Atletica leggera ai Giochi della XXV Olimpiade - Salto triplo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bandiera olimpica Athletics pictogram.svg
Salto triplo
Barcellona 1992
Informazioni generali
Luogo Stadio del Montjuic di Barcellona
Periodo 1º e 3 agosto 1992
Partecipanti 47
Podio
Medaglia d'oro Mike Conley Stati Uniti Stati Uniti
Medaglia d'argento Charles Simpkins Stati Uniti Stati Uniti
Medaglia di bronzo Frank Rutherford Bahamas Bahamas
Edizione precedente e successiva
Seul 1988 Atlanta 1996
Atletica leggera ai
Giochi di Barcellona 1992
Athletics pictogram.svg
Corse piane
100 metri   uomini   donne
200 metri uomini donne
400 metri uomini donne
800 metri uomini donne
1500 metri uomini donne
3000 metri donne
5000 metri uomini
10000 metri uomini donne
3000 m siepi uomini
Corse ad ostacoli
110/100 m ostacoli uomini donne
400 m ostacoli uomini donne
Staffette
Staffetta 4×100 m uomini donne
Staffetta 4×400 m uomini donne
Prove su strada
Maratona uomini donne
Marcia 10 km donne
Marcia 20 km uomini
Marcia 50 km uomini
Concorsi
Salto in alto uomini donne
Salto con l'asta uomini
Salto in lungo uomini donne
Salto triplo uomini
Getto del peso uomini donne
Lancio del disco uomini donne
Lancio del martello uomini
Lancio del giavellotto uomini donne
Prove multiple
Decathlon uomini
Eptathlon donne

Il Salto in lungo ha fatto parte del programma maschile di atletica leggera ai Giochi della XXV Olimpiade. La competizione si è svolta nei giorni 1º e 3 agosto 1992 allo Stadio del Montjuic di Barcellona.

L'eccellenza mondiale[modifica | modifica wikitesto]

Primatista mondiale 17,97 1985 Stati Uniti Willie Banks Rit. 1988
Campione olimpico 1988 17,61 Bulgaria Khristo Markov Presente
Campione mondiale 1991 17,78 Stati Uniti Kenny Harrison 6° ai Trials
Primatista stagionale 17,68[E 1] Stati Uniti Mike Conley Presente
  1. ^ Stabilito il 21 giugno.

La gara[modifica | modifica wikitesto]

Il turno di qualificazione è di grande qualità: ben 8 atleti superano la soglia dei 17 metri. Il miglior salto è del francese Pierre Camara, con 17,34. Fallisce la qualificazione il campione in carica Khristo Markov (16,46).
In finale Camara non ha fortuna e dopo tre turni viene eliminato. Parte bene invece l'americano Michael Conley che al secondo salto atterra a 17,63: è il nuovo record olimpico. Nessuno riesce a superarlo nei turni rimanenti. All'ultima prova si produce in un salto fantascientifico a 18,17 metri. L'anemometro segna +2,1, quindi il salto non può essere omologato come nuovo record del mondo. Ironicamente, il suo è stato l'unico salto ventoso della gara.

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Turno eliminatorio[modifica | modifica wikitesto]

Qualificazione
17,00 m

Otto atleti si qualificano direttamente. Ad essi vanno aggiunti i 4 migliori salti, fino a 16,91 m.

Finale[modifica | modifica wikitesto]

Pos Paese e Atleta 1° salto 2° salto 3° salto 4° salto 5° salto 6° salto Miglior
Misura
Note
Oro Stati Uniti Mike Conley 16,82 17,63 17,19 17,54 X 18,17w 18,17w 17,63
Record olimpico
Argento Stati Uniti Charlie Simpkins 16,87 16,66 X 16,74 17,29 17,60 17,60
Bronzo Bahamas Frank Rutherford 16,75 17,36 17,36 17,16 16,33 X 17,36
4 Squadra Unificata Leonid Voloshin 17,32 17,24 X X 17,32 16,82 17,21
5 Bermuda Brian Wellman 16,98 17,24 16,99 X X X 17,16
6 Cuba Yoelbi Quesada 17,15 16,75 17,05 X 17,04 17,18 17,18
7 Squadra Unificata Aleksandr Kovalenko 16,84 16,92 X 16,78 17,06 X 17,06
8 Cina Zou Sixin X 17,00 X X - - 17,00
9 Squadra Unificata Vasilij Sokov 16,86 15,84 X 16,86
10 Lettonia Māris Bružiks 16,56 X 16,80 16,80
11 Francia Pierre Camara 16,52 X 14,48 16,52
12 Polonia Eugeniusz Bedeniczuk 16,23 X 16,15 16,23


La medaglia di bronzo del bahamense Frank Rutherford è la prima per l'arcipelago nell'atletica olimpica.