Asterix & Obelix XXL 2: Mission Las Vegum

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Asterix & Obelix XXL 2)
Asterix & Obelix XXL 2: Mission Las Vegum
videogioco
Asterix XXL2.jpg
PiattaformaWindows XP, PlayStation 2, PlayStation Portable, Nintendo DS
Data di pubblicazione16 ottobre 2005
GenereAzione
SviluppoEtranges Libellules
PubblicazioneAtari
Modalità di giocoGiocatore singolo
Periferiche di inputJoypad, Tastiera
Supporto1 DVD-ROM,1 CD-ROM
Fascia di etàPEGI: 7+

Asterix & Obelix XXL 2: Mission Las Vegum è un videogioco d'azione per Playstation 2 e PC. Sviluppato da Atari, è stato messo in commercio nel 2005 solo in Europa, in quanto in Giappone e Stati Uniti la popolarità del franchise di Asterix è inferiore.

Successivamente nel 2006 è stata messa in commercio anche una versione del gioco per Nintendo DS chiamata Asterix e Obelix XXL 2: Mission Wifix.

Generalità[modifica | modifica wikitesto]

Il gioco è basato sui personaggi del fumetto francese di Asterix & Obelix, e include innumerevoli citazioni e parodie del mondo dei videogiochi. Il genere varia dall'azione ad alcuni momenti di platform.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il videogioco inizia con una piccola scena in cui navi romane si avvicinano al villaggio gallico, dopodiché vediamo i druidi Panoramix, Alias, Kerosene e Sessantasix discutere riguardo ai segreti dei Galli. Ma ad un segnale di Panoramix segue l'imboscata romana. I druidi, mentre vengono catturati, rimangono scioccati nel pensare che Panoramix li abbia traditi.

Il giorno dopo, Sam Shieffer (parodia di Splinter Cell), riferisce che Panoramix ha tradito il villaggio e di essere lui stesso un traditore dei romani. Nonostante le prove, Asterix e Obelix gli dicono di stare ben lontano da loro.

Asterix e Obelix vanno a Las Vegum, parco di divertimenti di Roma, ormai quasi completato. Alla fine della "visita" a Lutezia (prima area del gioco), scoprono che per passare a Venetia bisogna pagare un pedaggio. Intanto, Cesare viene a sapere da Larry Craft (centurione sovrappeso parodia di Lara Croft) che Sam Shieffer ha portato i Galli a Las Vegum, così il condottiero lo manda a fermare i Galli con tutte le legioni disponibili.

Una volta arrivati a Venetia, devono affrontare un boss gigante chiamato Deathmatch, gladiatore geneticamente trasformato e prima vittima in assoluto degli assurdi esperimenti dei romani. La prima sconfitta di Deathmatch permette ai Galli di liberare Sessantasix, che dice ai protagonisti che Panoramix ha tradito tutti e che per colpa sua hanno dovuto fare esperimenti per rendere estremamente forti i legionari. Sessantasix avrebbe ormai in mente di denunciare all'Ordine dei druidi il tradimento di Panoramix.

Nel livello Luxor, i Galli affrontano e sconfiggono un'altra volta Deathmatch, liberando così anche Kerosene, il druido nordico.

In WCW, i Galli devono superare 4 prove:

  1. In questa sfida si dovranno semplicemente eliminare 130 romani.
  2. In questa prova bisogna sconfiggere 55 romani prima che la lava inondi l'arena.
  3. In questo round si deve sconfiggere 200 romani prima che le 3 cupole tocchino il limite. Qui entra il gioco il cannone, contro il quale tutti i romani sono vulnerabili.
  4. Qui l'obiettivo è riempire con 15 romani 3 buche entro lo scadere del tempo.

Dopo aver completato queste prove, i Galli attraversano la porta, dove trovano un'imitazione del villaggio Gallico. Infatti Sam Shieffer dice ai galli che quest'area è il pezzo forte del parco, e sarà celebrato una volta che l'irriducibile villaggio gallico sarà finalmente vinto. Dopo aver sconfitto anche queste orde di romani, i Galli vanno nel centro di un'arena: qui i Galli rischiano per poco di cadere in un pozzo, al fondo del quale c'è un'immensa quantità di lava. Sopraggiunge Panoramix, che li butta nel pozzo dicendo: Vi dico addio! HAHAHAHA!. Ma proprio quando i Galli stanno per cadere, vengono salvati da Shieffer. Panoramix, accortosi, rivela la sua identità: in realtà è lo stesso Larry Craft, che rilascia molte legioni al suo servizio, ma anche qui i romani vengono sconfitti.

