location[modifica | modifica wikitesto]

Il film è ambientato in gran parte all'hotel Cavalieri Hilton di Roma.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema