Astilbe

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Astilbe
Astilbe chinensis pumila. Locatie De Kruidhof.JPG
Astilbe chinensis
Classificazione APG IV
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
(clade) Angiosperme
(clade) Mesangiosperme
(clade) Eudicotiledoni
(clade) Eudicotiledoni centrali
(clade) Superrosidi
Ordine Saxifragales
Famiglia Saxifragaceae
Genere Astilbe
Buch.-Ham. ex D. Don, 1825
Classificazione Cronquist
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Sottoregno Tracheobionta
Superdivisione Spermatophyta
Divisione Magnoliophyta
Classe Magnoliopsida
Sottoclasse Rosidae
Ordine Rosales
Famiglia Saxifragaceae
Genere Astilbe
Specie

Astilbe (Buch.-Ham. ex D.Don, 1825) è un genere di piante appartenenti alla famiglia delle Saxifragaceae, originario di Asia e America settentrionale[1].

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Astilbe è un genere composto piante perenni rizomatose a foglia caduca, apprezzate dai giardinieri per il loro ampio fogliame di bell'aspetto e per gli spessi fiori. Ampiamente adattabile all'ombra e alle zone acquitrinose, tollerano bene anche i terreni argillosi. Ne sono stati creati numerosi cultivar ibridi.

La fioritura avviene in estate e i colori possono variare tra il rosso e il bianco, passando per il violetto; le astilbe sono profumate.

In Asia, le loro foglie seccate servono talvolta come succedanee del tè e se ne mangiano anche i giovani gambi cotti. I fiori di alcune specie, tra cui l'Astilbe rivularis, trovano impiego nella medicina tradizionale.[2]

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

È una pianta nativa dell'Asia e del Nordamerica, ove cresce in forre e boschi. In particolare la si può trovare in parte degli Stati Uniti orientali e nella costa asiatica affacciata sull'oceano Pacifico, dall'arcipelago indonesiano a sud alla Russia a nord, con un areale che si spinge verso ovest fino al Kashmir.

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

Attualmente sono accettate 28 specie[1]:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Astilbe Buch.-Ham. ex D.Don, su Plants of the World Online, Royal Botanic Gardens, Kew. URL consultato il 27 gennaio 2021.
  2. ^ (EN) Alexander O'Neill, Integrating ethnobiological knowledge into biodiversity conservation in the Eastern Himalayas, in Journal of Ethnobiology and Ethnomedicine, vol. 13, n. 21, 29 marzo 2017, DOI:10.1186/s13002-017-0148-9. URL consultato l'11 maggio 2017 (archiviato dall'url originale il 9 maggio 2017).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàLCCN (ENsh88022581
  Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica