Attacco chimico di Khan Shaykhun

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Attacco chimico di Khan Shaykhun
TipoAttacco chimico
Data4 aprile 2017
LuogoKhan Shaykhun
StatoSiria Siria
Coordinate35°26′43″N 36°39′06″E / 35.445278°N 36.651667°E35.445278; 36.651667Coordinate: 35°26′43″N 36°39′06″E / 35.445278°N 36.651667°E35.445278; 36.651667
Responsabili
Conseguenze
Morti72-100+[3][4]
Feriti557

L'attacco chimico di Khan Shaykhun è un episodio avvenuto il 4 aprile 2017 durante la guerra civile siriana. Un attacco aereo e il rilascio di gas ha causato l'avvelenamento di alcuni civili siriani. Si tratta del secondo attacco chimico più grave avvenuto in Siria dopo quello di Ghūṭa nel 2013.[5] Un gruppo di esperti delle Nazioni Unite e gli ispettori dell'Organizzazione per la proibizione delle armi chimiche, incaricati di indagare sul bombardamento, hanno attributo la responsabilità dell'utilizzo di armi chimiche al regime siriano di Bashar al-Assad.[1][2]

Eventi[modifica | modifica wikitesto]

Il 4 aprile 2017 alle ore 6:30 (ora locale), un raid aereo a Khan Shaykhun, in una zona controllata dai ribelli al regime di Assad, nel nordovest della Siria, ha compiuto un attacco sui civili facendo piovere bombe di gas sarin. Tra le vittime c'è un alto numero di bambini.[6][7] Secondo le testimonianze, i sintomi presentati dai centinaia di civili sono stati vomito e schiuma alla bocca. Oltre le numerose persone decedute, si contano più di 400 feriti. Sono state bombardate anche alcune strutture sanitarie in zona.[8]

Conseguenze[modifica | modifica wikitesto]

Gli Stati Uniti d'America hanno attribuito le responsabilità dell'accaduto al governo di Assad,[9] allo stesso tempo il governo siriano ha totalmente negato il coinvolgimento.[10][11][12][13] A difesa del regime di Assad si è espressa la Russia da tempo sua alleata nell'area.[14]

Il 7 aprile, il presidente americano Donald Trump ha ordinato il lancio 59 missili BGM-109 Tomahawk della Raytheon Company e della McDonnell Douglas, sulla base aerea siriana di Khan Shaykhun, da cui sarebbe partito l'attacco chimico, ma solo 23 missili hanno colpito la base, [15] gli altri 36 sono stati deviati fuori dal bersaglio dal radar jamming siriano.[16]

Costo[modifica | modifica wikitesto]

Il raid USA è costato circa 93,81 milioni di dollari. La valutazione è stata fatta in base ai dati della Difesa USA del 2014: all'epoca questi missili costavano 1,59 milioni di dollari l'uno. [17]

Reazioni nel mondo[modifica | modifica wikitesto]

L'azione statunitense ha indotto la gli alleati di Assad a minacciare di reagire ad una qualsiasi ulteriore azione militare degli Stati Uniti contro le forze siriane.[18] Secondo il presidente russo Vladimir Putin, quella di Donald Trump è stata un'azione premeditata ed ha annunciato la sospensione dell'accordo con gli americani per la prevenzione degli incidenti e la sicurezza nello spazio aereo siriano.

Il dittatore nordcoreano Kim Jong-un ha definito quello di Trump come un atto di aggressione intollerabile, che prova più di un milione di volte quanto sia giusto che la Corea del nord continui il proprio programma nucleare.[19]

Il presidente del Consiglio italiano Paolo Gentiloni ha definito l'attacco degli Stati Uniti come “proporzionato nei tempi e nei modi” e giustificato dal "crimine di guerra".[20]

Il Presidente della Federazione Russa Vladimir Putin, in un incontro al Cremlino, ha detto al Presidente della Repubblica Italiana Sergio Mattarella che l’attacco ricorda gli eventi del 2003, con la scoperta di presunte armi chimiche in Iraq e la successiva invasione che ha provocato la distruzione del Paese e la conseguente nascita dello Stato Islamico.[21]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Anche l’ONU dice che l’attacco chimico a Khan Shaykhun fu compiuto da Assad, Il Post.it, 27 ottobre 2017.
  2. ^ a b (EN) Syria regime responsible for gas attack on rebel-held town, UN finds, Guardian, 26 ottobre 2017.
  3. ^ A Idlib 86 morti, uno su 3 è un bambino. Cosa sappiamo della strage in Siria. Agi (Agenzia Giornalistica Italia). 6 aprile 2017.
  4. ^ Siria, attacco chimico: i morti sono 72. RAI News. 5 aprile 2017.
  5. ^ (EN) Assad regime responsible for ‘awful’ Syria ‘chemical’ attack: EU’s Mogherini, Al Arabiya English, 4 aprile 2017. URL consultato il 22 giugno 2017.
  6. ^ Attacco chimico in Siria: strage di bambini e civili. Giulia Vola. Magazine delle donne. 4 aprile 2017.
  7. ^ La triste classifica dei bimbi morti redatta dall'Occidente. Marco Fontana. Sputnik News. 28 giugno 2017.
  8. ^ Siria, attacchi aerei sui ribelli: 72 morti. Strage di bambini per gas tossici. Vertice emergenza Onu. Repubblica. 4 aprile 2017.
  9. ^ Siria, Assad: raid chimico "costruito al 100%, non possediamo più armi chimiche". la Repubblica. 13 aprile 2017.
  10. ^ Bambini uccisi col gas, ma Assad nega. La Russia: “Ricostruzioni false”. E dice no alla bozza dell’Onu. La Stampa. 4 aprile 2017.
  11. ^ Se le bombe chimiche di Idlib sono prodotte dai ribelli "moderati". Giovanni Giacalone. Il giornale. 5 aprile 2017.
  12. ^ Siria, Trump valuta raid contro il regime di Assad. Le autopsie confermano: Usati gas chimici. Il Tempo. 6 Aprile 2017.
  13. ^ Siria, Tim Anderson: "Le accuse americane contro Assad sono solo propaganda. Giampaolo Cadalanu. Repubblica. 27 giugno 2017.
  14. ^ L'altra verità sulla strage di Idlib: "Colpito deposito di armi chimiche dei ribelli". Alessandra Benignetti. Il giornale. 5 aprile 2017.
  15. ^ Mosca ha monitorato i missili Tomahawk diretti in Siria. Franco Iacch. Il giornale. 7 aprile 2017.
  16. ^ Cannoni elettromagnetici in Siria contro i droni e contro gli aerei israeliani. Controinformazione. 7 luglio 2017.
  17. ^ 59 missili per 100 milioni di dollari. Quanto è costato il raid Usa. AGI-Agenzia Giornalistica Italia. Estero. 7 aprile 2017.
  18. ^ Trump avvisato: la prossima volta gli alleati di Assad risponderanno. Elena Barlozzari. il Giornale. 9 aprile 2017.
  19. ^ Kim Jong-un: "Attacco Usa in Siria giustifica atomica". Pentagono replica inviando portaerei in Corea. Repubblica. 8 aprile 2017.
  20. ^ Anche per Gentiloni quella di Trump è “un'azione motivata”. Il Foglio. 7 Aprile 2017.
  21. ^ Siria, Putin a Mattarella: “Raid Usa come nel 2003 in Iraq. Su armi chimiche pronte nuove provocazioni per incolpare Assad”. Il fatto quotidiano. 11 aprile 2017.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]