Una volta arrivati nell'Isola dei pirati, dopo vari rompicapo, i Galli riescono ad aprire la grande arena di Deathmatch, che era proprio nella statua di testa di scimmia: anche qui i Galli affronteranno e sconfiggeranno Deathmatch e liberano Alias, il druido greco.

L'ultima destinazione è il Ceasar Palace, in cui dopo svariati enigmi, riusciranno a passare nella sala del trono, dove Cesare rilascerà i suoi 90 cloni. Dopo averli sconfitti, i Galli affrontano Deathmatch nell'ultimo round in versione superpotenziata, ma anche qui i Galli riescono a vincere, così liberano Panoramix e si celebra il classico banchetto, ma stavolta tipo cinematografico, con in sottofondo le voci del narratore, di Asterix e di Obelix.

Modalità di gioco[modifica | modifica wikitesto]

Il gioco è un picchiaduro a piattaforma, in cui come nel capitolo precedente, si dovrà raccogliere gli elmi ottenuti nel corso dell'avventura. Inoltre la stazione di scambio dell'episodio precedente non esiste più, quindi è possibile scambiare i personaggi premendo un tasto apposito.

Le aree stavolta saranno tutte unite ed esplorabili e sono:

  • Lutetia
  • Venetia
  • Luxor
  • WCW
  • Isola dei pirati
  • Ceasar Palace

Gli elmi sono gli stessi del precedente episodio, solo che è stato aggiunto l'elmo di diamante, che vale 10'000: ce ne sono 30 nel gioco, 5 in ogni area, e permettono di sbloccare nuovi personaggi nell'apposita galleria.

Le combo stavolta saranno sbloccabili e sono:

  • Colpo rapido
  • Pioggia di Menhir
  • Vortice

Sono inoltre presenti i tips bonus: una volta avuto il giusto personaggio, questi dovrà eseguire la giusta sequenza tasti, e se ci riesce, ottiene l'oggetto bonus.

Inoltre è stato applicato un power up fiammeggiante, in cui dopo 10 colpi, andati a segno o meno che siano, il personaggio potrà eseguire le stesse combo in versione fiammeggiante.

Sono stati inseriti 3 specie di "musei":

  • Videodivix: consente di vedere i video visti nel corso della storia. È sbloccabile in Luxor.
  • Galleria personaggi: si può vedere tutti i personaggi sbloccati con gli elmi di diamante. È sbloccabile in Lutetia.
  • Cartoline: permette di comprare e vedere le buffe immagini del gioco.E sbloccabile in Venetia

Nemici[modifica | modifica wikitesto]

  • Legionario normale: è un semplice legionario armato di lancia.
  • Legionario mazzato: legionari più forti e resistenti. Hanno uno scudo che può essere rotto e brandiscono una mazza.
  • Centurione: è il capo di un gruppetto di legionari, a lunga distanza lancia tre coltelli e colpisce Asterix e Obelix con la spada, ma data la sua lentezza, perde tempo cercando di levarla dal terreno. Riesce a respingere tutti i colpi fisici.
  • Legionario Mario: è una parodia di Mario, con tanto di idropompa (parodia di Splac-3000) che respinge i protagonisti.
  • Gladiatore nero: è una specie di centurione più forte, resistente e veloce del normale Centurione. Le sue mosse sono uguali al Centurione.
  • Legionario Rayman: è una parodia di Rayman, i loro arti sono scollegati fra loro, ma se indeboliti cadono a terra e possono essere distrutti da un colpo schiacciata prima che si rialzino.
  • Legionario Sonic: messaggeri veloci, con l'armatura del famoso porcospino. Sono noti per la loro velocità che viene usata per giungere dietro ai nostri eroi e poi colpirli con degli anelli grossi e dorati (parodia dei Rings della serie di Sonic).
  • Legionario zombie: i loro movimenti sono goffi, ma essi sono resistenti come la loro versione Rayman, ma anche loro fanno la loro stessa fine.
  • Legionario Ryu: sono parodie di Ryu di Street Fighter. Hanno l'Handoken e lo Shoryuken come tecniche.
  • Centurione Pacman: centurioni che usano come arma la bocca di Pacman; come i centurioni semplici, bisogna attaccare al momento giusto, poi distruggerli con un colpo schiacciata.
  • Legionari volanti: sono legionari volanti grazie a dei palloni che ricordano le pokeball dei Pokémon.
  • Pirati: i pirati incontrati per la prima volta nell'Isola dei Pirati.
  • Centurioni Egiziani: sono centurioni incontrati per la prima volta a Luxor.
  • Legionario con ascia: sono legionari robusti con un'ascia ed un'armatura di ferro.
  • Centurione pirata: centurione di gruppetti di pirati.

