Atenagora di Costantinopoli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Atenagora I
Atenagora I e Paolo VI.jpg
Patriarca ecumenico di Costantinopoli
Elezione 1º novembre 1948
Predecessore Massimo V
Successore Demetrio
Consacrazione episcopale 1922
Nome Aristokles Spyrou
Nascita Tsaraplana, 25 marzo 1886
Morte Istanbul, 7 luglio 1972

Aristokles Spyrou (Tsaraplana, 25 marzo 1886Istanbul, 7 luglio 1972) è stato un arcivescovo ortodosso greco, patriarca ecumenico di Costantinopoli dal 1948 alla sua morte.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Aderì all'ortodossia cristiana ancora giovane, decidendo quindi di laurearsi in teologia. Sotto il governo di Massimo V fece una rapida carriera religiosa che lo portò a diventare il braccio destro del patriarca. Dopo le sue dimissioni, avvenute nel 1948, ne prese facilmente il posto con il nome di Atenagora I.

L'evento più famoso e importante del suo patriarcato fu l'incontro che ebbe a Gerusalemme con Papa Paolo VI, il 4 gennaio 1964. Quell'incontro portò poi a deliberare l'abrogazione delle reciproche scomuniche del 1054, o secondo altri 1056, anno dello Scisma d'Oriente. L'abrogazione avvenne con solenne cerimonia il 7 dicembre 1965, giorno antecedente la chiusura del Concilio Vaticano II, svoltasi contemporaneamente a Roma ed a Istanbul.

Con la "Dichiarazione comune Cattolico-Ortodossa del 1965" prese avvio una commissione congiunta per il dialogo fra le due confessioni, che nacque nel 1966 ed è ancor oggi attiva.

Un nuovo incontro tra Atenagora I e Paolo VI avvenne il 25 luglio 1967, durante il viaggio in Turchia di papa Paolo VI.

Atenagora I, a causa della vecchiaia e di una lunga malattia che lo affliggeva da anni, fu sostanzialmente incapace di agire con fermezza ed efficacia durante gli ultimi anni del suo patriarcato: preferì infatti affidare le mansioni più delicate al suo aiutante Demetrio, che divenne il suo favorito e il suo successore sul seggio patriarcale di Costantinopoli.

Muore nel 1972 e riceve sepoltura nella Chiesa di Santa Maria della Primavera ad Istanbul.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Patriarca di Costantinopoli Successore Cruz ortodoxa.png
Massimo V 1948 - 1972 Demetrio I
Controllo di autorità VIAF: (EN89600304 · LCCN: (ENn82052515 · SBN: IT\ICCU\SBLV\212317 · ISNI: (EN0000 0001 2282 800X · GND: (DE118637746 · BNF: (FRcb11889343m (data)