Atletica leggera ai Giochi della XXVI Olimpiade - 400 metri piani maschili

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bandiera olimpica Atletica leggera
400 metri piani maschili
Atlanta 1996
Informazioni generali
Luogo Centennial Olympic Stadium di Atlanta
Periodo 26-29 luglio 1996
Partecipanti 64
Podio
Medaglia d'oro Michael Johnson Stati Uniti Stati Uniti
Medaglia d'argento Roger Black Regno Unito Regno Unito
Medaglia di bronzo Davis Kamoga Uganda Uganda
Edizione precedente e successiva
Barcellona 1992 Sydney 2000
Atletica leggera ai
Giochi di Atlanta 1996
Athletics pictogram.svg
Corse piane
100 metri   uomini   donne
200 metri uomini donne
400 metri uomini donne
800 metri uomini donne
1500 metri uomini donne
5000 metri uomini donne
10000 metri uomini donne
3000 m siepi uomini
Corse ad ostacoli
110/100 m ostacoli uomini donne
400 m ostacoli uomini donne
Staffette
Staffetta 4×100 m uomini donne
Staffetta 4×400 m uomini donne
Prove su strada
Maratona uomini donne
Marcia 10 km donne
Marcia 20 km uomini
Marcia 50 km uomini
Concorsi
Salto in alto uomini donne
Salto con l'asta uomini
Salto in lungo uomini donne
Salto triplo uomini donne
Getto del peso uomini donne
Lancio del disco uomini donne
Lancio del martello uomini
Tiro del giavellotto uomini donne
Prove multiple
Decathlon uomini
Eptathlon donne

I 400 metri piani hanno fatto parte del programma di atletica leggera maschile ai Giochi della XXVI Olimpiade. La competizione si è svolta nei giorni 26-29 luglio 1996 allo Stadio Olimpico del Centenario di Atlanta.

L'eccellenza mondiale[modifica | modifica sorgente]

Primatista mondiale 43"29 '88 Stati Uniti Harry Reynolds Presente
Campione olimpico 1992 43"50 Stati Uniti Quincy Watts 7° ai Trials
Campione mondiale 1995 43"39 Stati Uniti Michael Johnson Presente
Primatista stagionale 43"66, 3 luglio Stati Uniti Michael Johnson Presente

La gara[modifica | modifica sorgente]

Alvin Harrison si mette in mostra correndo in 44"69 la sua batteria.
Tutti i migliori passano i Quarti; il miglior tempo è di Michael Johnson con 44"62.
La prima semifinale è vinta da Roger Black, il campione europeo, in 44"69. Escono due protagonisti: Samson Kitur, bronzo a Barcellona, che è solo quinto; Harry Reynold, che si infortuna al tendine del ginocchio mentre percorre la prima curva ed è costretto al ritiro. Nella seconda semifinale Johnson vince in 44"59.

Finale: Michael Johnson viene da una serie di 54 vittorie consecutive nelle finali di specialità: è imbattuto dal 1989. Non si lascia scappare la 55ma, che vince di autorità, stabilendo anche per un centesimo il nuovo record olimpico. Il suo margine di 0"92 sulla medaglia d'argento, Roger Black, è il più ampio della storia olimpica.
Davis Kamoga conquista il bronzo rimontando Alvin Harrison.

Davis Kamoga vince per l'Uganda la seconda medaglia olimpica dopo quella, storica, di John Akii-Bua del 1972.
La Gran Bretagna conquista con Roger Black una medaglia sui 400 metri piani dopo 60 anni.

Risultati[modifica | modifica sorgente]

Turni eliminatori[modifica | modifica sorgente]

8 Batterie 26 luglio 64 partenti Si qualificano i primi 3
+ gli 8 migliori tempi.
4 Quarti di finale 27 luglio 8 + 8 + 8 + 8 Si qualificano i primi 4.
2 Semifinali 28 luglio 8 + 8 Si qualificano i primi 4.
Finale 29 luglio 8 concorrenti

Finale[modifica | modifica sorgente]

Pos Paese Atleta Tempo
Gold medal.svg Stati Uniti Stati Uniti Michael Johnson 43"49 Record olimpico
Silver medal.svg Regno Unito Regno Unito Roger Black 44"41
Bronze medal.svg Uganda Uganda Davis Kamoga 44"53 Record nazionale
4 Stati Uniti Stati Uniti Alvin Harrison 44"62
5 Regno Unito Regno Unito Iwan Thomas 44"70
6 Giamaica Giamaica Roxbert Martin 44"83
7 Giamaica Giamaica Davian Clarke 44"99
8 Qatar Qatar Ibrahim Ismail Ritirato