Doppiaggio[modifica | modifica wikitesto]

Parodie[modifica | modifica wikitesto]

Nel gioco compaiono spesso parodie, citazioni e riferimenti che riguardano il mondo dei videogiochi, eccone elencate alcune:

  • Super Mario Sunshine: Una serie di soldati porta sulle spalle un irrigatore d'acqua che non causa danni ai nostri eroi ma li può far precipitare da piattaforme, inoltre l'abbigliamento di questi ricorda molto l'idraulico baffuto Super Mario.
  • Sonic the Hedgehog: Soldati messaggeri, corrono veloci vestiti con delle armature blu che ricordano il personaggio di Sonic, inoltre, in alcuni livelli Asterix deve saltare su un trampolino blu e rosso con una stella gialla disegnata sopra identico a quello che appare nei videogiochi di Sonic the Hedgehog.
  • Pac Man: grossi soldati, hanno uno scudo giallo aperto a metà che ricorda la bocca di Pac Man.
  • Rayman: alcuni soldati non hanno braccia e gambe, e le restanti parti del corpo fluttuano nell'aria come Rayman; inoltre, dei vasi in un museo del WCW hanno la forma del dorso del noto personaggio.
  • Street Fighter: legionari apparsi per la prima volta in Lutetia hanno l'abbigliamento, lo stile e le tecniche di Ryu di Street Fighter. In più, in una cartolina acquistabile nel negozio di Lutezia, ne è presente una specie di screenshot di un combattimento in stile Street Fighter combinato a Dragon Ball.
  • Spyro the Dragon: Nell'Isola dei pirati compare una grossa immagine di Spyro rappresentata su una lastra.
  • Pokémon: soldati volanti usano delle mongolfiere a forma di Poke Ball, la sfera dei Pokemon.
  • Tetris: dei muri fragili che nel gioco bisogna abbattere sono formati da blocchi di Tetris.
  • Samba de Amigo: nell'isola dei pirati ci sono delle facce scolpite sul marmo che ricordano Amigo.
  • Bomberman: le bombe utilizzate per far esplodere i blocchi hanno la forma della faccia di Bomberman;
  • Yoshi: nel primo livello sono esposti dei menhir dipinti come le uova del noto dinosauro;
  • Ratchet & Clank: a Venetia, vi è un orologio e il suo pendolo che ricordano Ratchet e Clank
  • Jak and Daxter: a Venetia sono presenti statue e stemmi raffiguranti il Leone Marciano con le fattezze di Daxter.
  • Sly Cooper: A Venetia si possono intravedere delle statue romane raffiguranti Sly.
  • Crash Bandicoot: a Venetia si può trovare un busto parodia del noto personaggio e anche vari totem nell'isola dei pirati che gli rassomigliano.
  • Donkey Kong: a Venetia si può trovare una statua parodia del personaggio e una fontana simile al suo viso.
  • Tekken 3 e 4: nei manifesti in giro per WCW vi si possono vedere parodie del videogioco
  • Soul Calibur II: nei manifesti in giro per WCW vi si possono vedere parodie del videogioco
  • Mortal Kombat: nei manifesti in giro per WCW vi si possono trovare parodie del videogioco. Inoltre, si possono incontrare coppie di statue, soprattutto a Venetia, rappresentanti due romani che combattono e, in mezzo a tali statue, uno striscione che recita: Fatalitum; ciò dovrebbe ricordare il Fatality visualizzato una volta battuto l'avversario nel già citato gioco.
  • Space Invaders: nei manifesti in giro per WCW vi si possono intravedere parodie del videogioco, e dei geroglifici in Luxor ricordano i nemici di Space Invaders
  • Grand Theft Auto: la stessa copertina del gioco è una parodia di una qualsiasi copertina della serie.
  • Las Vegas e Venezia: Gli stessi scenari del gioco sono parodie.
  • Tomb Raider: Larry Craft è un ovvio riferimento a Lara Croft.
  • Splinter Cell: Sam Shieffer è un ovvio riferimento a Sam Fisher.
  • Internet: I servitori di Cesare hanno creato un sistema di trasporto ultra-veloce che consiste nel far consegnare più velocemente i messaggi chiamato Internetus, riferimento molto chiaro a Internet.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Videogiochi Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di videogiochi